Guida astrologica per cuori infranti – “Stereotipato” con ascendente “Però guardabile”


Che ultimamente il mio cervello abbia bisogno di staccare almeno davanti alla tv era chiaro già da quando avevo confessato di guardare Love is in the air. Questa volta, l’amore non è tanto nell’aria quanto nelle stelle: Guida astrologica per cuori infranti – la nuova serie tv prodotta da Netflix tratta dal libro omonimo di Silvia Zucca – punta infatti all’oroscopo per capire se è l’uomo adatto a te.

Guida astrologica per cuori infranti porta Bridget Jones a Torino

“In molti non credono nell’astrologia, poi però si leggono l’oroscopo”. Questo rivela Tio, un attore dai mille lavori, alla protagonista Alice Bassi. Alice – moderna Bridget Jones – è un’assistente di produzione in una tv che sta per chiudere i battenti. L’unica salvezza è riuscire a trovare un programma che piaccia al nuovo capo, Davide Sardi.

Ma, oltre a salvare il suo lavoro, Alice deve anche rimettere in sesto la sua vita privata: il suo ex, Carlo, che lavora con lei, ha chiesto la mano di un’altra collega con cui sta per avere un figlio.

La ricerca di Alice per trovare l’uomo perfetto passa dall’astrologia (Credits: Netflix)

E così, come la sua omonima, Alice si ritrova a viaggiare per il Paese delle meraviglie – o dei segni zodiacali, per meglio dire – alla ricerca dell’amore adatto a lei. Mentre le puntate scorrono, ci affezioniamo ad Alice e ai suoi amici, facendo il tifo per lei e godendoci la magia di una Torino che ci fa sognare.

La prevedibilità che ci dà sicurezza

Guida astrologica per cuori infranti non è certo un prodotto profondo o innovativo, ma ricorda per certi aspetti il fortunato Home for Christmas e si lascia guardare con piacere. A differenza della serie svedese, tuttavia, c’è una prevedibilità che non viene mai spezzata e che porta la serie a essere un semplice e leggero passatempo per chi – come me – spesso non ha voglia di dedicarsi a prodotti più complessi.

Anche gli intoppi e i “colpi di scena” – che anche quando non sai esattamente cosa arriverà sai bene che qualcosa arriverà – non riescono a dare un senso di novità. Resta tuttavia la sensazione di un’occasione sfumata.

Guida astrologica per cuori infranti: un'occasione sprecata

(Credits: Netflix)

Guida astrologica per cuori infranti è carina e guardabile, ma avrebbe potuto fare quel piccolo passo in più e dare più corpo ad alcuni aspetti che avrebbero meritato molto più spazio, come le insicurezze sul proprio futuro lavorativo, le relazioni tossiche, o la vecchiaia e le responsabilità.

Menzione d’onore per Tio

In questo senso è Tio il personaggio più interessante. Inizialmente presentato come il classico amico gay della protagonista – o meglio, in questo caso, fluido – Tio si dimostra puntata dopo puntata un personaggio a 360 gradi. Il ragazzo vive con la nonna anziana e affetta da Alzheimer, e anche per questo si mostra come un uomo responsabile e dedito alla nonna con una dolcezza disarmante.

Lorenzo Adorni nel ruolo di Tio (Credits: Netflix)

Lorenzo Adorni nel ruolo di Tio (Credits: Netflix)

Al contrario di lui, gli altri personaggi in secondo piano non riescono a spiccare e restano semplici stereotipi utili per la trama.

Ma forse è proprio per questo che si lascia guardare: in un mondo pieno di incertezza, alle volte, è anche piacevole sapere cosa aspettarsi.

Se avete apprezzato i primi episodi di Guida astrologica per cuori infranti state tranquilli: ne sono già stati preparati altri sei, che andranno a chiudere il cerchio dei segni zodiacali.

+ Non ci sono commenti

Aggiungi