Lovecraft Country – Hbo svela l'horror delle leggi razziste di Jim Crow


Lovecraft Country Hbo ce la propone come brivido horror per quest’estate. La serie è prodotta da Jordan Peele (Get Out) e J.J. Abrams (Lost, per citarne solamente una delle sue produzioni) ed è tratta dal libro omonimo del 2016 di Matt Ruff.
La data di inizio della messa in onda dei 10 episodi settimanali che la compongono è domenica 16 agosto. Voci di corridoio parlano anche di una possibile contemporanea con gli States su Now tv, la piattaforma “snella” gemellata a Sky (Hbo ha ceduto a quest’ultima i diritti di trasmissione in Europa).
Quindi perché farci venire l’hype già ora, a quasi due settimane dall’inizio?
Perché Lovecraft Country di Hbo si presenta sulla carta con tutti i giusti requisiti per esserne eccitati!

Lovecraft Country Hbo Header

Lovecraft Country: un viaggio particolarmente terrorizzante (Credits: Hbo)

Lovecraft Country: H.P. Lovecraft e la sua stirpe

Quel nome che sta nel titolo, accostato al termine Country – ovvero quello di H.P. Lovecraft – non è la prima volta viene utilizzato per divenire un luogo, un’ambientazione. Accadeva così nel fumetto poi trasformato in prodotto Netflix: Locke&Key Benvenuti a Lovecraft, di cui ci ha parlato Simone Galli nel suo articolo a inizio anno.
Lovecraft è ben più di un autore: il suo marchio è divenuto un sigillo da apporre alle opere che si vogliono identificare in quel mondo mostruoso, abitato da creature dell’inconscio, dell’onirico, che si nutrono dei nostri peggiori incubi. Mostri, Antichi Dei che vivono in un multiverso dai confini labili, che aprono varchi sulla nostra realtà e lì si intrufolano pronti a terrorizzarci e a volte ammaliarci.
Lovecraft Country è dunque un Paese immerso nell’immaginario lovecraftiano e il Paese in questione sono gli Stati Uniti d’America degli anni Cinquanta. Qui l’elemento sovrannaturale della poetica dell’autore di inizio secolo collide con un’ulteriore ambientazione in cui si è voluto intingere l’opera: l’America segregazionista.

Viaggio al centro della Terra di Jim Crow

La storia di Lovecraft Country è quella di Atticus Black, un giovane veterano della guerra di Corea, appassionato di racconti pulp. L’avventura inizia quando il nostro, con l’aiuto dell’amica d’infanzia Letitia e l’adorato zio George, si vede costretto alla ricerca del padre, scomparso in misteriose circostanze. Il mistero s’infittisce con la scoperta della cerchia di conoscenze che il capofamiglia Black stava frequentando nell’ultimo periodo: una folta schiera di individui riconducibili alla setta esoterica “i figli di Adamo”.
L’improbabile trio si mette in marcia, ma sul loro percorso si allungano le ombre dei mostri scaturiti dalla mente di Lovecraft più di un secolo fa. Il loro diviene ben presto un viaggio al centro dell’ipocrisia razzista dell’America del “separate but equal” (“separati ma uguali”) delle leggi di Jim Crow.
Atticus e la sua famiglia allargata, insomma, sono neri in un momento della storia degli Stati Uniti in cui il Paese privilegia apertamente i bianchi, dove il razzismo è praticamente consentito per legga. In Lovecraft Country Hbo ha voluto pienamente mettere in risalto le politiche razziste dell’America segregazionista, questo anche grazie al nome scelto per la scrittura della serie: Misha Green, già ideatrice di Underground, una serie sull’epoca dello schiavismo americano.
La vera minaccia in Lovecraft Country, Hbo ce la indica con questa scelta per l’ideazione e la sceneggiatura del suo prodotto. Il terrore in questa serie horror non è dato dall’elemento sovrannaturale, ma dalla ricostruzione storica dell’orrorifico quotidiano di una famiglia nera nell’America degli anni Cinquanta.

Un secolo di ingiustizie

Le cosiddette leggi di Jim Crow fanno da sfondo alla vicenda di Atticus Black, che oltre ad affrontare una minaccia ignota è fin troppo consapevole dei reali pericoli di un viaggio all’interno di un Paese che nega i suoi diritti di cittadino.
Le leggi di Crow furono in vigore per tutto il periodo che portò dall’abolizione dello schiavismo (nel 1865 con il 13esimo emendamento della Costituzione statunitense) al Civil Rights Act del 1964 che poneva fine alla dottrina del “separati ma uguali”. Praticamente un secolo intero.
Questo era il pensiero cardine delle politiche segregazioniste di quell’America che negava a parte dei suoi cittadini diritti inviolabili dell’uomo, quali quello al voto, all’istruzione, alla sanità. Le leggi di Jim Crow non erano espliciti atti di privazione, ma erano ideate per creare un sottobosco di rifiuti e dinieghi per la popolazione nera statunitense, che si trovava a essere ghettizzata in casa propria.

Gli Stati Uniti d’America tra demoni del passato e del presente

Lovecraft Country Hbo prossimamente in tv

Lovecraft Country è una critica sociale alla segregazione razziale in salsa horror lovecraftiano (Credits: Elisa Tomasi)

Gli Stati Uniti in questo particolare momento storico stanno affrontando i demoni del loro passato e come questi abbiano creato sul lungo periodo uno scompenso sociale, economico, politico per parte della sua popolazione.
In America si sta discutendo da anni delle violenze del sistema sulle persone di colore, in particolare sulla brutalità della polizia. Qui su Discorsivo ne avevamo già parlato in questo articolo dell’agosto del 2016 e ne avevamo fatto un piccolo spunto di riflessione quando abbiamo recensito il film di Snowpiercer.
Negli Stati Uniti si è cominciata una discussione che va a indagare il razzismo alle sue radici, nella storia della nazione. La storia della polizia in quel particolare Paese è fortemente radicata all’idea del controllo del corpo dei neri, soprattutto negli Stati del sud: non a caso una delle prime forze di polizia è stata quella della pattuglia di schiavi (slave patrol).
In Lovecraft Country Hbo ci propone questo particolare contesto storico, una rielaborazione statunitense del proprio passato. Ed ecco perché essere incuriositi da questa serie horror con critica sociale appresso: potenzialmente è un ottimo prodotto per cominciare quel ripensamento del tessuto sociale che metta in atto le rivendicazioni di un passato oscuro.
Speriamo che Lovecraft Country sia questo: il riflesso di un mostro che si può sconfiggere.

[youtube id=”dvamPJp17Ds”]

+ Non ci sono commenti

Aggiungi