Rubriche

La casa di carta – 3

di Luca Leardini

Pubblicato il

Segnatevi questa data: venerdì 19 luglio. In questa giornata infatti Netflix rilascerà i nuovi episodi della terza parte de “La casa di carta”, la serie non in lingua inglese più vista di sempre sulla piattaforma streaming.

La serie spagnola è uscita prima sul canale Antena 3  tra il maggio e il novembre 2017. Ma è solo con la messa in onda in streaming nel dicembre dello stesso anno che sbanca completamente conquistando il pubblico di tutto il mondo.

la casa di carta

Foto: Nerdpool.it

Perchè ci piace “La casa di carta”

Come ogni serie con grande successo di pubblico anche La casa di carta ha la sua fetta di ammiratori e quella di detrattori. Non è una serie sofisticata come The Crown o non ha una regia di pregio come Sense8. Raccoglie a piene mani dal cinema americano (i vari Ocean’s di Soderbergh, Nikita, Lèonnon notate la somiglianza tra Tokyo e la giovane Natalie Portman? -). A tratti ritroviamo dialoghi da telenovela, tipologia dominante nella cultura latina, tanta tragedia e sentimenti che mischia Hollywood e besame mucho. Anche la storia è debole in alcuni punti (su internet trovate tanti articoli sui pasticci della serie) eppure è piaciuta un botto … perché? Perchè non assomiglia a niente di già visto. E il pubblico da binge watching come noi ha sempre sete di cose nuove, a costo di un risultato qualitativamente non sempre eccelso.

Cosa succederà nella terza stagione?

Nel trailer uscito il 3 giugno si vede la squadra di rapinatori/truffatori che in acque internazionali festeggia, pronti a partire per la loro vacanza infinita. Rio e Tokyo si rifugiano su un’isola deserta, ma vengono assaliti da militari che portano via il ragazzo rinchiudendolo in un luogo nascosto.

Il trailer è stato preceduto da un messaggio del Professore che incita alla resistenza (uno dei leit-motiv della serie: la banda tecnicamente non ruba, ma si appropria di mezzi di produzione del capitalismo. La scelta di Bella Ciao come colonna sonora fa intendere il resto) e dichiara guerra alla polizia, affermando che la banda ritornerà per liberare Rio, stavolta facendo le cose in grande.

Il trailer rende note anche alcune novità come nuovi personaggi, Palermo, Bogotà e Marsiglia e il ritorno di Berlino, apparso a Firenze dove sono state girate delle scene nel gennaio di quest’anno.

Quindi venerdì sera non prendete impegni e preparatevi a una nuova maratona con “La casa di carta”. Buona visione!

 

 

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: