Rubriche

News of the world

di Maximilian Kriz, Arianna Beccaletto, Giulia Rupi, Luca Rasponi, Simona Castoldi e Stefania Pipitone

Lehman Brothers, il grande crack dieci anni dopo

di Luca Rasponi

Il 15 settembre 2008 falliva il colosso finanziario Lehman Brothers, dando avvio di fatto alla crisi economica che non ha ancora finito di sconvolgere il mondo intero. Come si arrivò a quel clamoroso tracollo? Con un mix di spregiudicatezza e miopia, decisioni sbagliate, regole insufficienti e assenza di controlli. Che oggi vale la pena studiare a fondo per capire quanto… continua

Dall’India e dalla Scozia passi in avanti sui pari diritti

di Giulia Rupi

Il mondo delle notizie è un mondo caotico e rumoroso, spesso e volentieri consistente nella presentazione di un susseguirsi di tragedie naturali o umane, che catturano morbosamente l’attenzione dei fruitori di notizie o in commenti politici che i più confondono l’uno con l’altro, poiché tutti simili, aggressivi e inconsistenti con le loro promesse di cambi e migliorie che raramente si… continua

Internal and external threats ahead of European elections

di Maximilian Kriz

Populist alliances and the fear of voter manipulation are casting long shadows on the next European elections in May 2019. EU officials are afraid that European democracy might get hijacked from within and without. Not only have allegations around Russian interference in American and British elections increased the salience of fake news and their impact. The unresolved question of distributing… continua

Legge sull’eliminazione della violenza sulle donne, un anno dopo: tanti i passi ancora necessari per fare la storia in Tunisia.

di Arianna Beccaletto

Era il 26 luglio 2017 e il Parlamento tunisino approvava una legge storica, la prima volta a combattere la violenza contro le donne. Con 146 voti favorevoli su 217 si è dato il via libera a nuove misure per punire forme di violenza non solo fisiche, ma anche economiche, politiche e psicologiche e, allo stesso tempo, misure preventive come la… continua

Messico, ritratto di un Paese allo sbando

di Luca Rasponi

Los Zetas. El Chapo Guzmán. Ciudad Juárez. Chi non conosce questi nomi, tra i più noti nella hall of fame del narcotraffico internazionale? Ma c’è una sopresa: non sono i narcos la sola ragione per cui il Messico è costantemente in cima alla classifica dei Paesi più pericolosi del mondo. Con l’instabilità seguita ai 71 anni di governo ininterrotto da… continua

Alexandria Ocasio-Cortez: una scommessa politica nata in un distretto di New York

di Arianna Beccaletto

Era il 26 giugno scorso. Una donna di 28 anni guardava incredula i risultati delle elezioni primarie democratiche nel 14esimo distretto di New York. Gli schermi riportavano due numeri: 57% vs 42%. Erano i voti ottenuti rispettivamente da lei e dal suo opponente, Joe Crowley, il candidato dell’establishment democratico. Lei è Alexandria Ocasio-Cortez, fino pochi mesi fa cameriera di un… continua

Trumpian trade theory: Raise tariffs and risk retaliation

di Maximilian Kriz

Protecting jobs by raising tariffs? Trump’s desire to make American industries great again creates global mistrust and leaves Americans worse off. What is the right thing to do in politics? Keeping unemployment low is the obvious answer for most decision-makers. When it comes to achieving that objective, the means reveal the politician’s ideological mindset. Unsurprisingly, the American President Donald Trump… continua

error: