Cosmic sin – Quando Bruce Willis divenne protagonista dei Razzie Awards 2022


Della 42esima edizione dei Razzie Awards – il premio che ogni anno viene assegnato al meglio del peggio di Hollywood e dintorni – una cosa resterà nella storia: quella volta che un’intera categoria del premio venne dedicata ai soli film con Bruce Willis usciti nel 2021. Stiamo parlando di Cosmic sin, American siege, Apex, Deadlock, Fortress, Midnight in the switchgrass, Out of death e Survive the game.

Non so se davvero Cosmic sin, il vincitore assoluto, sia peggiore degli altri.

Quel che è certo è che fa incredibilmente schifo.

Cosmic sin – Il peggior film del 2021 con Bruce Willis, secondo i Razzie Awards

Parliamo subito dell’interpretazione di Bruce Willis in Cosmic sin. Già, perché magari il film sarà pure orribile, ma con il proprio carisma potrebbe aver reso memorabili almeno le sue scene. Giusto?

Macché. Per tutto il film sembra che stia recitando in uno spot dei grissini su una tv locale piemontese. Ma con una sceneggiatura meno solida.

Eppure, nonostante il regista non possa che essere consapevole dell’interpretazione, il montatore del film ha ricevuto da lui una sola direttiva: “Mettici più Bruce”. Accade così che ogni dialogo lo vede inquadrato decine e decine di volte, anche fugacemente, pur di ricordare allo spettatore la sua presenza nel film.

Quando invece vorremmo tutti far finta che non sia mai successo.

Ma di che parla Cosmic sin?

Lasciando stare per un attimo Bruce Willis, qual è la trama di Cosmic sin? Eccola: l’umanità deve fermare un’invasione aliena. Fine. Non c’è altro. Una trama banale, certo, ma in compenso è raccontata con i piedi.

Bruce Willis nel film che ha vinto il Razzie come suo peggiore tra gli otto interpretati nel 2021

Bruce Willis non sembra entusiasta di far parte del film. Come dargli torto? (Credits: Amazon prime)

Secondo il regista Edward Drake, che Cosmic sin l’ha anche scritto assieme a Corey Large, il trucco è infatti buttare in faccia allo spettatore un sacco di informazioni completamente inutili, nella speranza che non si accorga di aver già visto questa storia innumerevoli volte – ma fatta molto meglio.

Scopriamo dunque cosa è accaduto nella storia dell’umanità negli ultimi 500 anni, ci viene spiegato perché l’universo si divide tra chi ama il personaggio di Bruce Willis e chi vorrebbe vederlo morto, veniamo a conoscenza del nuovo sistema intergalattico composto dalla Terra e i pianeti Zafdie ed Ellora, e tanti, tantissimi altri particolari che non servono a niente.

Dite che una VTX 1300 CX Fury non permette di capire che ci troviamo nel 2542?

Come dite? Una VTX 1300 CX Fury non fa respirare esattamente l’atmosfera di un film ambientato nel 2542? Pignoli! (Credits: Amazon prime)

Perché il film resta una noiosissima boiata. Questi dettagli la appesantiscono soltanto.

È come se vi raccontassi una barzelletta vecchia facendovi però perdere un sacco di tempo.

Anzi, lo faccio.

Una barzelletta per nulla densa di dettagli inutili

Siamo nell’estate del 2000. È mattina. Un uomo, un 38enne della provincia di Imperia, sta camminando per strada. Ripensa con soddisfazione alla sera prima, a quell’Italia-Olanda e ai rigori parati da Francesco Toldo. Ancora non sospetta che quel Campionato europeo di calcio avrà un finale amaro, e dovrà attendere più di vent’anni per vedere una vittoria azzurra in quella competizione.

L’uomo è slanciato, piuttosto in forma, e ha una vita sentimentale un po’ infelice. Compensa con un buon lavoro, il classico impiego in banca che farebbe felice ogni genitore… e ogni suocera, se ne avesse una. Ma oggi i suoi crucci amorosi non contano: l’Italia ha vinto, e bisogna festeggiare con una bella colazione fuori casa e una passeggiata.

E così, sorridendo, entra in un caffè.

Splash.

Il giudizio complessivo su Cosmic sin (tralasciando Bruce Willis)

Cosmic sin è un film incredibilmente stupido. Racconta una storia già vista ma riesce a farlo complicandosi la vita in modo tragicomico.

Decide di ambientare gli eventi nel 2542, ma non ha il budget per mostrartelo, come in In vacanza su Marte: la gente è vestita come nel 2018 e guida veicoli normalissimi. Sperando che tu nel frattempo non ci abbia fatto caso, decide di spostare l’azione a 13mila anni luce dalla Terra, tra la vegetazione del pianeta Ellora. Che sarà pure un pianeta diverso, ma sembra comunque di essere andati per funghi in un boschetto nei pressi di San Cassiano, provincia di Bolzano.

Il boschetto in Trentino in cui è ambientata la seconda parte di Cosmic Sin

Il boschetto in Trentino in cui è ambientata la seconda parte di Cosmic Sin (Credits: Amazon prime)

E spero per la Pro loco di San Cassiano che sia andata davvero così.

1 comment

Aggiungi

+ Leave a Comment