Rubriche

Alexander Zverev über alles

di Eugenio Petrillo

Pubblicato il

Una settimana fa c’eravamo lasciati con la presentazione delle ATP Finals della O2 Arena di Londra. Gli otto migliori giocatori si sono affrontati e a trionfare è stato il giovane tennista tedesco Aleksander (“Sascha”) Zverev.
Appena un anno fa Zverev aveva trionfato nel torneo delle Next Gen a Milano (competizione dei migliori talenti delle future generazioni) e ora è arrivata anche la consacrazione più importante, quella del cemento di Londra.
A vedere alzare l’ultimo trofeo dell’anno è stato il favorito sulla carta, il numero uno nel ranking mondiale: Novak Djokovic.
Il fenomeno serbo aveva letteralmente dominato tutte le partite ma poi è crollato in finale in due set: 6-4; 6-3 in appena ottanta minuti di gioco.

Foto: La Gazzetta dello Sport

Caso strano ha voluto che nella fase del girone (nella fattispecie quello dedicato a Guga Kuerten) “Nole” aveva strapazzato Zverev. Dopo un primo set combattuto, il tedesco era letteralmente crollato nel secondo quasi come ad ammettere una netta supremazia dell’avversario.
Tutto ciò si è capovolto nella partita più importante e Sascha a soli 21 anni può festeggiare un trofeo veramente importante.
Era dal 1995 che un tedesco non trionfava nelle Finals e quel tennista era Boris Becker uno dei migliori di sempre con la racchetta in mano.
Una nota curiosa: si conferma la tradizione favorevole per chi perde nei gironi una sfida che si ripete poi in quelle delle fasi calde (seminali e finale): ora il computo è di 11-9 in favore degli sconfitti nel primo match.

Dunque la stagione volge al termine con Aleksander Zverev che solleva l’ultimo trofeo. Ora per i tennisti ci sono qualche settimana di sosta dove probabilmente andranno in vacanza al caldo. Il tennis tornerà tra la fine dell’anno e l’inizio del 2019 con una stagione che si preavvisa ricca di nuovi ed interessanti spunti.

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: