Anteprime: Io prima di te


Io prima di Te. Un film di Thea Sharrock con Emilia Clarke Sam Claflin, tratto dal libro omonimo di Jojo Moyes.

Locandina film Io prima di Te

Sei scolpita nel mio cuore, Clark, fin dal primo giorno in cui sei arrivata con i tuoi abiti ridicoli, le tue terribili battute e la tua totale incapacità di nascondere ogni minima sensazione.

Ci sono storie stupende, che entrano nel nostro cuore e ci lasciano un senso di vuoto quando finiscono. Qualsiasi finale esse abbiano.

Ci sono storie che ci catturano, già dalla prima parola nero inchiostro su quella pagina che profuma di nuovo e buono. Ma che, una volta che la storia abbandona l’inchiostro per farsi immagine, perdono quel qualcosa, quella multezza che le rendeva così speciale. Ne conosciamo a milioni di storie simili, magie rese magari anche in modo piacevole, ma che non sono quella stessa magia che ci ha colpito così tanto. PS. I love You era una di quelle ad esempio. Uno di quei casi in cui le immagini risultano sbiadite in confronto alle parole.

Lou e Will in spiaggia in una delle scene di Io prima di teIo prima di Te non è, invece, affatto così. Merito del fatto, probabilmente, che la sceneggiatura sia stata curata dalla stessa scrittrice Jojo Moyes, o che la regia sia stata affidata Thea Sharrock, regista esordiente per quanto riguarda il cinema, ma molto attiva nel teatro e, perciò, consapevole dell’importanza delle parole. O probabilmente, a tutto questo assieme e alla colonna sonora curata da un nome che è già di per sé una certezza come Craig Armstrong, capace di accompagnare il racconto senza essere invasivo e, al tempo stesso, tornare a farci sognare, come quando la storia si propagava davanti ai nostri occhi pur osservando quelle macchie ordinate sul foglio. Io prima di Te è perciò una trasposizione abbastanza fedele a quella del romanzo omonimo (certo ci sono dei cambiamenti, anche piuttosto rilevanti ma che non rendono la trama più carente; se volete scoprirli ecco le otto differenze più rilevanti), che taglia il minimo indispensabile ma che riesce a conservare la magia di una storia che riuscirà ad entrare nella parte più intima di voi e lì resterà per un bel po’.

Io prima di te, tutti gli abiti di lousa ClarkLouisa Clark (la Khaleesi di Game of Thrones Emilia Clarke) è una ragazza di 26 anni, senza prospettive ambiziose ma genuinamente innamorata della vita e con un gusto eccentrico di vestirsi. Circondata da una famiglia chiassosa e invadente, composta dalla madre che non sta mai ferma, dal padre in crisi perché non riesce a trovare lavoro, un nonno con demenza senile, la sorella maggiore Treena (orgoglio della famiglia, interpretata Louise Coleman, che abbiamo imparato ad amare in Doctor Who) che pur avendo molto potenziale ha dovuto mollare gli studi quando è rimasta incinta del figlio Tom e il fidanzato Patrick (il dolcissimo Neville Paciock di Harry Potter, un cresciutissimo Matthew Lewis) fissato per il fitness e il triatlon. Quando Lou accetta di lavorare come assistente di Will Traynor (Sam Claflin, il Finnick Odair di Hunger Games), ricco rampollo che, a causa di un incidente, è rimasto paralizzato, non immagina nemmeno che il suo modo di vedere le cose verrà stravolto, aprendole un mondo nuovo e crescendo come mai prima d’ora.

La trama di Io prima di Te non è forse molto originale, se non in alcuni dettagli che colpiscono come macigni, ma di certo è una di quelle storie che toccano il nostro intimo, ci impongono di riflettere e di cambiare la prospettiva delle nostre convinzioni. E di certo è uno di quei film che, forse, ti godi di più senza aver letto il libro, per avere la fortuna di poter godere di questa storia scoprendola per la prima volta. Come quando invidi l’amico a cui hai consigliato il tuo libro preferito, perché lui potrà leggerlo con occhi nuovi, con quel sospiro ad ogni parola, ad ogni punto di sospensione, ad ogni immagine. E, dopo averlo visto, leggetevi il libro, perché per quanto sia ben reso il film, come è ovvio che sia, potrai scoprire sempre qualcosa in più; qualche frase, qualche dettaglio, qualche istante di magia.

Io prima di te, la scena del matrimonioUn film consigliassimo per chi ha voglia di estraniarsi per un paio d’ore, di affezionarsi a personaggi che sei consapevole non esistano eppure li senti così vicini a te ancor più, e questo lo consiglio ancor di più, se dopo correrete a comprare la continuazione di quella storia, nel (e qui non vi consiglio di cliccare sul link al momento a meno che non vogliate spoiler) nuovo libro di Jojo Moyes edito, come il primo, da Mondadori.

Piccola curiosità. Sam Claflin ha raccontato che Emilia Clarke li ha “quasi uccisi entrambi con la sedia a rotelle. E anche il cameraman stava per fare una brutta fine!“. Forse era un tentativo della Clarke di zittire Claflin, che non la smetteva di cercare di estorcere da lei informazioni sulla nuova stagione di Game of Thrones e sul futuro di Jon Snow (il film è stato infatti girato l’anno scorso, prima della conferma che il “Re del Nord” tornasse in vita).

Sam Claflin indossa le calze ad ape di Lou e regala una copia autografata del libro Io prima di te, da cui è stato tratto il film omonimo

Vi lasciamo con il trailer in italiano di Io prima di Te, ricordandovi che il film uscirà nelle nostre sale il prossimo giovedì, 1 Settembre 2016, dopo aver già guadagnato quasi duecento milioni di dollari in tutto il mondo.

Trailer Io prima di Te

+ Non ci sono commenti

Aggiungi