Rubriche

Recensione – Shazam!

di Paola Cecchini

Pubblicato il

Shazam!. Un film del 2019 di David F. Sandberg con Zachary Levi, Asher Angel, Jack Dylan Grazer e Mark Strong.
Shazam! una boccata di aria fresca in mezzo a un sacco di supereroi DC

Passato in sordina sul panorama cinematografico, Shazam! è in realtà una boccata di aria fresca nel mondo serio e responsabile della DC; un film ben fatto con una sceneggiatura solida, un cast ottimo e un montaggio ben fatto (era ora!). Molto più simile a un film Marvel che a uno della DC, Shazam! è  un film divertente soprattutto grazie al fatto che il supereroe all’apparenza adulto, sia in realtà un quattordicenne e si comporta esattamente come tale.

Come il suo protagonista, il film di Sanberg ha la grande qualità di non prendersi troppo sul serio e riesce diventare non solo un cinecomic (di cui mantiene tutta l’essenza pop), ma anche un film di crescita. Come era successo in Captain Marvel (il che è davvero divertente visto che Shazam è in realtà il primo vero Captain Marvel), anche in Shazam! il punto focale non è l’ottenere dei poteri incredibili, ma capire come sbloccarli e utilizzarli nel modo giusto. Billy Batson, come Carol Denvers, deve trovare il suo posto nel mondo, il primo perché ha perso la madre da bambino e ha passato i successivi dieci anni a cercarla scappando da una casa famiglia all’altra e la seconda perché non ha memoria del suo passato. Entrambi devono capire chi sono e solo una volta trovati se stessi saranno in grado di sbloccare al massimo il loro potenziale, con o senza superpoteri.

Non fraintendetemi, non si tratta né di un film perfetto né di un film memorabile, ma resta tuttavia un film interessante (soprattutto visti i suoi compagni di avventure di casa DC ma non è che ci volesse molto in effetti), forse più adatto ai giovanissimi che agli adulti, e che mantiene fino alla fine l’interesse dello spettatore.

 

La trama e il cast di Shazam!

shazam in una scena del filmCome anticipato Billy Batson è un ragazzino che ha perso la mamma da bambino e ha vissuto in un numero impressionante di case famiglia. Nell’ultima di queste trova Grazer, ragazzino disabile con la passione per i supereroi e una famiglia, per quanto strampalata, che potrebbe accoglierlo davvero se lui lo volesse.

Nel frattempo si ritrova a ereditare i superpoteri di Shazam, l’ultimo dei protettori della terra dai peccati capitali. Basta pronunciare il suo nome e Billy può trasformarsi in un adulto con la superforza, l’immunità ai proiettili, la velocità di un lampo e il potere di padroneggiare i fulmini. Superpoteri incredibili, per un quattordicenne, che si stupisce più del poter fare quello che vuole grazie alla sua falsa età che di quello che potrebbe fare con ciò che ha appena ereditato.

Se la parte comica del film (e il suo finale) sono abbastanza prevedibili, la sorpresa del film è quando si mette a fare sul serio. L’evoluzione di Billy non è un’evoluzione data dalla consapevolezza del potere che possiede, come tanti altri supereroi, ma viene acquisita quando capisce tutta la strada che ha fatto da solo e che vale molto di più di quello che pensava. 

Esattamente all’opposto di lui il cattivo del film, rappresentato da un sempre bravissimo Mark Strong, che cerca da sempre di ottenere i poteri per dimostrare quanto vale e, nello stesso percorso di scontro con il proprio passato, non riesce a fare quel passo in più necessario alla sua evoluzione.

shazam e il suo antagonista in una scena del filmNel dialogo tra i due superuomini (anche se potremmo dire che entrambi, per diverse ragioni, restano due bambini in fondo) si dimostra tutta la maturità di Billy, che riesce a vedere al di là non solo del suo naso, ma del muro che il personaggio di Strong ha creato intorno a sé.

Oltre al sempre bravo Mark Strong e al piccolo talento in erba di Jack Dylan Grazer (Già visto ultimamente in IT la seconda partedi cui, a proposito, uscirà a breve ) interessanti sono i due protagonisti Asher Angel Zachary Levi, rispettivamente il giovane e il grande Billy. Asher Agnel è uno di quei nomi da tenere bene a mente perché sicuramente lo rivedremo presto in altri ruoli da protagonista.

Zachary Levi è, invece, un nome forse sconosciuto ai più ma già noto a molti nerd. Oltre ad essere un ottimo cantante e attore di Broadway (è la voce Flynn in Rapunzel e lo abbiamo intravisto, anche se non riconosciuto visto il trucco e i tatuaggi, in The Greatest Showman) Zachary è stato per anni il volto di Chuck, un intelligentissimo e sfigatissimo nerd che lavora per un negozio di tecnologia che si ritrova, per caso, ad avere impiantati nel cervello tutti i segreti della CIA. Inoltre, e questo a dimostrazione di quanto sia così anche nella vita vera e non solo nel piccolo o grande schermo, è il presentatore dello spazio Nerd HQ al Comic-Con di San Diego.

 

Vi lasciamo con il trailer

Shazam! è quindi un film interessante ed è un peccato che sia passato così in silenzio nel panorama cinematografico e siamo contenti che sia arrivata l’ufficialità di un suo sequel in arrivo e che sia stata riconfermata la squadra attuale con Henry Gayden alla sceneggiatura, e Sandberg alla regia.

Cosa ci dovremo aspettare adesso dal supereroe bambino?

Nel frattempo vi lasciamo con il trailer di Shazam!

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: