Rubriche

La Belgica – Tra storia e leggenda

di Ilaria Pascucci

Pubblicato il

La Belgica – Il canto delle sirene è il nuovo fumetto di Toni Bruno edito da Bao Publishing, da oggi disponibile in libreria e fumetteria.

Per lo stesso editore Toni Bruno pubblicò, nel 2016, Da quassù la terra è bellissima, un racconto intimo ed estremamente umano, della della società sovietica ai tempi della corsa allo spazio.

All’apparenza La Belgica mantiene una certa distanza dalla storia precedente. Pochissimo è lo spazio dedicato alle spiegazioni, il lettore viene da subito scaraventato nel mezzo degli eventi. La spedizione belga in Antartide è raccontata, informazione dopo informazione, direttamente dai protagonisti senza mai utilizzare dialoghi artefatti e poco realistici. Il protagonista è Jean Jansen, un ragazzo estraneo al mondo della navigazione,  ancor più a quello dell’esplorazione, che si ritroverà a bordo della nave Belgica, in un ambiente a lui sconosciuto senza la possibilità di andarsene. Giorno dopo giorno, cercando un modo per tornare a casa, imparerà a conoscere i suoi compagni di viaggio e senza che se ne accorga, l’ambizione di Adrien de Gerlache, della Belgica stessa, diventerà anche la sua.

Non è mai facile inserire personaggi d’invenzione in vicende reali, per farlo con successo è necessario conoscere estremamente bene la materia che si andrà a raccontare. Dalla lettura del fumetto traspare l’attenzione messa nella ricerca da parte di Toni Bruno. La cura dei dettagli emerge dalle tavole senza il bisogno di snocciolare nomi e date per risultare storicamente credibile.

L’autore ha usato tutte le nozioni apprese per scrivere dei personaggi concreti e plausibili. Il modo di parlare dei protagonisti, la maniera in cui vengono presentati gli ambienti, le città, richiamano con forza grandi romanzi d’avventura come quelli di Vernes.

E’ oltretutto significativa, la scelta di realizzare tutte le tavole in varie tonalità di grigio. La splendida copertina, realizzata con toni sgargianti, è il solo elemento di colore dell’intero volume. La storia, d’altronde, parla anche di ghiaccio, tempeste e mare. La cupezza delle tavole trasmette alla perfezione la fatica e lo sconforto dei peronaggi stessi.

Primo di due volumi, La Belgica – Il canto delle sirene pone solidissime basi per essere uno splendido racconto d’avventura e crescita personale, oltre che, un ottimo spunto per approfondire una storia quasi leggendaria.

Chi arriva alla lettura digiuno da nozioni storiche, potrebbe trovare la prima parte del fumetto un po’ confusa, per via della sopracitata mancaza di vere sezioni di spiegazione. Tuttavia, nell’ultima parte di questa prima edizione,si trovano ben 16 pagine di approfondimenti e cenni storici, in cui Toni Bruno mette insieme diversi dati e racconta il suo processo di documentazione.

Inutile dire che, con questo nuovo volume, Bruno dà prova di essere tanto un disegnatore di talento quanto un’autore incredibile. Per dare una valutazione finale e completa di questo suo nuovo lavoro, dovremo attendere ancora qualche mese l’uscita del secondo volume ma, se il livello si manterrà alto come nel primo, potrebbe facilmente rivelarsi la sua opera migliore. Non ci resta che attendere anche noi, nel porto, il ritorno de La Belgica.

 

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: