Rubriche

12 Monkeys, la serie tv – Quanto vale per te l’umanità?

di Paola Cecchini

Pubblicato il

Cosa sarebbe disposta a fare l’umanità – o quel che ne resta – per sopravvivere a un virus che l’ha quasi eliminata dalla faccia della Terra e a un nemico misterioso che vuole distruggere il tempo stesso? Tratta dal film omonimo del 1995 di Terry Gilliam – che già aveva preso spunto dal cortometraggio francese La jetée del 1962, 12 Monkeys è una serie tv all’apparenza di totale fantascienza ma la cui essenza evolve e mette a nudo la natura umana e la sua voglia di resistere.

Composto da quattro stagioni in Italia sono attualmente disponibili – su Netflix – le prime tre stagioni.

La nostra copertina sulla serie tv 12 monkeys

(Credits: Netflix3209107 da Pixabay; rielaborazione: Marco Frongia)

Per chi avesse già visto il film e fosse dubbioso perché conosce già il finale, non c’è da preccuparsi; la serie tv parte sì dal film ma – al di là di alcuni cambiamenti relativi ad alcuni protagonisti – è solo un punto di partenza per approfondire personaggi e tematiche e andare in una nuova direzione.

La trama della serie tv 12 Monkeys

2043. La razza umana si è quasi completamente estinta a causa di un virus che ha decimato il 93% della popolazione. Un gruppo di scienziati, con a capo la dottoressa Kathryna Jones (Barbara Sukowa) riesce a creare una macchina del tempo e assolda un prigioniero di nome James Cole (Aaron Stanford) per tornare al 2015. Il suo scopo sarà quello di cercare di fermare la pandemia, uccidendo il paziente zero prima che possa infettare il resto dell’umanità. Ad aiutarlo la dottoressa Cassandra Railly (Amanda Schull) che, a differenza del film, avrà un ruolo molto più attivo nella serie tv. Altro ruolo di rilievo quello di Jennifer Goines (Emily Hampshire) che prende il posto di Brad Pitt in una versione femminile del personaggio e, in poco tempo, riesce a conquistarci e a farci dimenticare la sua controparte maschile.

Via via che le puntate e le stagioni di 12 Monkeys si susseguono, scopriamo che la pandemia è solo uno dei mezzi che un gruppo misterioso ha messo in atto per distruggere l’umanità e il tempo stesso. Un gruppo chiamato appunto Esercito delle dodici scimmie, con a capo una figura ancora più misteriosa: il Testimone.

Accanto al tema dei viaggi nel tempo, insomma, si affianca quello della resistenza contro chi vuole distruggere l’umanità – e non solo.

 

Cosa sei disposto a sacrificare in nome della resistenza?

Gli amanti della fantascienza e dei viaggi temporali avranno moltissimi argomenti per amare la serie tv di 12 Monkeys. Come ogni serie, però, non è esente da difetti: primo dei quali un cercare sempre di colpire lo spettatore, ma arrivando nelle ultime stagioni a perdere qualche ingranaggio per strada. Uno degli aspetti più interessanti è forse quello dell’evoluzione dei personaggi, mano a mano che capiscono quanto sia importante resistere alle pieghe del tempo e del Testimone.

Il cast principale di 12 monkeys serie tv

(Credits: Project Splinter)

Cosa saremmo disposti a sacrificare per salvare l’umanità? La nostra ingenuità? La nostra coerenza? I nostri principi? Le persone che amiamo? La nostra stessa vita?

I protagonisti di 12 Monkeys si ritrovano più volte a dover decidere tra ciò che sanno di dover fare, ciò che ritengono sia giusto fare e ciò che il cuore dice loro di fare.

Tre strade che non sempre vanno nella stessa direzione ma che li portano comunque a diventare ciò che sono, tra crescita personale e cadute a terra.

Quale delle tre strade conta più delle altre?

Puntata dopo puntata, stagione dopo stagione, seguiamo i protagonisti in un loop temporale che sembra divorare ogni più piccola parte della loro essenza, portando alla luce caratteri e comportamenti che forse nemmeno loro sapevano di possedere. Ciascuno verrà spinto sempre più al limite e, nel bene o nel male, si troverà a superarlo.

È davvero complicato proseguire oltre senza rischiare spoiler che potrebbero guastarne la visione. L’unica cosa che aggiungiamo è che la forza di questa serie tv è l’immedesimazione: vi metterete nei panni di ognuno dei personaggi – da quelli più amati ai più detestabili – fino a comprendere le loro scelte.

E, soprattutto, a farvi porre il quesito fondamentale: cosa avrei fatto io? Qual è il limite oltre il quale non mi sarei spinto? Cosa sarei stato disposto a sacrificare per salvare il genere umano?

Perché la verità, spesso, è una sola: ci sarà un giorno in cui la vita di uno solo potrebbe essere per noi più importante di quella di sei miliardi di persone.

Se siete alle ricerca di una serie tv appassionante, con una storia d’amore non centrale ma ben strutturata e una trama orizzontale complessa sicuramente apprezzerete 12 monkeys.

Vi lasciamo con il trailer.

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: