SI Fest 2011: eventi collaterali


Si Fest 2011 – Venerdì 9, sabato 10, domenica 11 settembre 2011, Savignano sul Rubicone (FC).

 

Buon ventesimo compleanno SI Fest. Savignano ti fa festa!

L’edizione 2011 del Savignano Immagini Festival è costellata da un ricco programma di eventi collaterali, frutto della collaborazione tra istituzioni e associazionismo, locali, negozianti. Un forte coinvolgimento dell’intera città che intende valorizzare il festival, che da 20 anni attrae in Romagna un pubblico sempre più attento e interessato alla fotografia d’autore.

Così la Notte Bianca, il SI Fest Off, la Fiera delle birre artigianali, le dimostrazioni di Casa Artusi dedicate alla produzione di piadina romagnola e le visite guidate alla scoperta della storia e dei luoghi di Savignano animeranno la tre giorni di festival.

Il tutto presentato nel dettaglio alla conferenza stampa tenutasi ieri, martedì 6 settembre, presso il ristorante Il Mare nel Castello dagli ideatori e curatori di ogni singolo evento, in presenza dell’Assessore alla Cultura del comune di Savignano Antonio Sarpieri.

Entrando nello specifico, si parte venerdì 9 alle ore 18.30, all’interno della cerimonia di presentazione del festival, col conferimento della cittadinanza onoraria a Mario Beltrambini, presidente del circolo fotografico “Associazione Cultura e Immagine” e da sempre una delle anime del festival di fotografia di Savignano sul Rubicone.

In contemporanea con l’apertura di tutte le mostre, avrà luogo la terza edizione di Microbirra, spiegata nei particolari da Sara Santini (Enoteca Osteria Retrogusto), promotrice della fiera insieme ad Andrea Amadori.
Una decina di birrifici artigianali
provenienti da varie zone della regione e non solo presenteranno le loro birre con degustazioni e assaggi. Da piazza Castello, passando per piazza Amati fino a piazza Borghesi, gli stand si dislocheranno dalle ore 19.30 alle 1.00 presso i principali locali di Savignano, per un vero e proprio percorso al malto. La fiera sarà impreziosita da due momenti speciali in piazza Amati: la dimostrazione di produzione artigianale di birra nei vari passaggi spiegati al microfono, che partirà dal pomeriggio con la cotta, per poi avere il prodotto finito la sera; la presentazione alle ore 21.00 in anteprima, e in contemporanea con la fiera Sapore di Sale, della primissima birra al sale di Cervia.

A seguire, il concerto di Samuel Katarro alle ore 22.00, in piazza Borghesi. A distanza di poco più di un anno dal live al Sottomarino Giallo, i ragazzi de Il Rock è Tratto sono lieti di ospitare di nuovo il giovane musicista toscano, che con flash blues e psichedelici illuminerà la piazza di lampi acidi, ma rinfrescanti.

A partire dalle ore 20 del venerdì saranno attivi per tutta la durata del festival anche la No Panic Gallery, con un denso e sempre stuzzicante programma, e il SI Fest Off.

In particolare il Si Fest Off, alla seconda edizione e presentato in conferenza stampa da Tomas Maggioli, membro del circolo fotografico “Cultura e Immagine”, è un festival nel festival: una sezione libera che ospita i lavori di fotografi emergenti, studenti e artisti affermati insieme. Un’ occasione per esprimersi attraverso la fotografia e farsi conoscere.
Come l’anno scorso, la base sarà borgo San Rocco, che ospiterà 9 mostre, installazioni, videoproiezioni e happening serigrafici (stampa e vendita di magliette). Il tutto volto anche a scopo rivalutativo: la considerazione del ponte romano non più come zona di confine, ma bensì di passaggio, e il recupero di luoghi scarsamente valorizzati, quali i locali sfitti del borgo San Rocco e altre insolite location. Infatti il SI Fest Off sarà presente anche in piazza Faberi presso l’ex negozio “Cucine e Cucine” con una mostra curata dal DAMS di Bologna (“Dams attack”), presso la Galleria degli Affari (corso Perticari 13) con un’esposizione sulla cucina (“Regine del fornello”, Monica Carrozzi), e infine  in via Galvani con una mostra collocata nello studio di architettura di Andrea Lenzi, Matteo Domeniconi e Mascia Mantani. Questa singolare location ospiterà “Pasta di Romagna” di Daniele Lisi: un vero e proprio viaggio fotografico all’interno dell’ex pastificio Ghigi di Morciano, per raccontare la terra di Romagna da un punto di vista tanto tradizionale, quanto inaspettato. Alle 19.30 di sabato 10 settembre qui si terrà l’Aperitivo Off (a base di pasta fredda e vino locale) che coinciderà con l’arrivo della seconda visita guidata ai luoghi che ospitano le mostre fotografiche.

Infatti altri appuntamenti collaterali per il SI Fest 2011 sono le visite guidate gratuite, organizzate dall’Associazione guide turistiche della Romagna. L’intuizione è stata quella di approfittare del festival per far conoscere la città, e nello specifico i luoghi che ospitano le mostre, come punto di contatto con la manifestazione. Sono previste due passeggiate guidate, illustrate in dettaglio da Alessandra Brocculi dell’Agt.

La prima, con partenza dalla biglietteria del SI Fest in piazza Borghesi alle ore 16 di sabato 10 settembre, porterà alla scoperta dei luoghi più antichi di Savignano, dalla Chiesa del Suffragio al Ponte Romano, soffermandosi su Monte di Pietà, piazza Castello e Palazzo Vendemini. La seconda, con partenza alle 17.30 dallo stesso punto d’inizio della precedente, condurrà attraverso la zona più moderna del paese, legata sia al periodo unitario che a quello fascista. Quindi saranno presentati il monumento ai Caduti, la colleggiata di Santa Lucia, il Consorzio di Bonifica, Palazzo Martuzzi, la Vecchia Pescheria, il borgo San Rocco.
In contemporanea a quelle di Savignano, si terranno visite guidate anche a San Mauro Pascoli, da Villa Torlonia a Casa Pascoli alla scoperta dei luoghi pascoliani (con un contributo di 2 euro), e a Longiano presso la Fondazione Tito Balestra (gratuita).

La valorizzazione del territorio sarà assicurata anche dalla presenza in piazza Borghesi sabato di uno stand della Camera di Commercio e Terre del Rubicone.

Sabato 10 settembre sarà anche il Piadina Day. Svariati locali in regione celebreranno questa eccellenza che contraddistingue in maniera indissolubile la Romagna. Anche il SI Fest vuole offrire il suo tributo, e lo farà accogliendo in piazza Borghesi l’Associazione delle Mariette, che porterà la cucina di Casa Artusi proponendo tre dimostrazioni di preparazione della piadina romagnola, con degustazioni: la prima alle 12, la seconda alle 17.30 e alle 20.30 l’ultima.

A concludere la giornata di sabato, la Notte Bianca per la fotografia.
Dopo il successo dello scorso anno si ripete la formula che accenderà di musica e luci il centro storico, con qualche novità. Il tutto presentato da Alessandro Arcangioloni, ideatore insieme a Gianmarco Casadei.
Negozi aperti fino a mezzanotte, dj-set, musica dal vivo e animazione fino alle 3 del mattino.

L’ evento principale è ancora una volta l’esibizione di un gruppo che proporrà il suo tributo a una delle più grandi rock band di sempre. L’anno scorso erano stati i Beatles, celebrati dagli Apple Pies, mente quest’anno giungono i Big One, tributo europeo dei Pink Floyd. L’appuntamento è alle 23.30 in piazza Borghesi.
Ma il centro si anima ben prima.

Da sinistra Alessandro Arcangioloni, l’Assessore Antonio Sarpieri, Gianmarco Casadei promotore della Notte Bianca con Alessandro Arcangioloni, Alessandra Brocculi dell’Agt, Tomas Maggioli per Si Fest Off e Sara Santini per Microbirra

Alle 22.00 i Sunburnst Acoustic Quartet faranno risuonare di atmosfere folk il comparto Ghigi, in cui ci sarà occasione di visitare la mostra Memorie Liquide di Carlotta Rinaldini.
Alle 22.30 piazza Castello si colorerà di est con la musica klezmer di Siman Tov trio acustico
, accompagnato da proiezioni visive a cura di Savignano Immagini.
Conteporaneamente, comincerà l’animazione musicale arricchita da spettacoli di luce del “Central Night in tour”
, presso corso Perticari all’altezza del Bar Galleria.
Alle 23.00 sarà il momento dei Peace Frog, band trobuto ai Doors, in piazza Amati, con dj-set ’70-’80 a seguire
.
Allo stesso tempo, rimarrà attivo il Si Fest Off presso borgo San Rocco, offrendo occasioni d’incontro con i fotografi.

Ce n’è per tutti i gusti.
Senza dimenticare mostre, seminari, tavole rotonde, video e letture dei portfoli: la vera sostanza del festival. Qui il programma completo del Si Fest#20: www.savignanoimmagini.it.
Non si sa mai.

1 comment

Aggiungi

+ Leave a Comment