Trees of paper – corrispondenza dal Brasile #1


Cecilia Polizzi è una giovane laureata in Scienze della Comunicazione all’università di Bologna. Da tre anni è membro del comitato direttivo dell’associazione di volontariato “Mateando for Children”, che si occupa della tutela, della formazione e del sostentamento ai minori che vivono situazioni di disagio nella provincia di Buenos Aires.
Da aprile di trova in Brasile, per svolgere un’attività di volontariato itinerante dal sud verso il nord del paese allo scopo di acquisire maggior consapevolezza delle problematiche che affettano il continente latinoamericano anche al di fuori dell’Argentina.
Durante la permanenza in Brasile, ci ha inviato e continua a spedirci corrispondenza.  
Pubblichiamo qui a cadenza regolare le pagine del suo diario.

 

Intervento precedente >> Trees of paper #0: prima pagina di diario

 

11-04-2012

Lasciare Buenos Aires in una sera d’autunno é come cercare di strappare tutti i sanpietrini di una strada in una volta sola. Impossibile. Senza contare che ognuno di essi rappresenta circa due chili di ricordi, di luci e di rumori. L’autobus parte verso una notte dai finestrini condensati. Fuori solo alberi che sembrano parte di una scenografia. Immobili alberi di carta sulla linea dell’orizzonte. Dentto la intima promessa di ritornare un giorno a riprendere possesso dei sanpietrini, delle luci e dei rumori che ho sempre sentito miei.

+ Non ci sono commenti

Aggiungi