3 serie tv da guardare se siete una neomamma (o semplicemente in dolce attesa)


Ci sono momenti nella vita in cui la nostra prospettiva cambia radicalmente.

Provate a vedere lo stesso film romantico quando siete innamorati o quando state ancora soffrendo per una rottura. Provate a vedere un horror di giorno, a casa di un amico e in compagnia, oppure di sera, nella vostra abitazione e completamente soli. Avrete le stesse identiche sensazioni?

Allo stesso modo ci sono serie tv che possono essere carine e apprezzabili in molte fasi della nostra vita oppure devastanti o azzeccate in un momento preciso: quando stiamo per diventare o siamo appena diventati genitori.

Ecco quindi tre serie perfette per neomamme… o che presto lo diventeranno!

Tre serie tv da guardare da neomamma (o se siete in dolce attesa)

Dal desiderio di gravidanza alla gestazione vera e propria, nel nostro corpo cambiano molte cose. A cominciare dal corpo stesso. E dopo mesi di trasformazione, con i nostri livelli ormonali cambiati, non ci stupisce che anche il nostro punto di vista sul mondo sia differente.

Il desiderio di gravidanza, rappresentato da una donna incinta

(Credits: Free-photos, Pixabay)

Ecco perciò, dopo l’articolo dedicato ai papà, i miei consigli su tre serie tv da guardare da neomamma o se siete in dolce attesa.

1. The letdown – Stroncare sul nascere le aspettative

Prodotta da Abc e successivamente co-prodotta NetflixThe letdown è una serie tv australiana nata inizialmente come parte di una serie antologica – ovvero Comedy Showroom – per poi ritagliarsi uno spazio tutto suo.

The letdown vede come protagonista Audrey (Alison Bell, ideatrice della serie insieme a Sarah Scheller), una neomamma che si trova in difficoltà in questo suo nuovo ruolo di vita. Iscritta a un gruppo di neomamme dove inizialmente si sentirà fuori luogo, scoprirà che nessuna è “nata imparata”: essere genitore è qualcosa che si apprende passo passo.

Anzi, forse l’essere genitore è proprio quel percorso che si segue tra un errore e l’altro finché le cose non iniziano a diventare più naturali.

Banner orizzontale serie tv The letdown

(Credits: Netflix)

Tra un sorriso e una risata, The letdown, che è arrivata alla seconda stagione, aiuta a far riflettere su moltissimi temi: dalla solitudine delle neomamme, al senso di dover essere per forza brave in questo nuovo ruolo, all’aborto, all’allattamento, all’inesistente manuale di istruzioni per farli mangiare/dormire/calmare, al rapporto coi propri genitori, alla scelta di crescere un figlio da soli, al voler (o non voler) essere madri e/o padri a tempo pieno o lavoratori.

L’unica cosa certa – in tutto questo caos che è la vita da neomamma – è che non bisogna aver paura di alzare la mano e chiedere aiuto. E che se si può contare su qualcuno che ci sta passando, e che capisce come ci si sente, niente è insormontabile.

Non si sa ancora se The letdown verrà rinnovata per una terza stagione, ma al momento non è ancora stata nemmeno ufficialmente cancellata. Non ci resta che attendere.

2. Workin’ mums – Alla ricerca di se stesse dopo essere diventate mamme

Serie tv canadese prodotta da Cbc Television e distribuita in Italia da Netflix, Workin’ mums è arrivata alla quarta stagione senza sbagliare quasi mai un colpo.

L’idea alla base è molto simile a quella di The letdown, anche se con un cast molto più corale: un gruppo di neomamme si trova ad affrontare le problematiche date dall’essere neogenitori. Questo tuttavia, a differenza di The letdown, avviene in un momento ancora più delicato: quando finisce il periodo di maternità e si può/deve/vuole tornare a lavorare.

banner orizzontale workin' mums che ritrae le quattro mamme protagoniste del racconto

(Credits: Cbc Television)

Kate Foster (Catherine Reitman, ideatrice della serie) è una donna ambiziosa che si è sempre vista come una donna in carriera e non vede l’ora di tornare in pista, anche se questo la fa sentire in colpa verso il figlio che ha solo sei mesi.

Ann (Dani Kind) è una psicologa che sa dare ottimi consigli agli altri ma non ha la più pallida idea di come gestire la sua primogenita in ribellione adolescenziale.

Jenny (Jessalyn Wanlim) non è portata per l’essere genitore e lascia tutto il peso sulle spalle del compagno Ian (Dennis Andres), che invece si sente davvero felice nel fare il padre a tempo pieno.

Frankie (Juno Ruddell) ha portato in grembo l’ovulo di sua moglie e ha dato alla luce la loro bambina, ma è emotivamente fragile perché non riesce a capire qual è il suo ruolo in tutto ciò: è quella che ha partorito, quella che si tira il latte, ma non è quella che si sente davvero la “mamma” nella coppia.

Infine Val (Sarah McVie), la tutor del gruppo, fa inizialmente da spalla comica ma riesce a ritagliarsi un suo percorso di approfondimento nello sviluppo delle stagioni.

Perché Workin’ mums è sicuramente una serie tv da guardare da neomamma

Con il suo essere irriverente, pur senza abbandonare un tono leggero, Workin’ mums è capace di trattare moltissime difficoltà che si incontrano quando si diventa genitori. Una caratteristica, questa, che la rende sicuramente una di quelle serie tv da guardare quando si diventa una neomamma.

Ma non solo. La serie ha anche il pregio di parlare senza retorica di temi di interesse universale come il divario salariale, le discriminazioni di genere, di razza o religiose, il sessismo sul lavoro, la tossicodipendenza, l’aborto, il dover ritrovare un equilibrio come persone e come coppie, il bullismo, la propria identità e le proprie ambizioni.

Workin' mums, una delle serie tv da guardare se sei neomamma o in dolce attesa è stata confermata per una quinta stagione

(Credits: account Twitter ufficiale di Workin’ mums)

Anche qui il messaggio di fondo è uno: non esiste una strada perfetta per tutti; ognuno deve trovare la propria. E soprattutto: mamme (ma genitori in generale), non lasciate che gli altri vi dicano chi o cosa dovete essere! Dovete sceglierlo da voi.

La serie è stata rinnovata per una quinta stagione, ma a causa del Covid non si sa ancora quando questa potrebbe uscire.

3. This is us – Aspirare alla perfezione

Lo so, lo so: di This is us ne abbiamo già parlato qui e qui. Ma è decisamente una di quelle serie tv da guardare se sei neomamma o in dolce attesa, perché ti mostra un modello meraviglioso a cui aspirare: Rebecca.

Rebecca Pearson (Mandy Moore) è tutto ciò che possiamo desiderare di essere come madri: non un essere umano perfetto, ma sempre spinto dal desiderio di imparare dai propri errori e fare del suo meglio.

This is us, una delle serie tv da guardare da neomamma o in dolce attesa

(Credits: Nbc)

Dopo aver dato alla luce due gemelli e aver perso il terzo si ritrova ad adottare Randall. Il suo iniziale e inconscio rifiuto verso il bambino, dovuto anche alla necessità di elaborare il proprio lutto, è talmente umano da farci immediatamente empatizzare con lei. Allo stesso tempo, il suo prendere in mano la situazione e reagire per il bene suo, di Randall e dei gemelli è pieno di una forza che tutti vorremmo possedere.

Ogni errore che ha commesso nella strada – dal mentire a Randall sul suo vero padre al pressare Kate riguardo al suo peso – lo ha commesso pensando di fare la cosa giusta. Ma la cosa più importante è che messa davanti ai propri sbagli ha fatto un esame di coscienza e si è presa le proprie responsabilità.

In che modo Rebecca di This is us è un valido esempio di mamma

Quando Jack non è stato all’altezza del suo ruolo Rebecca ha compensato le sue mancanze prendendosi in carico tutte le responsabilità. Allo stesso modo, senza piangersi addosso, ha messo il marito di fronte a queste mancanze aiutandolo a crescere.

Non solo. Quando si è trovata da sola a crescere tre adolescenti, rischiando di perdere se stessa, ha trovato in loro la forza di riprendersi. Si è inoltre ributtata nel mondo del lavoro – dopo esserne uscita tanti anni prima per poter crescere i tre figli – ed è riuscita a mantenere tutta la famiglia.

Non esiste una ricetta perfetta per essere genitori

Non esistono manuali perfetti di genitorialità – benché ne vendano di tutti i tipi. Né esistono serie tv perfette per questo momento della propria vita.

C’è un motivo se sono queste tre le serie tv che vogliamo consigliarvi di guardare se siete una neomamma: non indorano la pillola, non ci mettono buonismo ma riescono a farlo senza terrorizzare.

Perché potrete sentirvi bene o sentirvi uno schifo, sentire il bisogno di tornare a lavoro o di prendervi del tempo aggiuntivo a casa. Potrete calarvi perfettamente nel ruolo di madre o sentirvi totalmente inadeguate. Potrete essere inflessibili o adattarvi appieno alle esigenze dei figli, farli mangiare e addormentare con semplicità o sudare sette camicie per ogni pappa e ogni nanna.

Ma c’è una cosa che queste serie tv trasmettono in modo cristallino, e che le rendono assolutamente da guardare se siete una neomamma o in dolce attesa: in qualunque modo vi sentiate, non siete le sole.

+ Non ci sono commenti

Aggiungi