Rubriche

Pianificare il viaggio: dettagli pratici

di Ilaria Agazzone

Pubblicato il

Pianificare il viaggioOgni viaggio è fatto di mille dettagli. Chi è abituato a fare il “turista” pensa che basti prenotare un volo o un treno, un hotel e… il gioco è fatto! Basta presentarsi muniti di documenti al momento della partenza per trascorrere giorni indimenticabili. In realtà se non ci si affida a un tour operator, o non ci si aggrega a qualche gruppetto di amici viaggiatori, le informazioni da raccogliere e i dettagli da pianificare sono tantissimi, e i veri viaggiatori lo sanno bene.

Lo scorso articolo era dedicato a tutte quelle incombenze burocratiche e documentali che è necessario soddisfare, pena l’impossibilità di partire. Ora dedicheremo qualche riga a vedere quali sono gli aspetti da prevedere per vivere in tranquillità la vostra avventura.

DOVE SIAMO NEL MONDO?

Pianificare il viaggioDove siamo nel mondo” è il sito gestito dalla Farnesina che ha l’obiettivo di raccogliere le informazioni sui viaggi che stanno per intraprendere i cittadini italiani. La piattaforma su cui è ospitato è la stessa del celebre Viaggiare Sicuri. Attraverso questo sito la Farnesina è in grado di sapere dove vi trovate e in quali date, e in caso sorgano dei problemi nel Paese che vi ospita, sarà in grado di rintracciarvi facilmente. Al primo accesso sarà necessario creare il vostro profilo, che potrete poi utilizzare per i vostri viaggi futuri. Successivamente, vi verrà richiesto di fornire i dettagli del vostro itinerario di viaggio, indicando ove possibile date e luoghi, e i contatti di vostri parenti o amici di riferimento in Italia. Se viaggiate con degli accompagnatori, non è necessario che ognuno si registri singolarmente, è sufficiente che almeno una persona del gruppo si iscriva sul sito ed indichi i nomi degli altri membri.

Prima di partire, soprattutto per mete a medio/lungo raggio, vi consiglio di registrarvi fornendo più dati possibili sul vostro itinerario.

CAMBI E VALUTE

Pianificare il viaggioSe vi recate fuori dall’area Euro, informatevi preventivamente sulla moneta in corso nel Paese di destinazione. Il mio consiglio per risparmiare è quello di prelevare il denaro in valuta locale dai bancomat che si trovano in aeroporto. Verificate sempre che la vostra carta sia abilitata e compatibile per i prelievi presso il paese di destinazione. Ovviamente portate anche dei contanti in Euro che potranno essere cambiati presso gli appositi uffici nel caso i bancomat o la vostre carte non funzionino.

Se non vi sentite sicuri a prelevare all’estero, oppure preferite arrivare a destinazione già con dei contanti in tasca, potete prenotare una somma in valuta locale presso la vostra banca di fiducia prima della partenza. Quest’opzione è sempre più economica rispetto a quella di rivolgersi agli vari uffici di cambio. La banca, solitamente, trattiene solo una piccola commissione sulla somma totale. Le tempistiche per ricevere il denaro dipendono dalla tipologia di valuta richiesta. Se si tratta di Sterline o Dollari, probabilmente dovrete attendere un paio di giorni o forse potrete ritirare direttamente la somma, se si tratta di valute meno conosciute, è probabile che dovrete attendere qualche settimana, quindi pianificate quest’operazione per tempo.

Per sapere il valore del cambio tra Euro e la moneta estera che vi occorre potete utilizzare il sito Yahoo Finance.  Questo convertitore vi aiuterà a capire esattamente il cambio del giorno, a convertire una cifra nella moneta desiderata e vi permetterà di stampare una piccola guida tascabile dove sono indicati i cambi per le principali cifre tonde: 1 ,5, 10, 50, ecc.

CLIMA

Pianificare il viaggioInformarvi preventivamente sul clima del luogo che andrete a visitare vi permetterà di equipaggiarvi al meglio ed evitare di soffrire eccessivamente per eventuali sbalzi termici. A questo riguardo esistono dei siti molto interessanti che per ogni Paese indicano il periodo migliore per visitarlo in base alle temperature e alle precipitazioni. I dati forniti si basano su statistiche degli ultimi anni e forniscono oltre a informazioni come temperatura minima/massima per le varie zone del Paese, tasso di umidità e precipitazioni, anche consigli utili su come affrontare un eventuale viaggio nel periodo prescelto. Tra gli altri spiccano: quandoandare.info per la semplicità  e Climieviaggi.it per la sua completezza di informazioni.

ELETTRICITA’

Pianificare il viaggioQualche giorno prima della partenza informatevi su quali sono le caratteristiche delle prese elettriche del Paese di destinazione e qual è il voltaggio della corrente elettrica. A questo proposito in commercio si trovano ormai da anni degli adattatori universali che con poche mosse si adattano a quasi, se non tutti, i tipi di presa elettrica esistenti. Questi apparecchietti li trovate a partire dai € 20,00 nei negozi di elettronica, fai da te, e spesso anche nei supermercati. Sono comodissimi e utilissimi, ma siccome il prezzo non è proprio contenuto, e vi potrebbe capitare di dover alimentare contemporaneamente più apparecchi, un piccolo trucco per risparmiare è quello di procurarsi una multipresa (la cosiddetta “ciabatta” con più prese disponibili). In questo modo dovrete acquistare un solo adattatore con un notevole risparmio di tempo e denaro. A questo link troverete l’elenco dei voltaggi e delle prese elettriche di tutto il mondo.

FARMACI

In alcuni casi alleviare un semplice mal di pancia o abbassare qualche linea di febbre potrebbe essere complicato nel caso vi troviate all’estero. Dover spiegare i sintomi (e eventuali allergie/intolleranze) a dei farmacisti che parlano una lingua diversa dalla vostra è indubbiamente poco piacevole. Per ovviare a questo problema il consiglio è di predisporre un set di farmaci generici da assumere in caso di qualche fastidio o malore. Gli indispensabili sono gli antifebbrili, antinfiammatori, antidiarroici, antidolorifici e qualche cerotto in caso di piccoli tagli o abrasioni. Molto utile potrebbe essere anche un antibiotico ad ampio spettro da utilizzare nei casi più fastidiosi. In questo caso vi dovrete muovere per tempo richiedendo al vostro medico la ricetta medica per poterlo acquistare prima del viaggio.

GUIDA E ITINERARIO

Pianificare il viaggioAbbiamo già visto qualche articolo fa come costruire il vostro itinerario su misura, sia prendendo spunto dai racconti di chi è già stato nei luoghi che volete visitare, sia partendo da zero. Per una pianificazione ancora più attenta, vi segnalo un paio di siti che ho scovato in questi mesi: Triphobo e Travefy. Sono entrambi in lingua inglese ma di facile utilizzo. Inserendo la vostra meta potrete facilmente pianificare il vostro viaggio, scegliere e prenotare l’hotel (se ancora non lo avete fatto), selezionare giorno per giorno le attrazioni da visitare e calcolare il tempo di visita e di spostamento tra un’attrazione e l’altra, scegliere il ristorante dove pranzare o cenare. Per ogni attrazione inoltre, è possibile visualizzare le principali informazioni (orari di apertura, costo dei biglietti, indirizzi e contatti) e le alter attrazioni nelle vicinanze. E’ possibile, inoltre, aggiungere delle note personali. I siti sono inoltre collegati a delle App per il cellulare in modo da portare l’itinerario che avete costruito sempre con voi. Se non volete partire da zero nel pianificare il vostro viaggio potete attingere da quelli creati da altri utenti e modificarli a vostro piacimento.

Nonostante la tecnologia stia prendendo il sopravvento e strumenti fantastici come quelli descritti facilitino notevolmente l’organizzazione di un viaggio, avere a disposizione una guida del luogo cartacea è sempre utile. In commercio ce ne sono di diversi tipi, e la scelta dipende dalla tipologia di viaggio che volete intraprendere: ci sono quelle che si focalizzano su tante informazioni pratiche e dettagli come le Lonely Planet, oppure le guide dedicate a chi ha intenzione di fare un viaggio “mordi e fuggi” come ad esempio le Top 10, altre sono più descrittive come quelle prodotte dal Touring Club Italiano, o più visuali come le guide Mondadori, alcune guide invece sono più “filosofiche” come le National Geographic o strutturate in base a itinerari specifici, come le Spiral Guide.

Scegliete con anticipo una o più guide e informatevi prima della partenza per essere certi di non perdervi nulla di interessante.

 

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: