Recensioni – The Hunger Games:Catching Fire


Locadina The Hunger Games : La ragazza di fuocoThe Hunger Games: la ragazza di fuoco

 di Francis Lawrence, con Jennifer Lawrence, Josh Hutcherson, Liam Hemsworth, Lenny Kravitz.

Dopo gli Hunger Games Katniss Everdeen(Jennifer Lawrence) e Peeta Mellark (Josh Hutcherson) viaggiano per i 12 Distretti per portare a termine il Tour della Vittoria, con la speranza poter ritornare ad una vita normale. Ma la rivolta contro Capitol City è già in atto e i due “sfortunati amanti” che hanno sovvertito le regole dei giochi sono un simbolo pericoloso, che il potere desidera a tutti i costi distruggere…

Il secondo film della trilogia di The Hunger Games non tradisce le aspettative. Niente di più di un prodotto di intrattenimento ben costruito, ma che riesce a rivolgersi ad un pubblico giovane senza scadere nella piattezza e nell’estrema banalità. Gli sceneggiatori sono senza dubbio aiutati dalla bella narrativa di Suzanne Collins: la scrittrice americana ha costruito una storia di per sè semplice, ma con notevoli spunti di riflessione. L’intera saga è un’efficace avventura, il cui teatro principale non è la foresta, o il gioco in sè, quanto la società dell’entertainment, deformata fino all’eccesso, all’assurdo, all’estremamente crudele.

Se il primo capitolo diretto da Gary Ross, iniziava un po’ faticosamente ma nel complesso si rivelava un lavoro solido e coinvolgente,   il secondo, diretto da Francis Lawrence, è più vivace ed entusiasmante, ma manca a tratti di coerenza interna. Vengono meno le inquadrature sporche di Ross, sostituite da uno stile più classico, da perfetto blockbuster. Jennifer Lawrence non è disastrosa come Kirsten Stewart/Bella Swann, ma non è nemmeno promettente come Emma Watson/Hermione Granger: a tratti Katniss le sembra appiccicata addosso, piuttosto che appartenerle nel profondo. In effetti la bella Lawrence sembra maggiormente a suo agio sul palco di Capitol City, con un bel vestito, che per le strade del Distretto 12 o nei boschi: e tuttavia il suo personaggio funziona e piace ai fan.

In conclusione, le istruzioni per l’uso: The Hunger Games non è un racconto rivoluzionario, nè va contro il sistema. Tuttavia è una storia piacevole da seguire, ed è in grado di indurre riflessioni in chi ha la buona volontà di farle. Tenendo ciò a mente, The Hunger Games – La ragazza di fuoco è un film da vedere.

1 comment

Aggiungi
  1. luigi

    E’ perché in quel ruolo J Law è forzata. Lei si esprime meglio in parti come quelle de Il lato positivo, Mr. Beaver e Un gelido inverno. E se proprio proprio, gli X -Men.

+ Leave a Comment