Mondiale 2014: spettacolo, sofferenza e tante emozioni


Si è concluso il quadro degli ottavi di finale del Mondiale brasiliano 2014 senza particolari sorprese ma comunque si è visto davvero tanto spettacolo. Le squadre più forti come Brasile, Germania, Olanda e Francia per passare il turno hanno dovuto faticare e non poco…

Brasile – Cile (28/06/2014 Mineirão, Belo Horizonte)

brasile-cile-neymar-vidalIl Brasile vince e passa il turno, catapultandosi ai quarti di finale, è la prima squadra qualificata di questo Mondiale. Il Cile, però, non ha regalato la vittoria facile alla “Selecao” infatti il match si è concluso addirittura ai calci di rigore. Apre le marcature al 18′ il centrale difensivo brasiliano David Luiz, segnando un gol sugli sviluppi di un calcio d’angolo calciato da Neymar. Al 32′ Alexis Sanchez ristabilisce la parità calciando da centro area un diagonale col destro che si insacca alle spalle di un incolpevole Julio Cesar. Segna sempre El Niño Maravilla! L’incontro prosegue ma nessuna delle due squadre riesce a portarsi in vantaggio, finiscono i tempi regolamentari e anche quelli supplementari. L’occasione più grande ce l’ha la “La Roja” con Mauricio Pinilla all’ultimo minuto del secondo overtime colpendo una clamorosa traversa. È il Brasile ad uscire vincitore dalla lotteria dei rigori grazie ad uno strepitoso Julio Cesar che ne para ben due! Il rigore decisivo viene sbagliato da Gonzalo Jara che colpisce il palo, infrangendo così i sogni di gloria cileni. Brasile ai quarti di finale!

[youtube id=”dv_G-K6LeQ4″]

BRASILE-CILE 1-1 (4-3 d.c.r.)
BRASILE (4-2-3-1):
 J. Cesar; D. Alves, T. Silva, Marcelo; Fernandinho (72′ Ramires), L.Gustavo; Oscar (107′ Willian), Neymar, Hulk; Fred (64′ Jo). All: Scolari
CILE (3-4-1-2): Bravo; Silva, Medel (108′ Rojas), Jara; Isla, Aranguiz, Diaz, Mena; Vidal (87′ Pinilla); Sanchez, Vargas (56′ Gutierrez). All: Sampaoli
Arbtiro: Webb (Ing)
Marcatori: 18′ D. Luiz (B); 32′ Sanchez (C)
Rigori: D. Luiz: GOL; Pinilla: PARATO; Willian FUORI; Sanchez: PARATO; Marcelo: GOL; Aranguiz: GOL; Hulk: PARATO; Diaz: GOL; Neymar: GOL; Jara: PALO.

Colombia – Uruguay (28/06/2014 Estádio Maracanã, Rio de Janeiro)

colombia-uruGrandissima prova di carattere della Colombia! Questa squadra sta dimostrando partita dopo partita di che pasta è fatta giocando un calcio divertente, spettacolare ed incredibilmente efficace. A prendere le vesti da leader, al posto dello sfortunato Radamel Falcao, è il giovane James Rodriguez che si schianta contro l’Uruguay (priva del “cannibale” Luis Suarez) segnando un’esaltante doppietta. Al 28′ “El Diez” dei “Los Cafeteros” segna il gol, probabilmente,  più bello del Mondiale: stop di petto al limite dell’area di rigore, a tutta gamba col sinistro insacca un bolide imprendibile per Muslera. Al 50′ la Colombia raddoppia ancora con James Rodriguez grazie ad un’azione partita dall’esterno Pablo Armero che crossa la palla in mezzo, poi “spizzata” al centro per il “golden boy” colombiano che non perdona. 2-0 il risultato finale. La Colombia ora se la dovrà vedere con il Brasile, sarà una gara a dir poco avvincente.

[youtube id=”Foy61srUo9A”]

COLOMBIA-URUGUAY 2-0
MARCATORI: 28′ Rodriguez (C); 50′ Rodriguez (C).
COLOMBIA (4-4-2): Ospina; Armero, Yepes, Zapata, Zuniga; Aguilar, Cuadrado  (80′ Guarin), Rodriguez (86′ Ramos), Sanchez; Gutierrez (68′ Mejia), Martinez.  All.: Pekerman.
URUGUAY (4-4-2): Muslera; Caceres, Gimenez, Godin, Pereira; Gonzalez (67′ Hernandez), Pereira (54′ Ramirez), Rios, Rodriguez; Cavani, Forlan (53′ Stuani).  All.: Tabarez.
ARBITRO: Bjorn Kuipers.

Olanda – Messico (29/06/2014 Estádio Castelão, Fortaleza)

olanda-messico-2-1-mondiali-rimontaChe partita, o meglio, che seconda metà di gara! Dopo un primo tempo senza occasioni da gol, il secondo tempo è stato davvero spettacolare. Subito all’inizio della ripresa al 48′ il Messico passa in vantaggio con il “fanstasista” Giovani Dos Santos con un gol da “circoletti rossi”: stop di petto, palla portata avanti e sinistro incrociato con la palla che si insacca alle spalle dell’estremo difensore olandese. Gli “Oranje” ora iniziano ad attaccare con il coltello tra i denti ma la formazione “Tricolor” riesce a difendersi bene e a restare in vantaggio. Quando sembrava tutto finito per l’Olanda, al 88′ l’ex Inter Wesley Sneijder impatta il risultato sull’1-1 con un tiro potentissimo da centro area. Le emozioni, ovviamente, non sono finite qui perché dopo un’incursione del solito Arjen Robben, l’esperto difensore messicano Rafa Marquez commette fallo in area di rigore ai danni dell’attaccante olandese: calcio di rigore! Al 94′ dal dischetto va Klaas Jan Huntelaar che spiazza il portiere “sorpresa” del Mondiale 2014, Ochoa. Finisce 2-1 per l’Olanda che si qualifica ai quarti di finale continuando così la marcia che sta tenendo in questa prima parte della competizione.

[youtube id=”sRh9PzOQNeI”]

OLANDA-MESSICO 2-1
MARCATORI: 48′ Dos Santos (M); 88′ Sneijder (O), 90′+4 Huntelaar rig. (O).
OLANDA (3-5-2): Cillessen; Blind, De Vrij, Verhaegh (57′ Depay); Vlaar, De Jong (9′ Martins Indi), Robben, Sneijder, Wijnaldum; Kuyt, Van Persie (76′ Huntelaar ). All.: Van Gaal.
MESSICO (5-3-2): Ochoa; Aguilar, Layun, Marquez, Maza Rodriguez, Moreno (47′ Reyes); Guardado, Herrera, Salcido; Dos Santos (62′ Aquino), Peralta (75′ Hernandez).  All.: Herrera.
ARBITRO: Pedro Proenca.

Costa Rica – Grecia (29/06/2014 Arena Pernambuco, Recife)

costa rica-greciaLa partita delle “sorprese”, la Costa Rica soprattutto che si è qualificata agli ottavi per la prima volta nella sua storia passando il girone addirittura al primo posto! Anche in questo match il primo tempo non è caratterizzato dallo spettacolo, si segnalano solo due occasione, una per parte: prima Bolaños e poi Salpingidis. Al 52′ sono i “Ticos” a passare in vantaggio con Bryan Ruiz (autore del gol che ha segnato la sconfitta italiana) con un tiro di prima rasoterra di sinistro che si insacca nell’angolino basso del portiere greco. La Costa Rica, però, al 66′ rimane in dieci uomini perché viene espulso Duarte e, sfruttando la superiorità numerica, la Grecia al 91′ Sokratis Papastathopoulos pareggia i conti.  Terminano sia i tempi regolamentari che quelli supplementari con il risultato di 1-1: si va quindi ai calci di rigore. La Costa Rica non sbaglia nemmeno un rigore mentre per i “Piratiko” fallisce Gekas mandando la compagine costaricense ai quarti di finale… Incredibile!

[youtube id=”hUSjJgsEx0A”]

COSTA RICA-GRECIA 6-4 dcr (1-1 al 120′)
MARCATORI: 52′ Ruiz (C); 91′ Papastathopoulos (G).
COSTA RICA (5-3-1-1): Navas; Diaz, Duarte, Gamboa (77′ Acosta), Gonzalez, Umana; Bolanos (83′ Brenes), Borges, Tejeda (66′ Cubero); Ruiz; Campbell. All.: Pinto.
GRECIA (4-5-1): Karnezis; Holebas, Manolas, Papastathopoulos, Torosidis; Christodoulopoulos, Karagounis, Maniatis (78′ Katsouranis), Samaris (58′ Mitroglou), Salpingidis  (69′ Gekas); Samaras. All.: Santos 6.
ARBITRO: Benjamin Williams.

Francia – Nigeria (30/06/2014 Estádio Nacional de Brasilia, Brasilia)

francia-nigeriaLa Francia non sbaglia, passa ai quarti di finale di un Mondiale che fino a questo punto ha giocato davvero molto bene. Non è stato semplice, però, battere la Nigeria che ha tenuto il risultato in parità fino al 79′ quando lo juventino Paul Pogba ha insaccato in rete il gol che ha portato i francesi in vantaggio. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo l’estremo difensore nigeriano Enyeama – ha fatto numerose parate importanti nel corso della partita – “smanaccia” in modo poco preciso fornendo l’assist a Pogba che di testa segna praticamente a porta vuota. La Francia raddoppia poi al 92′ con un clamoroso autogol del difensore Joseph Yobo. Termina 2-0, “Les Bleus” possono continuare la loro marcia trionfale!

[youtube id=”0GwOHrLdoBw”]

FRANCIA-NIGERIA 2-0

MARCATORI: 79′ Pogba (F); 92′ aut. Yobo (N).

FRANCIA (4-3-3): Lloris; Debuchy, Evra, Koscielny , Varane; Cabaye, Matuidi, Pogba; Valbuena (90′ Sissoko), Benzema, Giroud (62′ Griezmann). All.: Deschamps.

NIGERIA (4-2-3-1): Enyeama; Ambrose, Omeruo, Oshaniwa, Yobo; Mikel, Moses (88′ Nwofor); Onazi (57′ Gabriel), Emenike, Musa; Odemwingie. All.: Keshi.


ARBITRO: Mark Geiger.

Germania – Algeria (30/06/2014 Estádio Beira-Rio, Porto Alegre)

schurrle_germania_algeria_gettyÈ stata decisamente più dura del previsto, non ci si aspettava un’Algeria così competitiva e agguerrita, tutti si aspettavano una vittoria facile per la Germania. Invece n0, i nordafricani non hanno voluto essere gli agnelli sacrificali della situazione e si sono battuti con il coltello tra i denti, mettendo in seria difficoltà la squadra allenata da Joachim Löw. Ai tedeschi servono i tempi supplementari per approdare ai quarti di finale. Durante i tempi regolamentari entrambe le nazionali hanno avuto occasioni da gol, gli algerini sono stati davvero pericolosi, c’è voluto una prestazione maiuscola dell’estremo difensore tedesco Manuel Neuer per tenere la porta inviolata. I 90′ volgono al termine e il risultato è ancora fermo sullo 0-0 ma nei primi minuti del primo tempo supplementare è André Schürrle che apre le danze segnando un gol su cross basso di Thomas Muller. Al 120′ Mesut Özil chiude i conti segnando il 2-0 con un tiro di potenza dopo alcuni rimpalli in area algerina. Inutile il gol di Abdelmoumene Djabou al 121′ che insacca in rete la palla fornita dal leader Sofiane Feghouli. La Germania ha sofferto troppo, non doveva faticare così tanto visto che è una compagine che si fa chiamare “Die Mannschaft” (La Squadra)…

[youtube id=”B-f4M6XGYRU”]

GERMANIA-ALGERIA 2-1 d.t.s.

RETI: 92′ Schurrle (G); 120′ Ozil (G), 120′+1 Djabou (A).
GERMANIA (4-2-3-1): Neuer; Boateng, Howedes, Lahm, Mertesacker; Mustafi (70′ Khedira), Gotze (46′ Schurrle); Kroos, Muller, Ozil; Schweinsteiger (109′ Kramer). All.: Low.
ALGERIA (4-4-2): M’Bolhi; Belkalem, Ghoulam, Halliche (97′ Bougherra), Mandi; Mostefa, Feghouli, Lacen, Taider (78′ Brahimi); Slimani, Soudani (100′ Djabou). All.: Halilhodzic.
ARBITRO: Sandro Ricci.

Argentina – Svizzera (1/07/2014 Arena Corinthians, San Paolo)

argentina-svizzeraSe non è stata la più bella partita degli ottavi di finale, poco ci manca, Argentina – Svizzera: spettacolo puro. 120′ ricchi di emozioni, palle-gol, occasioni e soprattutto giocate di alta scuola calcistica! Entrambe le squadre hanno avuto numerose opportunità per segnare nei primi 90′ ma non ci sono riuscite anche grazie ai due portieri: lo svizzero Benaglio e l’argentino, talvolta un po’ “pasticcione” Romero. I soliti Lionel Messi e Xerdan Shaqiri hanno alzato (e non di poco!) il tasso tecnico del match. Al 118′ per l’Argentina segna Angel Di Maria: gol propiziato da un errore di Stephan Lichsteiner (sono davvero rari, ma certi costano caro!) a centrocampo, Messi prende palla, fa 20 metri palla al piede e serve il 7 argentino che con il suo fatale mancino insacca in rete l’1-0. I Rossocerchiati provano un ultimo disperato attacco per agguantare il pareggio ma un sfortunato Blerim Dzemaili colpisce il palo di testa e fallisce il tap-in successivo. Finisce così 1-o per l’Albiceleste che passa ai quarti di finale!

[youtube id=”9pVXCb4cS6k”]

ARGENTINA-SVIZZERA 1-0
MARCATORE: 118′ Di Maria (A).
ARGENTINA (4-3-3): Romero; Fernandez, Garay, Rojo (105′ Basanta), Di Maria; Gago (106′ Biglia), Mascherano, Zabaleta; Higuain, Lavezzi (74′ Palacio), Messi. All.: Sabella.
SVIZZERA (4-2-3-1): Benaglio; Djourou, Lichtsteiner, Rodriguez, Schar; Behrami, Inler; Shaqiri, Xhaka (66′ Fernandes), Drmic (82′ Seferovic); Mehmedi (113′ Dzemaili). All.: Hitzfeld.
ARBITRO: Jonas Eriksson

Belgio – Stati Uniti (1/07/2014 Arena Fonte Nova, Salvador)

belgio usaUltimo incontro degli ottavi di finale, si chiude col botto. Ennesima partita terminata ai tempi supplementari (solo Olanda e Francia hanno vinto in 90′ rischiando gli overtime). Il Belgio favorito sugli Stati Uniti vince soffrendo più del previsto. Gli U.S.A. stanno crescendo anno dopo anno e stanno entrando a gran voce nel panorama calcistico Mondiale. I primi 90′ di gioco sono stati segnati da belle parate di Howard e Courtois ma la partita si è sbloccata ai tempi supplementari (e che tempi supplementari!). Tre gol in 30′ minuti: prima De Bruyne con un destro da centro area poi Romelu Lukaku di sinistro insacca il 2-0. All’inizio del secondo tempo supplementare Julian Green accorcia le distanze segnando il 2-1. Però la partita e l’avventura in questi Mondiali per gli Stati Uniti finisce qui. Il Belgio si qualifica per i quarti di finale e affronterà una grande Argentina.

[youtube id=”XXPkjzEu_vM”]

BELGIO-USA 2-1 dts
MARCATORI: 93′ De Bruyne (B); 105′ Lukaku (B), 107′ Green (U).
BELGIO (4-2-3-1): Courtois; Alderweireld, Kompany, Van Buyten, Vertonghen; De Bruyne, Fellaini; Hazard (112′ Chadli), Mertens (61′ Mirallas), Witsel; Origi (92′ Lukaku). All.: Wilmots.
USA (4-2-3-1): Howard; Beasley, Besler, Cameron, Gonzalez; Johnson (32′ Yedlin), Bedoya (106′ Green); Bradley, Jones, Zusi (73′ Wondolowski); Dempsey. All.: Klinsmann.
ARBITRO: Djamel Haimoudi.

+ Non ci sono commenti

Aggiungi