Rubriche

Oltre il muro

di Arianna Beccaletto

Israele e Palestina: la visita di Barack Obama

di Arianna Beccaletto

“Gli USA sono orgogliosi di essere a fianco di Israele in qualità di suo più forte alleato e più grande amico”. Queste le prime parole che il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha rivolto al premier israeliano Benjamin Netanyahu al suo arrivo a Tel Aviv il 20 marzo scorso, in occasione della sua prima visita ufficiale all’estero del suo… continua

Un invito scomodo agli Oscar

di Arianna Beccaletto

Ci siamo. Stanotte è la Notte delle Stelle. A Los Angeles si consegnano i premi più importanti del panorama cinematografico: gli Oscar. Il tappeto rosso è stato srotolato e i flash sono pronti a illuminare i volti delle star del momento. Sarà una notte magica. Una notte però a cui qualcuno, seppur invitato, ha rischiato di non partecipare. Questo qualcuno… continua

Bab Al-Shams, il villaggio resistente

di Arianna Beccaletto

L’11 gennaio scorso 250 attivisti palestinesi e internazionali, coordinati dal Popular Struggle Coordination Committee (PSCC), hanno occupato una collina nella zona di Al-Tur (terra privata palestinese) dietro le colline di Gerusalemme e vicino a una delle più grandi colonie israeliane della Cisgiordania, Ma’ale Adumim, e hanno piantato 24 tende da campo. È nato così il Bab Al Shams village, in… continua

Onu: Palestina nuovo “Stato osservatore”

di Arianna Beccaletto

138 sì, 9 no e 41 astenuti: questo l’esito della storica votazione tenutasi il 29 novembre scorso al Palazzo di Vetro di New York con la quale l’Assemblea Generale dell’Onu ha accolto la Palestina come “Stato osservatore” (video). Un voto osteggiato da Stati Uniti e Israele in primis e al quale l’Unione Europea si è presentata divisa: tra gli altri… continua

Operazione Pillar of Defense: l’inferno a Gaza

di Arianna Beccaletto

14-21 novembre, Operazione Pillar of Defense: a Gaza si riaprono le porte dell’inferno. Morti palestinesi: 170, tra cui 33 bambini e 13 donne (la cifra è tristemente destinata a crescere). Feriti: circa 1270. 298 case distrutte. 10.000 sfollati. 50 milioni di dollari di danni all’agricoltura e alla pesca. Morti israeliani: 5. «Il problema dei giornalisti che devono raccontare cosa succede… continua

At-Tuwani: il villaggio che resiste

di Arianna Beccaletto

At-Tuwani è un villaggio palestinese arroccato su una delle colline a sud di Hebron, nel cuore dell’Area C, quella porzione della West Bank sotto il totale controllo israeliano. Qui l’occupazione si esprime ai massimi livelli: ai palestinesi è proibita la costruzione sul 70% dell’Area (44% della Cisgiordania) e l’autorità palestinese, se vuole intervenire, deve chiedere il permesso all’autorità israeliana che… continua

Il massacro di Sabra e Chatila

di Arianna Beccaletto

Era il giugno del 1982 e la guerra civile libanese (1975-1990) era in pieno svolgimento. Israele, che già sosteneva militarmente la comunità cristiana dei maroniti e l’Esercito del Sud-Libano (cristiano maronita) di Sa’d Haddad contro l’OLP (Organizzazione per la Liberazione della Palestina) di Arafat e le forze armate siriane, in quei giorni invase Beirut circondando le truppe nemiche. Il presidente… continua

Il gol di Mahmoud Sarsak

di Arianna Beccaletto

Venticinque anni fa nasce a Rafah, villaggio situato nella parte meridionale della Striscia di Gaza, Mahmoud Sarsak. Sin da bambino mostra una grandissima passione per il gioco del calcio e, notato dagli osservatori della squadra locale, il Rafah Sport Club, inizia la sua carriera di calciatore diventando ben presto la stella del club. In pochi anni, anche grazie ai numerosi… continua

Diritto all’acqua: la lotta di Faqua

di Arianna Beccaletto

Faqua è un piccolo villaggio palestinese a pochi chilometri a est di Jenin e a qualche centinaio di metri dal Muro. Come la maggior parte delle realtà palestinesi della West Bank, neanche Faqua è connesso a una rete idrica, ma nel 2005 ha ottenuto una piccola vittoria: la Palestinian Water Authority (PWA) dopo numerose trattative è riuscita a garantire 300.000… continua

L’oro blu

di Arianna Beccaletto

Non si contano le guerre e i conflitti scoppiati in ogni angolo del mondo per ottenere il controllo delle fonti di oro nero, il petrolio, ma la politica israeliana fatta di muri e annessioni continue punta a un altro oro, quello blu: l’acqua. Dal giorno della sua creazione lo Stato d’Israele ha un unico obiettivo: controllare il 90% delle risorse… continua

La vittoria di Budrus

di Arianna Beccaletto

“There’s no time for war. We want to rise our children in peace and hope”. Queste le parole pronunciate da Ayed Morrar, leader del movimento non-violento nato a Budrus a fine 2003 in risposta all’occupazione israeliana. Budrus è un villaggio palestinese di circa 1500 persone a 31 km da Ramallah, nel nord della West Bank. Quando è arrivata notizia dall’OCHA… continua

error: