I migliori (e i peggiori) del 2013


di Marco Frongia e Lucia Pugliese

La fine dell’anno è, per tradizione, tempo di bilanci.

Così, anche noi di Discorsivo abbiamo deciso di tirare le somme dei film più belli (e più brutti) tra quelli da noi recensiti nel 2013.

Cominciamo dai peggiori.

Una scena di Eragon 5) Eragon

Doveva consolare gli orfani de Il Signore degli Anelli dopo la conclusione della saga. Missione fallita, ma pur essendo brutto è tutto sommato guardabile. Se non fosse che Saphira è maldestramente doppiata da Ilaria d’Amico, sarebbe anche ascoltabile.

 

4) Melissa P.melissa scena

Poteva essere una buona storia di crescita psicologica, un’introspezione a tinte forti di un’adolescenza travagliata. Poteva. In realtà, non va bene neppure come soft porno.

 

dylandog scena 3) Dylan Dog – Il film

Siete fan del fumetto creato da Tiziano Sclavi? Lo troverete insopportabilmente stupido. Non lo siete, oppure decidete di fingere che quello sullo schermo non si chiami Dylan Dog? Pure.

 

2) BarbarossaBarbarossa scena

Nelle intenzioni, un grande film epico. Nella realizzazione, una pellicola lenta, ingiustificatamente pomposa e dalla morale incondivisibile. Sullo sfondo, una ricostruzione storica accurata quanto quella di Geronimo Stilton – La truffa del Colosseo.

 

dracula scena 1) Dracula 3D

Medaglia d’oro di delusione, l’ultimo film di Dario Argento affoga la sua unica idea originale sotto un oceano di dialoghi insipidi, effetti speciali dozzinali e una mantide religiosa in computer grafica alta due metri. Nel complesso, risulta comunque più convincente rispetto al Melissa P. di Luca Guadagnino. Come porno soft.

Chiuso il capitolo delle pellicole più imbarazzanti, ecco invece i migliori film che abbiamo avuto il piacere di vedere e recensire:

5) The CosmonautCosmonaut scena

Un entusiasmante progetto realizzato da un collettivo spagnolo formato da giovani talenti, distribuito gratuitamente online. Un piccolo passo nel futuro del cinema.

cloud atlas scena 4) Cloud Atlas

Nonostante gli intenti da “kolossal” (in senso negativo) il lavoro di Lana e Andy Wachowsky è una storia appassionante, in grado di rivelare, con simboli e continui rimandi, un discorso umano, sociale e, per certi versi, anche politico.

 

3) Before Midnightbefore midnight scena

Il terzo, emozionante capitolo della trilogia sull’amore di Richard Linklater. Ancora una volta, il regista dimostra un innato talento per raccontare la vita ed i sentimenti. Da vedere.

 

Moonrise Kingdom scena2) Moonrise Kingdom

Un racconto bizzarro, costruito con la struttura di un’opera musicale: un film atipico, dal gusto fortemente artistico, ma capace di coinvolgere e commuovere gli spettatori, che siano smaliziati o un poco ingenui.

 

1) Come pietra paziente come_pietra_paziente scena

Il primo posto è sempre difficile da assegnare: questo film si è guadagnato il podio per l’intensità ed il coraggio della storia che racconta, per la bravura degli attori (pressochè sconosciuti al grande pubblico) e per l’attualità del messaggio che veicola. L’assenza di amore che affligge un paese, una cultura e forse l’umanità intera, narrata con innata sensibilità da Atiq Rahimi.

 

Buon anno da Discorsivo!

+ Non ci sono commenti

Aggiungi