Rubriche

I cinque studenti di Matteo Della Valle

di Andrea Ion Scotta

Pubblicato il

I cinque studenti di Matteo Della Valle

Guardare dentro di sè ed avere la forza di credere che non si è fatti di circostanze, è la direzione giusta per concretizzare un sogno, anche se sfuggente o corona di una titanica montagna. Dominare gli impulsi di resa davanti agli ostacoli che separano l’uomo dal proprio obiettivo, resistere dal liberare le spalle dalla fatica fatta e tornare indietro, rendono immortale la vita di un uomo. Con questo spirito Matteo Della Valle ci propone I cinque studenti, disponibile su bookabook, un manoscritto semplice, ma caratterizzato dai tratti unici della vita.

Come suggerisce il titolo, sono cinque i giovani protagonisti di questo viaggio, amici fraterni che lasciano alle spalle il loro vecchio mondo per affrontare insieme una nuova avventura. Terminato il liceo, il Nero, il Bello, il Tofa, il Prof. ed infine il Lungo, partono dal Borgo verso il grande Capoluogo, dove calcano palcoscenico della loro gioventù come protagonisti. Dopo aver scelto a quale Facoltà iscriversi, la loro quotidianità si trasferisce sotto lo stesso tetto: il loro angolo, la loro tana, un rifugio pronto ad accoglierli dopo aver passato un’esame, dopo una sbronza o per i racconti più piccanti dopo un appuntamento. Pagina dopo pagina, le personalità dei cinque studenti crescono con il lettore che, senza arrovellarsi troppo, resta incollato alle pagine, ormai il sesto di quella unica comitiva.

I cinque studenti vivono la vita universitaria ognuno a proprio modo, incastrandosi perfettamente l’uno con l’altro, creando una sincronia che solo una famiglia concede. Senza sporcare il racconto, emergono le storie dei cinque protagonisti, concedendo al lettore l’opportunità di avvicinarsi al loro intimo, alle loro paure o i loro punti di forza, di come ogni loro caratteristica sia determinante per la trama. Non mancano le storie d’amore e di passione, di goliardia e di ozio, ma i cinque studenti saranno costretti ad affrontare un momento in cui il potere della gioventù verrà messa alla prova. Celato in una giornata come tante, un risvolto mai immaginato scuote i cinque studenti, gettandoli nelle acque ostili dei dubbi.

I cinque studenti, illustrazione di Giulia Repetto

I cinque studenti, illustrazione di Giulia Repetto

Le pagine de I cinque studenti sono colme di eventi quotidiani che, cuciti alla perfezione, creano una storia divertente e spensierata, ma che concede spazio a riflessioni e ad introspezioni. Della Valle mette a disposizione diverse personalità, cinque modi di affrontare la vita, decisioni che portano il lettore ad immedesimarsi in ognuno, a sentire nello stomaco cosa comporterebbe una scelta piuttosto che un’altra. Il viaggio interiore è dunque obbligatorio per godere appieno della storia di Della Valle, trovarsi schienati dagli enigmi interiori e da risvolti inaspettati architettati dalla mano severa della vita.

Senza troppi giri di parole e a volte senza concedere spazio all’immaginazione, Della Valle rimane coerente e reale con la mentalità dei protagonisti, conferendo naturalezza e realtà alle anime dei cinque studenti. Le esperienze dei cinque studenti dunque sono descritte senza freni: lontano dalla famiglia e dallo sguardo severo dei vicini del Borgo, nella vita dei ragazzi dominano incontrastate la spensieratezza e l’incoscenza dei vent’anni che, tra i capitoli del romanzo, vengono utilizzate per superare le situazioni più diverse tra loro.

Nonostante qualche passaggio acerbo, il debutto di Della Valle nel mondo della scrittura è notevole, poichè regala al lettore un racconto leggero e vero allo stesso tempo, ma senza essere scontato. Pur mantenendo una struttura semplice, il manoscritto risulta essere intricato e corposo, senza dover ricorrere a scene di violenza esasperata, concedendo però qualche bravata al gruppo di amici. L’autore sottolinea che “I cinque studenti non è un libro autobiografico ma recupera il bello e il brutto delle vicende della mia vita”, con la convinzione che, qualunque cosa accada, gli amici, quelli più preziosi, rimarranno sempre.

Poche parole spese per colui che ha creduto nel suo sogno, un giovane come tanti, ma distinto da tutti per avercela fatta. Matteo Della Valle è un altro genovese che spezza le catene della fatica con la pubblicazione del suo primo manoscritto, ricco di temi di fortissimo impatto sociale, attuali e che richiedono ancora una risonante sensibilizzazione. Tuttavia il termine del progetto dell’autore non finisce solo con la divulgazione di un messaggio, ma tramonta con la devoluzione dell’intero ricavato delle vendite de I cinque studenti  alla Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici (ANGSA).

Diffondi lo spirito Millennial:

Un commento per “I cinque studenti di Matteo Della Valle

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: