Rubriche

Recensione – Ralph Spacca Internet

di Micaela Ferraro

Pubblicato il

Ralph Spacca Internet. Un film d’animazione Disney diretto da Rich Moore e Phil Johnston con Gal Gadot, Jane Lynch, John C. Reilly e Sarah Silverman.

Ralph Spacca Internet

Ralph Spacca Internet: la trama

Ralph Spacca InternetNati e cresciuti nella periferia dei videogame, Ralph e Vanellope, protagonisti del film che ha strizzato l’occhio a Toy Story e abbracciato i nostalgici degli anni ’80 e ’90, si trovano all’inizio di questo sequel a guardare in faccia il cambiamento.
Quando per divertire la sua piccola amica, annoiata dal gioco infantile in cui è rinchiusa, Ralph crea una pista nuova da seguire tra le caramelle e il cioccolato di Sugar Rush, Vanellope perde il controllo della macchinina che una ragazza nella sala giochi sta tentando di governare, e rompe il volante.
Essendo un videogioco ormai fuori produzione, l’unico volante di ricambio si trova su ebay a un prezzo irragionevole, e il proprietario decide di staccare la spina, condannando all’oblio il mondo dei piloti caramellati.
Distrutta dal game over eterno, Vanellope si chiude in sé stessa, e per aiutarla Ralph mette in moto una serie di eventi destinati a cambiare per sempre il loro piccolo, periferico mondo, che richiama in modo appassionato l’universo di Stranger Things.
Ralph Spacca InternetAttraverso un cavo Ethernet i due eroi si avventurano in quell’ingarbugliato mondo che è internet: un universo nuovo, fatto di possibilità, luci e colori. Pieno di movimento e frenesia, traffico e torrioni giganteschi destinati a entusiasmare gli spettatori per le grandi applicazioni di uso quotidiano a cui rimandano: instagram, youtube, e ovviamente il più luminoso e gigantesco di tutti, Google.
Il nuovo mondo separa il modo di vedere le cose dei due amici: Ralph è tranquillo, metodico, si sente fuori posto in quel frenetico caos (non per niente viene paragonato nel finale allo scimmione King Kong, e per tutto il film la sua figura diventa metafora del mondo “antico”, quieto e spaventato dal progresso); Vanellope invece per la prima volta, si sente veramente a casa: lei capisce quel modo di fare, lo fa suo in un battibaleno, la mancanza di sentieri tracciati non la spaventa, anzi, la esalta. Non conosce niente ma le è tutto chiaro, perché, come dice in un passaggio importante della narrazione, non avere un destino prestabilito, è quello il suo sogno. Vita, per lei, è non sapere mai come andrà a finire, cosa potrà succedere. Invece Ralph non ama i cambiamenti, lo terrorizza tutto ciò che non conosce, tanto che finisce per desiderare distruggere l’intero mondo che gli sta portando via la sua migliore amica.
Ralph Spacca InternetQuando Vanellope incontra Shank – personaggio a cui Gal Gadot da la voce nella pellicola originaria – e si immerge nel suo mondo, Slaughter Rush, questa divisione si intensifica.
La bambina è felice, lì, sente di aver trovato un posto adatto a lei: l’idea di staccarsi dalle radici la spaventa, ma nel suo cuore sa di doverlo fare lo stesso.
Dentro di sé anche Ralph sa che è giusto lasciarla andare, lasciarla crescere: ma la sua difficoltà è maggiore, perchè non vede in internet tutte le opportunità che invece coglie Vanellope.
Spaccatutto è legato al suo piccolo mondo finito: la pilota dagli occhi grandi invece non ha bisogno di manuale di istruzioni o di punti di riferimento, e la vastità della rete la inebria completamente. 

Ralph Spacca Internet: le due facce del cambiamento

Nel modo in cui Ralph e Vanellope vivono la rete, è racchiuso tutto il dramma della società degli ultimi anni. Il nuovo film disney si stacca dal suo predecessore e diventa un percorso formativo: per il corpulento sfascia-palazzi internet significa spaesamento, un tipo di cambiamento difficile da gestire.
Ralph Spacca InternetVanellope invece viene avvolta dal manto inebriante della possibilità: la ragazzina ha una forte spinta verso il futuro, sente di dover cambiare per essere davvero felice, le occorre un upgrade di cui il gigante Ralph ha timore. Così il rapporto tra i due protagonisti si apre a più letture e diventa una duplice metafora: quella del genitore che deve permettere al figlio di crescere, imboccare la sua strada e andare avanti, e quella della società che deve capire come utilizzare i prodigi della rete senza esserne inghiottita, accettando la realtà con tutti i suoi mutamenti, positivi e negativi, imparando a cogliere il meglio dalle sfide che quotidianamente è necessario affrontare.
Ralph Spacca InternetDisney dimostra che non è necessario scegliere tra reale e virtuale, né tra nostalgia e cambiamento: i sentimenti sono sempre veri, proprio come l’amicizia che permea i due protagonisti, non c’è alcun bisogno di temere che il cambiamento possa far sparire l’amore.
Così come è fondamentale imparare a capire che ciò che è nuovo non è una minaccia, ma una possibilità: bisogna solo capire come fare a cavalcare l’onda, proprio come ha fatto la casa madre di Topolino, in effetti.

Ralph Spacca Internet: i cameo nel film 

Ralph Spacca Internet
Il sequel di Ralph Spaccatutto
è destinato a diventare in breve tempo il film d’animazione per eccellenza in campo di cameo e citazioni. La Disney come al solito si distingue da qualunque altro concorrente per profondità di temi e capacità di comunicazione con il proprio target, che diciamocelo, va ormai dai 2 ai 99 anni.
Ralph Spacca InternetE uno dei grandi plus ultra della casa di Topolino è quello di disporre di personaggi indimenticabili che di quando in quando compaiono in qualche film per la gioia dei fan: beh, Ralph Spacca Internet è una vera e propria reunion di personaggi disneyani, qualche volta (come nel caso delle principesse) portati all’esasperazione e resi divertenti e un po’ ridicoli, a dimostrazione di quanto Disney sia in grado di prendersi in giro, alleggerendo i toni della storia.
Una mossa vincente per un film che arriva 7 anni dopo il primo, premiato dal pubblico soprattutto per quella vena nostalgica che con l’avvento della rete rischiava un po’ di perdersi.
Ralph Spacca Internet
Ma non solo: tra i piccoli utenti internet (che sembrano tanto dei funko pop) appare Stan Lee, la scena sul grattacielo di Google richiama perfettamente il mitico finale di King Kong, le colonne sonore cambiano al cambiare del potere in uso dalle principesse, gli eroi Marvel appaiono qui e la e simpatiche battute sulle diverse case produttrici che Disney ha comprato fanno sorridere gli spettatori.

Ralph Spacca Internet

Un mondo magico e reale, trasportato in un virtuale così facile da immaginare che incanta: alla fine del film, il contesto e il contorno conquistano il pubblico più della storia e dei personaggi principali. Segno che forse i temi dibattuti sono ormai assunti, ma il modo di comunicare è sempre ineccepibile.
La Disney non sbaglia un colpo.

Ralph Spacca Internet: il Trailer

A seguire il trailer completo del film d’animazione Disney Ralph Spacca Internet
Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: