Blog

Ricette con yogurt da leccarsi i baffi!

di Alessia Tupputi

Pubblicato il

Di ricette con yogurt è pieno il web, ma qual è la prima cosa a cui pensate se dico yogurt? A me viene subito in mente l’ora di merenda: yogurt bianco (o yogurt greco), un cucchiaino e una manciata di cereali! Diciamo che è un po’ un rito, un momento che sa di casa e tranquillità.

Oggi le varietà e le varianti dello yogurt che esistono in commercio sono moltissime: oltre al classico, possiamo trovare per esempio lo yogurt greco che è uno yogurt maggiormente filtrato.

Ricette con yogurt

(Credits: monfocus su Pixabay)

Una delle varianti che preferisco però è lo Skyr: come lo yogurt è un composto fermentato, ma si tratta in realtà di un formaggio di origine islandese a base di latte vaccino. Questo latticino è molto antico: veniva utilizzato già dai vichinghi e ne sono state trovate tracce in alcuni scavi archeologici dell’epoca medievale.

Tra leggenda e curiosità

Quella dello yogurt è una scoperta antichissima: sembra sia stato descritto da Aristotele, Senofonte, Erodoto e Plinio. Proprio per la sua così lunga storia è impossibile stabilire con certezza il momento della sua nascita.

Si sa che i pastori nomadi dei popoli dell’Europa orientale – nei tempi antichi – conservavano il latte di vacca, pecora, capra, cavalla e cammella in otri ricavati dalla pelle o dagli stomaci degli animali. La leggenda narra che qui, probabilmente per sbaglio, si è trovato a fermentare il primo yogurt.

L’etimologia della parola “yogurt” sembra derivare dal verbo turco ” yoğurmak“, che significava “mescolare grasso” o più comunemente mescolare. Ecco creata quindi la moderna parola yogurt.

L’impiego dello yogurt in cucina non è nuovo: pare che ve ne siano addirittura alcune ricette con yogurt citate nelle Mille e una notte. Solo all’inizio dello scorco secolo però gli scienziati iniziarono a studiare i segreti dello yogurt. Se volete scoprirne di più da un punto di vista scientifico, vi lascio qui il link a un altro nostro articolo. 

Questo alimento è stato molto studiato soprattutto negli ultimi decenni.  Per fare un esempio conosciuto, possiamo parlare del famoso bifidus actiregularis, che è un ceppo articolare sviluppato e brevettato da Danone per i propri prodotti a marchio Activia.

Ultima curiosità: lo sapevate che l’altisonante nome bifidus actiregularis non è un nome scientifico? Come spiega Danone sul sito Activia, si tratta di un nome scelto perché facilmente pronunciabile dai consumatori.

Insomma, una scelta simile a quella dietro il nome dell’Indominus Rex, ma senza zanne! Chi ha visto Jurassic World sa di cosa stiamo parlando – su quel film, qui su Discorsivo, ci siamo divisi tra chi l’ha amato e chi l’ha stroncato, ma non divaghiamo.

Vogliamo passare dalle parole alla pratica? Ho preparato per voi alcune ricette con yogurt diversi, che secondo me sono davvero gustose e succulente. Procediamo…

Ricette con yogurt: pollo con yogurt e curcuma

Un amico mi ha detto di aver provato questa ricetta in un ristorante indiano. Questo mi ha incuriosito e mi sono documentata un po’ sul web: come tutti sappiamo la curcuma e le spezie sono molto utilizzate nella cucina indiana.

Siete pronti allora? Il primo gioiello culinario che utilizzeremo è lo yogurt bianco naturale. Avete letto bene, lo utilizzeremo con il pollo e più precisamente il petto. Se volete potete utilizzare anche cosce o sovracosce, a seconda di quello che avete in casa.

Essendo un abbinamento curioso, economico e semplice da preparare, ve ne propongo due varianti.

Ricette con yogurt - pollo con yogurt e curcuma

Ricette con yogurt – pollo con yogurt e curcuma (Credits: Alessia Tupputi)

Gli ingredienti per due porzioni sono praticamente gli stessi:

  • 350g di petto di pollo
  • 200 g di yogurt bianco naturale
  • 2 cucchiaini di curcuma in polvere
  • Sale qb
  • Pepe qb
  • Un filo d’olio extra vergine di oliva 

Gli ingredienti aggiuntivi per la prima ricetta sono:

  • farina qb
  • 25g di pinoli
  • 60g d’acqua

Mentre gli ingredienti aggiuntivi per la seconda ricetta sono:

  • 1 cucchiaino di paprika dolce
  • pangrattato qb

In entrambi i casi bisogna iniziare pulendo il petto di pollo e tagliandolo a tocchetti per metterlo poi in una ciotola. Ora possiamo separare le due diverse preparazioni:

Versione 1: petto di pollo in padella con salsa di yogurt e curcuma

Ricoprite il pollo con la farina e mescolatelo in modo che tutti i bocconcini siano ben infarinati. Intanto scaldate un filo l’olio in una padella, versate i pinoli e tostateli finché non sono dorati. Ora è il momento di aggiungere il pollo infarinato per farlo rosolare.

Serve davvero poco olio. Appena rosolati i bocconcini si può aggiungere sale, pepe e l’acqua per sfumarli. Intanto si può preparare la salsa allo yogurt. È molto semplice: basta mescolare lo yogurt e la curcuma! Ora versate la salsa nella padella.

Il gioco è fatto! Basta amalgamare per qualche attimo e il piatto è pronto.

Versione 2: petto di pollo marinato salsa di yogurt e curcuma al forno

Questa variante è ancora più semplice! Aggiungete al pollo tagliato yogurt, curcuma, paprika, un filo l’olio, sale e pepe a piacere. Mescolate tutto e lasciate riposare coperto da pellicola per almeno mezz’ora.

Dopo di che prendete una teglia, da forno, copritela di carta forno e poi mettere i bocconcini ben distanti l’uno dall’altro. Cospargeteli di pan grattato e infornate per 20 minuti a 180° (se volete dare croccantezza, potete mettere il grill gli ultimi 5 minuti).

Entrambe le ricette ve le consiglio accompagnate a un’insalata mista con verdure di stagione. Inoltre a seconda dei vostri gusti potete aggiungere spezie in polvere.

Qualche idea? Aglio, chiodi di garofano, curry, zenzero…

Ricette con yogurt: bicchierini bicolore

Il secondo gioiello che utilizzeremo è lo yogurt greco. Vi racconto una ricetta con yogurt che di solito propongo nelle cene estive tra amici. E visto che ci stiamo avvicinando alla bella stagione… perché non approfittarne?

Io li chiamo bicchieri bicolore perché si crea un contrasto cromatico tra gli ingredienti, ma andiamo con ordine.

Gli ingredienti per 2 coppette sono:

  • 200g di yogurt greco bianco
  • 125g di frutti di bosco o fragole
  • 10g di zucchero (questo elemento è facoltativo)
  • 1 cucchiaino di amido di mais (maizena)
  • 1 cucchiaino di miele (questo elemento è facoltativo)
  • 50ml di acqua

La prima cosa da fare è cuocere la frutta insieme all’acqua in un pentolino, a fuoco molto basso (e se volete potete unire lo zucchero). Ricordatevi però di tenerne un cucchiaio da parte per la guarnizione.

Dopo qualche minuto, quando i frutti di bosco saranno disfatti, potrete procedere in due modi: frullandoli con un frullatore a immersione (tenete però presente che incorporeranno un po’ di aria e risulterà un composto un po’ spumoso) oppure passandoli con un colino (la coulis sarà di sicuro più omogenea, ma si perderà parte della frutta).

Una volta passati aggiungete l’amido di mais, un cucchiaino d’acqua e mettete nuovamente il pentolino sul fuoco finché non vedrete il composto addensarsi. Quando la consistenza sarà quella desiderata, potete versare la coulis in due bicchierini trasparenti.

Dopo che si sarà raffreddata, riponetela in frigo. Intanto potete mescolare allo yogurt il miele, se volete renderlo più dolce.

Ora arriva il momento delle chicche! Prima di comporlo aggiungendo lo strato di yogurt greco sopra la frutta, potete aggiungere allo yogurt delle gocce di cioccolato, oppure dei coriandoli di cioccolato, o ancora pezzettini di fragole.

Una volta composto il bicchierino e ottenuto l’effetto bicolore, guarnite con la restante frutta e con granella di nocciole. Oppure date sfogo alla vostra fantasia!

Ricette con yogurt: bicchieri bicolore

Ricette con yogurt: bicchieri bicolore (Credits: Alessia Tupputi)

Et voilà! Con pochi semplici passi avete preparato un pranzo o una cena succulenti ed equilibrati!

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: