Cuscino “a (H)esse i(m)alika”


Hesse immagina che il suo cuscino lo guardi di notte, e con la durezza d’una pietra tombale. Egli una volta s’adagiava sui capelli della donna amata Spenta la lampada, Hesse stende le sue mani, afferrando soltanto il cuscino, i cui angoli faranno stancare per “ferimento” ogni bacio. Dalla finestra, il luccichio d’una stella gli ricorderebbe i capelli biondi e “traboccanti” dell’amata. Malika è adagiata sul pavimento della camera. Fra le spalle, il mento e le mani quasi si configura una stella. L’angolo del “duro” materasso “ferirebbe” il ventre. La luce “lunare” calerà dall’alto “seghettando” l’intera fotografia, complice il tendaggio… Malika ha uno sguardo abbastanza “duro”. Noi immaginiamo che lei voglia “rialzarsi” da terra, subito un colpo. Malika “difende” il seno, avendo i capelli spettinati. A fatica, il nostro sguardo s’adagerà sul “traboccamento” della pettinatura.

Malika Zambelli - Marco Michieletto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Biografia consultata:
H. HESSE, Poesie d’amore, Mondadori, Milano 2011

 

 

 

 

Nota biografica sugli artisti recensiti:

 
La modella Malika Zambelli è nata a Bergamo. In lingua araba, il suo nome significa Regina. Malika è diplomata al Liceo Artistico, e ha studiato Giurisprudenza, presso l’Università Cattolica di Milano. Lei tiene una “storica” passione per la danza. Malika da tre anni lavora come modella, comparendo negli spot pubblicitari (fra cui i marchi più importanti sono LG, Santero, Whirpool). Lei ha posato per vari fotografi, nei loro editoriali. Ultimamente, Malika è diventata la modella d’uno stilista, in televisione su Raidue. Le interessano l’arte e la letteratura (fra Dostoevskij, Bukowski, Welsh). Malika crede che la libertà sia il bene più prezioso.

 
Il fotografo Marco Michieletto è nato e lavora a Treviso. Egli crede esteticamente che gli scatti di moda siano piacevoli da vedere solo in modo fuggevole. Per non dimenticarseli, bisogna che il fotografo abbia inquadrato un dettaglio “secco” nella propria “normalità” (sul nudo, sul vestito, sull’espressione del volto ecc…). Michieletto quindi ama l’estetica del semplice. Qualcosa che si può percepire da un unico vestito, dall’illuminazione naturale, dalla motivazione a posare. La fotografia avrà una sua intimità, in cui l’osservatore dovrà entrare.

 
www.marcomichieletto.tumblr.com

Categorie

+ Non ci sono commenti

Aggiungi