Rubriche

Scompaginati

di Erika Biggio, Eleonora Cecchini, Ambra Oberti, Giada Magnani, Silvia Liotta e Andrea Ion Scotta

Il commissario Ricciardi, di Maurizio De Giovanni

di Eleonora Cecchini

Questa è l’essenza della serie Le stagioni del commissario Ricciardi di Maurizio De Giovanni, autore, tra gli altri, del romanzo I bastardi di Pizzofalcone. Primo: un commissario sui trent’anni. Giovane, di bell’aspetto, con degli occhi verdi indimenticabili. Secondo: una Napoli degli anni Trenta, in cui il Fascismo non fa solo da sfondo ma diventa esso stesso protagonista. La saga prende avvio nel 2006… continua

Il maestro, di Francesco Carofiglio

di Silvia Liotta

Corrado è stato un grande attore di teatro: bello e talentuoso, un vero maestro. Nel silenzio della sua casa di Roma riesce a sentire l’applauso del pubblico, il calore delle luci sul viso e le parole dei testi che ancora si fermano sulle sue labbra. È accaduto tutto davvero? Quel tempo ormai sembra lontano, la felicità e la potenza dell’essere… continua

La casa delle voci, di Donato Carrisi

di Andrea Ion Scotta

  La sabbia del tempo scorre inesorabile nella clessidra della vita. Il continuo fluire degli eventi oscura le certezze facendo camminare alla cieca sul vetro dell’anima. La staticità è condanna, un passo falso può spezzare la ragione. Da quel vorticare maledetto una luce squarta la confusione illuminando la strada ed insieme a voci amiche rinnovano coraggio. Ma è una speranza… continua

Il caso Jane Eyre di Jasper Fforde

di Ambra Oberti

“Ci sono cose più importanti delle leggi e dei regolamenti. Le mode e i governi vanno e vengono, ma Jane Eyre è per sempre. Darei qualunque cosa pur di portare in salvo quel romanzo” Sarà capitato anche a voi, almeno una volta nella vita, di leggere un libro e desiderare di poterne incontrare i protagonisti, parlarci e magari anche vivere… continua

Il serial killer che non ti aspetti – Ladykiller

di Erika Biggio

I serial killer, si sa, vanno di moda. Dal sempre affascinante Hannibal Lecter ai casi reali trattati in Mindhunter, anche la televisione cede all’appeal di questi criminali. Eppure è in letteratura che danno il meglio di sé. Mostri, come vengono spesso definiti, privi di empatia al punto da non riuscire nemmeno a concepire la sacralità della vita. Ladykiller, il nuovo… continua

La stiva e l’abisso, di Michele Mari

di Eleonora Cecchini

La stiva e il mistero dell’Abisso Nella stiva di un galeone spagnolo aleggia un mistero. Il galeone è immoto da giorni sopra le acque dell’Abisso a causa di una misteriosa bonaccia. Il suo capitano è costretto a letto dalla cancrena. Anche lui è immobile, e le uniche informazioni che riceve dall’esterno sono quelle del Secondo, Menzio, che si reca nella… continua

Il canto di Penelope

di Silvia Liotta

Penelope non è mai stata bella come sua cugina Elena, nessuna guerra è stata combattuta per conquistare il suo cuore. Ma la sua perseveranza nell’aspettare Odisseo per oltre vent’anni è stata tramandata sino ad oggi come l’emblema supremo dell’amore devoto di una moglie. Ma è davvero andata così? Margaret Atwood decide di dar voce a questa donna, attraverso le pagine… continua

Super AA. VV.

di Andrea Ion Scotta

Divoratori seriali di libri non temete, un nuovo supereroe è tra noi! Con le sue pagine è pronto a salvarci dalla routine, a coinvolgerci in azioni adrenaliniche e a farci vivere emozioni uniche. La Corte Editore è il suo rifugio ed insieme alla sua squadra, composta da 18 autori capitanati da Antonio Lanzetta, ci difenderà dalla monotonia. Super è arrivato… continua

Solo bagaglio a mano per Gabriele Romagnoli

di Ambra Oberti

Nell’ultimo viaggio fatto portare con le un libro dal nome “Solo bagaglio a mano”  di Gabriele Romagnoli (Ed. Feltrinelli) mi faceva simpatia, dopotutto sarei partita in aereo con effettivamente solo un bagaglio a mano. Quindi ho comprato questo libro un po’ sulla fiducia. E mi sono stupita. Lo scrittore annuncia di essere stato al suo funerale, e lì è una… continua

Chernobyl 01:23:40

di Silvia Liotta

Era il 26 aprile 1986 quando l’Unità 4 della centrale nucleare di Chernobyl cambiò per sempre la storia del mondo moderno. All’01:23:40 Aleksandr Akimov decise di andare avanti con un test di sicurezza nonostante ci fosse stato un aumento della temperatura del nocciolo ed alla fuoriuscita incontrollata di radiazioni letali. Il mondo intero conobbe il disastro solo alcuni giorni dopo… continua

error: