Rubriche

Serie TV “Il Signore degli Anelli”. Aggiornamenti e News: tutto quello che sappiamo fino ad oggi.

di Francesca Torre

Pubblicato il

Nel 2017 erano trapelate voci secondo cui Amazon Prime si era fatta avanti per produrre una serie TV de “Il Signore degli Anelli“. L’occasione era ghiotta per molti, ed anche HBO e Netflix si erano fatti avanti. Alla fine però è stata proprio Amazon Prime a vincere su tutti, ed è stata quindi confermata la produzione di una serie TV ispirata ai racconti de “Il Signore degli Anelli” di J.R.R. Tolkien, e che sarà prodotta da Amazon Studios in collaborazione con Tolkien Estate and Trust, HarperCollins e New Line Cinema (divisione della Warner Bros Entertainment).

Nei giorni scorsi, durante il press tour della Television Critics Association, è uscito una specie di teaser trailer, dove viene annunciato il team presente dietro questa nuova serie tv.

Sceneggiatori e produttori: Gennifer Hutchison (Breaking Bad), Jason Cahill (I Soprano), Justin Doble (Stranger Things);

Produttori esecutivi: Bruce Richmond (Game of Thrones), Gene Kelly (Boardwalk Empire), Lindsey Weber (10 Cloverfield Lane) e Sharon Tal Yguado;

Consulenti vari: Bryan Cogman (Game of Thrones), Stephany Folsom (Toy Story 4), Ron Ames (The Aviator), Helen Shang (Hannibal) e Glenise Mullins;

Costumista: Kate Hawley (Suicide Squad)

Scenografo: Rick  Heinrichs (Star Wars: Gli ultimi jedi)

Effetti visivi: Jason Smith (The Revenant) e Tom Shippey;

Concept Artist: John Howe.

Le cifre che girano attorno a questo nuovo colosso televisivo sono altissime. 250 milioni sono stati spesi per acquisire i diritti e già 500 milioni di budget sono stati invece stanziati per ben 5 stagioni. Questo adattamento televisivo esplorerà nuove storie, che precedono l’opera di Tolkien “Il Signore degli Anelli – la Compagnia dell’Anello”. L’accordo inoltre include anche la produzione di una potenziale serie spin-off.

Gli Showrunner saranno: J.D. Payne e Patrick McKay che hanno dichiarato: “Questo team è la nostra Compagnia, assemblata con persone provenienti da tutto il mondo e che compiono questo percorso insieme per cercare di ottenere qualcosa di molto più grandioso rispetto a ciò che potremmo fare da soli. Ci sentiamo onorati ed estremamente fortunati nell’essere circondati da queste donne e questi uomini in grado di ispirare e di grande talento”.

Sappiamo già, inoltre, che J.A. Bayona sarà il regista dei primi due episodi della prima stagione, il quale ha dichiarato “JRR Tolkien ha creato una delle storie più straordinarie e stimolanti di tutti i tempi, e come fan è un onore e una gioia entrare a far parte di questo fantastico team. Non vedo l’ora di portare il pubblico di tutto il mondo nella Terra di Mezzo e far loro scoprire le sue meraviglie, con una storia mai vista prima”.

Viene anche confermato il periodo in cui i fatti della serie dovrebbero verificarsi.

A partire da febbraio 2019 infatti, sui social dello show hanno iniziato a spuntare delle mappe dei luoghi tolkeniani. La prima era l’immagine di una semplice mappa della Terra di Mezzo, e veniva accompagnata con la scritta “Tre Anelli ai Re degli Elfi sotto il cielo che risplende”. La seconda immagine era una foto della stessa mappa, con l’aggiunta dei nomi delle regioni che la costituiscono la scritta “Sette ai Principi dei Nani nelle lor rocche di pietra”.

Su questa seconda mappa si dice si nasconda un indizio sul periodo in cui la serie tv sarà ambientata. Appare infatti il nome “Calenardhon”, luogo successivamente chiamato Regno di Rohan. Questo cambio, risale al 2510 TE (Terza Era), esattamente 508 anni prima dell’incontro tra Aragorn e Frodo.

A quel tempo, l’esercito di Étheód e Dúnedain di Gondor affrontarono un’armata di Esterlings e Orchi, nella cosiddetta Battaglia del Campo di Celebrant, uscendone vincitore. Il Sovrintendente di Gondor, quindi, per ricompensare la fedeltà e l’aiuto degli Étheód, donò al loro Re, Eorl il Giovane, la regione del Calenardhon, che da quel momento prese il nome di Rohan. Visto che sulla mappa il nome è ancora l’originale, la serie potrebbe essere ambientata prima della Terza Era.

Infatti sono poi comparse altre tre mappe, con i restanti versi della poesia dell’Anello, la cui più interessante sembra essere l’ultima, che riporta la frase “Un Anello per domarli, Un Anello per trovarli, Un Anello per ghermirli e nel buio incatenarli, Nella Tessa di Mordor, dove l’Ombra cupa scende”, e dove si può trovare Númenor, l’isola donata agli uomini dagli dei e poi sottratta per punirli durante la Seconda Era. Aragorn inoltre è un diretto discendente del primo Re di Númenor, e di conseguenza è più probabile che la serie di concentri sugli antenati dell’uomo.

La Seconda Era sarà quindi probabilmente il periodo in cui verrà ambientata la serie tv. Essa è durata 3441 anni e principalmente due sono gli eventi più rilevanti che sono accaduti durante questo periodo: l’intervento del dio Eru Ilúvatar dopo che l’uomo ha sfidato le leggi divine, e la formazione dell’Ultima Alleanza tra Elfi e Uomini che ha portato alla prima sconfitta di Sauron e con la quale si conclude il periodo stesso. Nel mezzo abbiamo poi la nascita di Gran Burrone, la prosperità crescente dei Nani, e la forgiatura degli Anelli del Potere.

Quello di cui non si sa praticamente nulla, invece, è il cast. La prima attrice confermata è Markella Kavenagh, che dovrebbe interpretare una certa Tyra. Giravano voci su un fantomatico casting per il ruolo di un giovane Aragorn, ma visto il periodo scelto per l’ambientazione è pressappoco impossibile.

Jennifer Salke, nuovo capo degli Amazon Studios, ha indicato il 2021 come possibile data di rilascio della serie tv, e la scelta sarebbe fattibile visto che le riprese dovrebbero iniziare entro quest’estate e durante il 2021 cadrebbe il ventesimo anniversario del debutto al cinema de “Il Signore degli Anelli: La Compagnia dell’Anello”.

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: