Rubriche

Marco Cecchinato è campione a Buenos Aires

di Eugenio Petrillo

Pubblicato il

Evviva! Marco Cecchinato ci regala un’altra gemma delle sue. Il tennista palermitano vince il suo terzo torneo ATP e lo fa nettamente contro Diego Schwartzman al ATP250 di Buenos Aires (competizione in terra battuta con 673.135 $ di montepremi).
Il classe 92 ha giocato una settimana pressoché perfetta. Prima della finalissima con il padrone di casa argentino vinta poi con facilità 6-1 6-2 in appena 65 minuti di gioco, Cecchinato ha dominato anche nei restanti turni del torneo.
Andiamo a vedere nello specifico: 7-6 6-4 agli ottavi al cileno Christian Garin, 7-6 6-4 nei quarti allo spagnolo Roberto Carballes Baena, e 6-4 6-2 in semifinale a Guido Pella e poi l’exploit della finale con Schwartzaman.
Insomma Marco Cecchinato in tutto il torneo di Buenos Aires non ha lasciato agli avversari nemmeno un set. Ora la classifica del tennista azzurro – al momento diciottesimo – è destinata a migliorare ancora.
Da oggi infatti “Cek” diventerà il numero 17, suo best ranking personale ad una sola posizione dal connazionale e più esperto Fabio Fognini.
Qualcosa potrà cambiare ancora già da questa settimana perché il numero uno ed il numero due azzurro saranno impegnati nel più importante torneo di Rio De Janeiro, un ATP500. Chissà che Fognini non voglia provare a rispondere al collega e amico. Sicuramente ad entrambi il talento non manca. Cecchinato dalla sua ha un’età inferiore e forse una stabilità psicologica migliore. Quel che è certo è che questo – soprattutto per quanto riguarda i tornei ATP sulla terra rossa – 2019 potrebbe essere un anno di grande soddisfazione per il nostro Marco Cecchinato. Dovrà difendere una semifinale del Roland Garros. Non sarà sicuramente facile, anzi vista la ripresa di qualche giocatore come Novak Djokovic sarà un’impresa.
Dunque i prossimi mesi saranno tutti da gustarsi e noi saremo pronti a tifare e a sostenere i nostri tennisti.

Foto: Ubitennis

 

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: