Rubriche

Dressed to the nines

di Manuela Gualtieri

Saint Laurent ROCKs

di Manuela Gualtieri

Occhi ben marcati da uno spesso strato di eye-liner nero. Bocca truccata su un incarnato bianchissimo, giubbino in pelle nera da biker: la firma della foto che ritrae il rocker Marylin Manson è quella di Hedi Slimane, direttore creativo di Saint Laurent. Il legame tra il brand e la musica è molto forte e comincia negli anni Settanta con gli… continua

Addio, Ottavio

di Manuela Gualtieri

Il 9 maggio 2013 Ottavio Missoni si è spento nella sua casa di Sumirago, in provincia di Varese. Lo stilista e fondatore della casa di moda italiana, aveva 92 anni. Uomo elegante e riservato, ha saputo lasciare il segno nel settore del knitwear made in Italy. Di origine croata, ha combattuto durante la seconda guerra mondiale. Catturato dagli inglesi, è… continua

«Aggiungi Vivier e aggiungerai stile»

di Manuela Gualtieri

«L’arte per me è aria, è un respiro, un libro, è come andare al cinema. È l’occhio degli artisti su di noi, è un modo di pensare totalmente libero». Bruno Frisoni, direttore creativo di Roger Vivier, continua: «l’arte è una finestra aperta sul mondo. Comunica bellezza, tristezza, brutalità, gioia. E poi ha sense of humour, è decorativa». Decorativo come il… continua

Moda e musica: Gucci presenta Bowie

di Manuela Gualtieri

Al Victoria & Albert Museum di Londra, il 23 marzo apre David Bowie is, una retrospettiva dedicata al percorso creativo del cantante e di cui Gucci si è fatto main sponsor. La mostra animerà il museo londinese fino al 28 luglio con più di trecento oggetti selezionati dai curatori del Dipartimento di teatro e spettacolo, Victoria Broackes e Geoffrey Marsh…. continua

L’obiettivo di Kaiser Karl su Cassina

di Manuela Gualtieri

Spariti tutti i mobili. Al loro posto, sulle pareti dello showroom di Cassina a Parigi, giganteschi quadri, i progetti storici di grandi maestri, come Charlotte Perriand, Pierre Jeanneret o Franco Albini, e le novità più recenti di designer come Jean-Marie Massaud, Piero Lissoni e Rodolfo Dordoni. L’autore di questi scatti è Karl Lagerfeld, che ha preso alcuni dei pezzi più… continua

“The morning after” secondo Dries Van Noten

di Manuela Gualtieri

Il pret a porter maschile per l’inverno 2013/14 a Parigi sfila nel segno dell’avventura: sull’Himalaya con Louis Vuitton, al circolo polare con Rick Owens, in Scozia con Yohji Yamamoto, in Oriente con Dries Van Noten. Niente del formale o del classico visto sulle passerelle milanesi: i défilé francesi riportano in scena i completi da camera e da viaggio. «The morning… continua

Winter Wonderland

di Manuela Gualtieri

«Topshop wish you all.. Merry Christmas!». Da giorni Topshop punteggiava di indizi twitter, invitando i propri follower a indovinare chi sarebbe stata la testimonial d’eccezione del primo spot natalizio. L’attesa è stata ripagata dalla scoperta della bellissima Kate Bosworth, accolta da un coro di assensi dai fedelissimi del marchio. Un musical interattivo, una protagonista d’eccezione: ecco il regalo del brand… continua

Nicholas Ghesquière, au revoir Balenciaga

di Manuela Gualtieri

La comunicazione è telegrafica: dal prossimo 30 novembre, il designer francese Nicholas Ghesquière – occhi azzurri ciel parisien –lascerà Balenciaga. È lo stesso François-Henri Pinault, numero uno di PPR (gruppo che controlla il marchio) a dare la notizia: «Christobal Balenciaga è stato un maestro. Con un talento creativo incomparabile, Nicholas ha apportato un contributo artistico davvero essenziale». Nel 1968 Balenciaga… continua

London Tales: in scena gli abiti di Hollywood.

di Manuela Gualtieri

«Clothes are never a frivolity, they always mean something», James Laver. I costumi di scena più famosi di Hollywood sono esposti da ieri in una mostra al Victoria and Albert Museum di Londra: le originali Ruby Slippers indossate da Judy Garland nel 1939 per interpretare Dorothy nel Mago di Oz, il costume di Darth Vader in Guerre stellari, il tailleur da… continua

M come Musa

di Manuela Gualtieri

Le Muse erano antiche divinità greche e rappresentavano l’ideale supremo dell’Arte e della Conoscenza. Questo culto, oggi, non è più praticato, ma il bisogno di personificare ideali estetici e spirituali è ancora forte. Una donna ideale, un modello di eleganza e fascino è da sempre fondamentale per lo stilista nel momento della creazione: il designer concentra in questa figura ispiratrice la… continua

Goodbye, Anna

di Manuela Gualtieri

Per anni è stata la colonna di Vogue Italia, utilizzava il vintage prima ancora che venisse coniato il termine. Anna Piaggi  è mancata la notte del 7 agosto. Con lei, scompare una delle figure più importanti del fashion system internazionale: piccola di statura, ma grande come giornalista. La notizia della sua morte è arrivata ancora una volta da Twitter: «Anna Piaggi… continua

Polka Dots Madness: Louis Vuitton celebra Yayoi Kusama

di Manuela Gualtieri

«Se non fosse stato per l’arte, mi sarei suicidata molto tempo fa», Yayoi Kusama. Vive reclusa nell’ospedale psichiatrico di Tokio, dove si è fatta internare volontariamente nel 1977, protagonista assoluta dell’arte contemporanea giapponese, è ossessionata dall’infinito. E ora collabora con Louis Vuitton. Yayoi Kusama ha 83 anni, ma porta ancora parrucche rosse. Nella New York degli anni ’50, veniva paragonata… continua

error: