Rubriche

Psicologi in pigiama

di Benedetta Giagnorio

Paternità – Essere genitori cambia il cervello

di Benedetta Giagnorio

Quello della paternità è un campo tutto sommato inesplorato. È interessante notare come la ricerca scientifica si sia sempre concentrata sul ruolo della madre nello sviluppo sano del bambino, sorvolando completamente sul ruolo svolto dal padre. Conosciamo benissimo le modificazioni cerebrali a cui va incontro una neo-mamma,  i meccanismi fisiologici alla base della prima relazione madre-bambino, e le possibili patologie che possono… continua

Dissociazione: come la mente “sopravvive” al trauma

di Benedetta Giagnorio

Le celebrazioni per la Giornata della Memoria ci ricordano lo strascico che i grandi traumi lasciano sulla memoria collettiva e individuale. Le vittime di trauma, soprattutto se prolungato, sono vittime due volte: del proprio carnefice e della propria memoria, addolorata dal ricordo eppure incapace di dimenticare. Spesso sviluppano disturbi post-traumatici da stress (spesso abbreviato in Ptsd) nei casi peggiori anche sintomi… continua

La discriminazione nelle stanze di cura: unequal treatment e sanità

di Benedetta Giagnorio

Viviamo in tempi bui. Il riscaldamento globale avanza, ignorato da politici e grandi industriali, eppure il problema più grosso che sembra affliggere la mente di tutti è la migrazione. Aumentano i casi di discriminazione non soltanto razziale, ma anche di genere e di orientamento sessuale. In questo clima, conosciamo ormai bene gli effetti della discriminazione nell’ambito lavorativo e sociale, meno… continua

La psicoterapia funziona davvero? La scienza risponde

di Benedetta Giagnorio

La psicoterapia funziona? La risposta rapida è sì, ma ad alcune condizioni. La psicoterapia non è tutta uguale Avrete sicuramente sentito dire che la psicoterapia si avvale di diversi approcci. C’è l’approccio della psicoanalisi, quello junghiano, la psicoterapia rogersiana, quella sistemica, interpersonale e chi più ne ha più ne metta. Ognuno di essi si fonda su una struttura teorica e… continua

Il caso di Noa ci ricorda la battaglia contro il suicidio

di Benedetta Giagnorio

In questi giorni si è detto tanto sul caso di Noa Pothoven, la 17enne olandese morta suicida. Potremmo parlare di come i media italiani e internazionali siano caduti nella trappola della disinformazione, facendo credere che la ragazza abbia ottenuto l’eutanasia dallo Stato. Possiamo discutere sul ruolo dei genitori nella decisione di rifiutare l’alimentazione forzata proposta dall’ospedale. Potremmo capire quali sono… continua

Giusto o sbagliato? La psicologia della moralità

di Benedetta Giagnorio

La morale, si sa, è difficile da definire. Si modifica nel tempo, nello spazio e nelle culture. Le sue leggi però vengono viste da ognuno di noi come immutabili, indiscutibili e assolutamente vere. Il concetto di moralità si lega indissolubilmente al confronto bene-male, giusto-sbagliato: un comportamento, un’idea, un valore è giudicato morale e giusto se si conforma a uno standard, al contrario… continua

Le depressioni natalizie del Christmas Blues

di Benedetta Giagnorio

Quando parliamo di depressione, dobbiamo stare attenti a non generalizzare. Di depressione non ce n’è, infatti, un solo tipo. Parliamo di un fenomeno complesso, uno spettro di sintomi più o meno gravi che si possono vedere in modi e tempi diversi. Una particolare manifestazione della depressione si può notare proprio a Natale, e viene chiamata Christmas Blues (depressione natalizia in… continua

Le 16 personalità di Myers-Briggs

di Benedetta Giagnorio

Sulla personalità e su come si misura è stato detto di tutto e di più. Sappiamo che i “test di personalità” tanto popolari nei Social Media hanno lo stesso fascino dell’oroscopo: non ci credo ma lo leggo lo stesso. Sappiamo che i veri test di personalità sono complessi e frutto di decenni di lavoro e ricerca. Sappiamo anche che un… continua

Il ponte di Genova e i traumi collettivi

di Benedetta Giagnorio

Vi ricordate quando si diceva che l’11 settembre è stato così segnante che tutti si ricordano dov’erano e cosa stavano facendo? Per i genovesi (e non solo) è proprio così. Il crollo del ponte Morandi (o come lo chiamavamo spesso noi genovesi “il ponte di Brooklin“) è un vero e proprio trauma collettivo per la popolazione genovese. Non solo: ha… continua

error: