Rubriche

News of the world

di Maximilian Kriz, Arianna Beccaletto, Giulia Rupi, Luca Rasponi e Simona Castoldi

I social network fanno male alla salute? L’antidoto è la natura

di Luca Rasponi

I social network fanno male alla salute? Usare Facebook può renderci infelici e insoddisfatti di noi stessi? Uno studio pubblicato sull’American journal of epidomiology – arrivato sulla stampa italiana dopo l’attenzione del Washington Post – tenta di offrire qualche risposta in merito. I social network fanno male alla salute? Le risposte degli studiosi Nello specifico, gli autori Holly Shakya (Università… continua

Deep wounds: The 2007 financial crisis does not let go

di Maximilian Kriz

Ten years on, the most important economic indices are pointing upwards. Those numbers are misleading: The wounds of the financial crisis still have not healed, and they won’t do so very soon. It’s not your typical anniversary, because there is nothing to be celebrated nor commemorated. Instead, the tenth anniversary of the start of the global financial crisis should allow… continua

La deriva autoritaria del governo di Maduro.

di Giulia Rupi

370.000 immigranti venezuelani sono entrati in Colombia e quasi 30.000 in Spagna, solo nel 2016. È l’effetto Maduro, o meglio l’effetto di una politica socialista inetta di una decina d’anni a questa parte, che ha svuotato le tasche dei cittadini con un’inflazione sempre più crescente e avvelenato gli animi per le ingiustizie di cui si è macchiata. Per ingiustizie s’intende… continua

La relazione della Direzione nazionale antimafia: il crimine organizzato visto da vicino

di Luca Rasponi

Quasi tutti i giorni siamo raggiunti da notizie di indagini, arresti e processi legati alla criminalità organizzata. Spesso è difficile fare ordine in questa grande mole di informazioni: diventa quindi ancora più prezioso un documento come la relazione della Direzione nazionale antimafia, che ogni anno fotografa la situazione offrendo una panoramica esaustiva sul fenomeno mafioso. La relazione 2017, relativa al… continua

Rapporto “Global Trends” UNHCR 2016: le crisi in Siria e in Sud Sudan ridisegnano lo scenario degli sfollati nel mondo

di Arianna Beccaletto

65.6 milioni di sfollati nel mondo, di cui 10.3 milioni solo nel 2016 a causa di conflitti, persecuzioni e violazioni dei diritti umani. Una media di 20 persone al minuto l’anno scorso si sono ritrovate forzatamente in questa condizione. Questi i primi numeri che saltano all’occhio scorrendo il rapporto annuale “Global Trends” dell’UNHCR (Agenzia ONU per i Rifugiati), rilasciato lo… continua

Electric cars won’t save the planet (yet)

di Maximilian Kriz

Electric cars are being hailed as revolutionary in the fight against climate change. Yet their high emission levels during production and increased electricity demand are often ignored. Time to take a more critical look. Bad news for environmentalists are good news for the producers of electric cars. When a giant iceberg broke off the Antarctic shelf this week and demonstrated… continua

G20 2017, un’analisi

di Giulia Rupi

Argentina, Australia, Brasile, Cina, Germania, Francia, Regno Unito, India, Indonesia, Italia, Giappone, Canada, Corea del Sud, Messico, Russia, Arabia Saudita, Sudafrica, Turchia, Stati Uniti e Unione Europea venerdì 6 e domenica 8 ad Amburgo (Germania) si sono seduti ad un unico tavolo per discutere la situazione mondiale. Potrebbe sembrare la scena del trailer di un film apocalittico o storico-fantascientifico, se… continua

Bando al Qatar: motivi e implicazioni future della crisi diplomatica

di Arianna Beccaletto

Quattro Paesi: Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Egitto e Bahrain. Una decisione presa di comune accordo: interrompere i rapporti diplomatici e commerciali con il Qatar, creando una crepa nel Consiglio di cooperazione del Golfo, organizzazione internazionale regionale che riunisce sei stati del golfo Persico (oltre ai già citati, ne fanno parte anche Kuwait e Oman). Diverse le motivazioni alla base… continua

Nuova sentenza per piazza della Loggia: la strage di Brescia ha due colpevoli

di Luca Rasponi

Da pochi giorni c’è una nuova sentenza per piazza della Loggia. 43 anni dopo, la Cassazione ha confermato in via definitiva l’ergastolo a Carlo Maria Maggi e Maurizio Tramonte, accusati di aver preso parte all’organizzazione della strage di Brescia. Il primo, ultraottantenne e gravemente malato, probabilmente non andrà in carcere. Il secondo, 65 anni, ha provato a dileguarsi all’indomani della… continua

Alleanze e dis-alleanze nel Golfo Persico: l’isolamento del Qatar

di Giulia Rupi

Con una mappa geopolitica del mondo davanti, se mi si chiedesse di indicare ciò che mi richiama di più l’attenzione e su cui sono più informata, sicuramente sarebbero Stati Uniti e Unione Europea. L’inculturazione della visione eurocentrica e del predominio del modello occidentale rappresentato dagli USA, dato dal potere economico e dalla autoaffermata modernità, influenzano ogni giorno attraverso le notizie… continua

Climate change: Does America really matter?

di Maximilian Kriz

Trump’s decision to withdraw the US from the Paris Agreement has caused concerns over the future success of global action against climate change. Such concerns are not entirely justified: The worst of American pollution cannot be reversed. Instead, the greatest challenge lies with developing countries. Donald Trump’s desire to be the anti-Obama has already put an end to a number… continua

Ridurre il debito pubblico: perché farlo e come riuscirci

di Luca Rasponi

Ridurre il debito pubblico, almeno a parole, è l’obiettivo di ogni governo. Perché «ce lo chiede l’Europa», «è un freno allo sviluppo del Paese» e «un’eredità con cui dovranno fare i conti i nostri figli». Questo fermandosi ai luoghi comuni che si sentono ripetere più spesso. Ma cos’è il debito pubblico? Perchè è così importante? Com’è possibile ridurlo? Se desiderate una risposta… continua

error: