Rubriche

Ricetta Gelato alla Banana

di Francesca Torre

Pubblicato il

Ciao a tutti!

Visto che la primavera e l’estate fanno fatica a venire fuori, voglio provare a pubblicare una ricetta tipicamente estiva per fargli capire che sarebbe anche l’ora di fare venire un po’ di caldo! Non so da voi ma qui è praticamente 3 settimane che sta venendo giù pioggia su pioggia..

E quale ricetta può essere più rappresentativa se non il gelato??

Il gelato si può trovare in mille combinazioni diverse. Dai gusti classici come la crema, il fiordilatte o la cioccolata, ai gusti di frutta come la fragola, il limone o il melone, ai gusti più caratteristici, che non sempre esistono in tutte le città, come per esempio il biscottino, la millefoglie, il cremino o anche la cassata siciliana.

Ogni gelateria solitamente offre una varietà più o meno corposa in base al posto dove si trovano, alla tipologia del locale, dalle persone che lo frequentano.

Esistono anche delle macchine per il gelato, che si possono trovare in alcune case, e che permettono di crearsi da soli vari gusti di gelato. La preparazione però solitamente è abbastanza lunga.

Quello di cui vi voglio parlare oggi invece, è un procedimento sicuramente meno complesso, che può essere portato a termine nel giro di poche ore (come preparazione) e pochi minuti (a livello di esecuzione).

Ingredienti:
– 3 banane medie (ca 300 gr)
– 1 cucchiaio e mezzo e di zucchero
– 2 cucchiai di latte

Per fare il gelato dovete iniziare qualche ora prima, prendendo le banane e tagliandole a fettine.  Ora potete metterle a congelare in freezer per circa 2-3 ore.

Una volta passato il tempo necessario, mettetele nella caraffa di un frullatore con lo zucchero e il latte.

Frullate ad alta velocità per circa 10 secondi e poi a velocità media per altri 20 secondi.

Il vostro gelato è pronto!

 

Avete visto che velocità? Se volete, potete usare la stessa tecnica anche con tipologie di frutta diverse, come per esempio fragole, o kiwi o quello che più vi aggrada.

Ricordate che non si tratta proprio di un gelato vero e proprio come quello della gelateria quindi dovete cercare di mangiarlo entro un paio di giorni al massimo, non avendo al suo interno nessun tipo di conservante.

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: