Rubriche

Italbasket, finalmente Mondiale!

di Eugenio Petrillo

Pubblicato il

Che bello, apriamo il lunedì con una bellissima notizia su DiSportivo. La nazionale italiana di pallacanestro dopo tredici lunghi anni di attesa può ufficialmente tornare a giocarsi un campionato nel mondo.
Gli azzurri infatti grazie alla vittoria in casa (a Varese) contro l’Ungheria di venerdì sera ha strappato il pass per la rassegna iridata che si disputerà in Cina tra il 31 agosto ed il 15 settembre 2019.
Il Mondiale mancava da troppo tempo e questo risultato farà sicuramente molto bene a tutto il movimento. Il 75-41 contro la selezione magiara è stato il giusto epilogo di un percorso cominciato poco più di un anno fa a Torino contro la Romania che ha portato l’Italia a tornare nell’olimpo delle grandi.

Foto: FIBA

Il nostro commissario tecnico, Romeo “Meo” Sacchetti, ha costruito un gruppo di ragazzi che si sono messi subito a totale disposizione con voglia ed entusiasmo. Sappiamo le difficoltà di creare una squadra senza i giocatori NBA e di EuroLeague, viste le finestre invernali che ne hanno impedito la convocazione. Quindi se vogliamo, la selezione che ha condotto l’Italia in Cina per il Mondiale verrà parecchio rimaneggiata. Con ogni probabilità infatti coach Meo Sacchetti andrà ad aggiungere i due giocatori NBA, Marco Belinelli e Danilo Gallinari, oltre che i protagonisti in EuroLeague, Daniel Hackett (CSKA Mosca), Gigi Datome (Fenerbahce) e Nicolò Melli (Fenerbahce). Insomma, quel che sarà sarà. Sacchetti saprà ancora una volta far tornare i conti. Sulla carta sarà una nazionale molto forte visti anche i miglioramenti di tutti gli altri elementi che hanno trainato la squadra fino a questo momento. L’Italia andrà in Cina per disputare un grande Mondiale, questo è ovvio. Non farà da comparsa, non deve fare da comparsa. Al Mondiale ci sarà in palio, un altro importante traguardo: le Olimpiadi che mancano dal 2004 ad Atene quando con coach Carlo Recalcati si vinse addirittura l’argento, perdendo solo in finale contro l’Argentina. Bisognerà provare, non sarà facile ma le qualificazioni hanno fatto terra bruciata per qualche nazionale blasonata (la campionessa d’Europa della Slovenia e la ostica Croazia), ma bisognerà provare a raggiungere almeno i quarti di finale. Entrando nelle prime otto al mondo, allora si che vorrebbe dire andare a Tokyo nel 2020.
Il percorso di qualificazione ancora non è concluso, infatti proprio questa sera alle 18.30 l’Italia andrà ad affrontare la Lituania nell’ultimo atto. Sarà poco più di un’amichevole visto che entrambe le squadre stanno in queste ore organizzando il viaggio in terra cinese, però sarebbe veramente bello chiudere questo percorso con una vittoria in un campo dove nessuno – o quasi – riesce a vincere.
Quindi sarà Mondiale, sarà Cina! Per due settimane ci auspichiamo che tutt’Italia possa stare incollata alla televisione con l’Italbasket. E che questo sia il modo migliore per riavvicinare alla pallacanestro tanti appassionati sportivi!

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: