Rubriche

L’eredità di Pintcrow di Simone Rubino

di Andrea Ion Scotta

Pubblicato il

L'eredità di PintcrowI passi compiuti nelle pagine della storia sono l’eredità che ha consapevolizzato il nostro percorso nel mondo. Le impronte lasciate in una nuova terra o nello spazio, sono un retaggio che guidano le nostre scelte ed esse suggeriranno ad altri le loro. Nessuno, neanche i più saggi possono prevedere ogni esito, ma nel nostro passato Donne e Uomini hanno sacrificato la loro vita per difendere e garantire il diritto di essere umano, scavalcando il senso patrimoniale e più comune di eredità.

Pensando in senso lato a questo concetto, si può prospettare un futuro meno egoista, una staffetta da lasciare a chi dopo di noi sbagliarà e crescerà cullato dalla nostra Terra. A volte però l’uomo, colorato dalle sue infinite sfaccettature, concepisce ed impone le regole del suo modo di vivere il Mondo, il delicato significato di bene e di male. Simone Rubino, attraverso L’eredità di Pintcrow, conferisce una chiave Fantasy per l’apertura a questo vasto concetto.

Il viaggio comincia nell’anno 1328 del profeta Admanio, in un creato tranquillo solo nell’apparenza. Le azioni compiute dal famigerato stregone Jorgen Amadeus Sortrane, temuto con lo pseudonimo Pintcrow, vengono tramandate con timore di voce in voce. Nonostante la sua morte sia avvenuta cento anni prima, la sua ombra continua ad inquietare i popoli liberi, la sua eredità penetra nelle volontà ad egli devote, da coloro che lo osannano come Magistro. Le storie che raccontano le sue gesta sono divenute leggende che narrano il suo oscuro potere, tanto potente che sembra abbia contrastato persino la morte.

Il primo spicchio di panorama in cui si affaccia il lettore è descritto attraverso lo sguardo di un oste, Beffrin, il quale offre una ben definita vista sulla fredda Calimdor. Il vento soffia colmo di cupe storie sul quel luogo, lontano da Demetia, una mite terra situata ad Ovest, il sogno di coloro che sono tenuti prigionieri dalla grande catena montuosa La Corona. L’ostacolo all’esodo verso quella terra lontana è un nefasto luogo, silente e terribile, dove ogni anno le anime che lo sfidano ne rimangono imprigionate. La valle Calimdor, per Demetia ritenuta disabitata, fu dimora dell’oscuro stregone Pintcrow.

Il lettore è costretto a lasciare il tepore della locanda di Beffrin, trascinato in una frenetica caccia all’uomo nell’inesplorata foresta di Calimdor. Aleksander Brassel, un giovane nobile decaduto, è in fuga da moltissimi giorni, sospinto solo dal pensiero della libertà. Quel luogo però vive di vita propria, dove malefici e tranelli sgorgano dalla terra. La vita di Aleksander sta per essere spezzata, annegata nella fetida palude Acquafosca, ma a trarlo in salvo sono i suoi inseguitori. L’euforia della cattura però abbandona lesta i cacciatori di taglie: il potere di quel luogo anima maligne creature, porta gli animali alla pazzia e gli uomini alla morte.

Da questo momento, gli eventi, cuciti insieme dalla mano sapiente dall’autore genovese, porteranno alla formazione di una stravagante compagnia che per volontà o per scopi comuni, si ritroverà costretta a collaborare. Aleksander è solo uno dei nomi che compongono la compagnia: insieme al nobile decaduto si uniranno un’apprendista di nome Aron, la caparbia Kathleen e l’opportunista Nalter.

Questi sono solo alcuni dei personaggi che guideranno il lettore all’interno di una narrazione intricata ed avvincente. I percorsi scoscesi ed inospitali che il lettore si troverà a percorrere, lo porteranno a comprendere che gli interessi in ballo sono altissimi e che il velo che avvolge la morte del famigerato stregone sembra impossibile da estirpare.

Mettersi a nudo all’interno del genere Fantasy, concepito e popolato da alcuni dei più grandi Maestri della letteratura non è così scontato e lo stile classico sfoderato dall’autore conferisce una lettura appagante per gli amanti del genere. Una buona prova quindi quella di Rubino che, pur notandosi i tratti di uno scrittore emergente, introduce comunque elementi innovativi, pesando chirurgicamente gli elementi della trama. Non una goccia di pioggia o un colpo di spada viene dato per scontato, così come le caratteristiche naturali delle persone che abitano il suo manoscritto.

L’eredità di Pintcrow è disponibile su Amazon, IBS e Youcanprint.

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: