Rubriche

Il nuovo CHARMED – Recensione puntata 1×01

di Francesca Torre

Pubblicato il

Il 14 ottobre è uscito in America l’atteso reboot di Charmed, Streghe in Italia, prodotto daJennie Snyder Urman, Jessica O’Toole ed Amy Rardin.

Questa serie tv è una di quelle che sono state maggiormente attese da tutti i fan del Charmed originale, in quanto nei mesi precedenti ha subito parecchie critiche, e pareri discordanti sulla sua produzione.

Le attrici della serie originale si sono dette contrarie a questo reboot, ed i fan si sono divisi tra chi era d’accordo a chi invece rimaneva fedele alla vecchia serie TV.

I reboot, inutile prenderci in giro, hanno questo potere. Se da un lato possono trovare fan disposti a credere in loro e alla rinascita della loro serie TV preferita, dall’altra hanno la responsabilità di non far rimpiangere i loro predecessori.

Ultimamente sentiamo parlare spesso di REBOOT, sia a livello di film che come serie TV. Probabilmente certe produzioni si sentono più sicure ad andare a trattare di argomenti che in passato hanno già avuto successo, però devono anche pensare che il flop può essere dietro l’angolo in quanto il reboot deve cercare di percorrere i passi del passato introducendo anche delle novità però, altrimenti si tratterebbe solo della solita minestra riscaldata.

Quindi, anche se sempre più serie televisive e film, vedono la loro rinascita in questi ultimi anni, non è detto che riescano a mantenere il successo che avevano avuto con gli originali.

 

Attenzione, da qui in poi saranno presenti SPOILER per chi ancora non ha visto la puntata.

CHARMED 1X01 – LA TRAMA

All’inizio della puntata conosciamo la mamma delle due sorelle Mel e Maggie, che parla con qualcuno al telefono, circa un professore accusato di molestie. Ad un certo punto capisce che qualcosa non va, manda un messaggio alle figlie che nel frattempo sono fuori, inizia a praticare una sorta di incantesimo, ed avvisa un corvo e una strana entità che “ne ha tre”.

Le figlie rientrano in casa e scoprono il cadavere della mamma, caduta dalla finestra della soffitta.

A questo punto la serie fa un salto in avanti di tre mesi, con le due sorelle in seria difficoltà dopo il lutto subito. Mel decide di portare avanti il caso contro il professore, in quanto è anche convinta che sia coinvolto anche nella morte della madre, mentre Maggie vorrebbe solamente andare avanti con le loro vite.

Ad un certo punto l’attenzione si sposta su una ragazza arrivata in città per lavorare all’università. Questa, passando davanti alla casa delle due sorella, la riconosce come lo sfondo di una fotografia in cui è ritratta lei da piccola. Decide quindi andare a bussare alla porta, presentarsi come Macy, e rivelarsi come la loro sorella perduta. Questa rivelazione porta confusione tra le ragazze, ma non c’è tempo di farsi troppe domande in quanto iniziano a rivelarsi in loro degli strani poteri.

Vengono così “rapite” dal nuovo professore, preso come sostituto della madre, che confesserà di essere un Angelo bianco, e che le tre sorelle sono le Prescelte, un trio di streghe molto potenti. La loro madre aveva deciso di vincolare con un incantesimo i loro poteri, ma ora che è morta il vincolo si è rotto. Dopo avergli mostrato il Libro delle Ombre, spiega che hanno due giorni di tempo per decidere se diventare o no delle streghe, e che questa decisione dovrà essere unanime. Mel è la sola convinta di questa nuova vita, mentre le altre sono un po’ scettiche.

Ecco però che compare il primo nemico. Maggie viene rapita da un demone cane e portata via. Le sorelle vanno a cercarla e riescono insieme a sconfiggere il demone. Mentre Macy inizia a raccontare qualcosa di lei però, scoprono che in realtà solo il Potere del Trio può sconfiggere un demone così potente e quindi le tre sorelle decidono di seguire il loro destino ed i loro poteri, sconfiggendo così il nemico che confesserà anche di essere il responsabile della morte della madre.

Alla fine della puntata decidono di usare la tavola degli spiriti per contattare la mamma, ma ricevono solo un avvertimento sul non fidarsi di Harry, il loro Angelo bianco, che proprio in quel momento compare alle loro spalle.

LE DIFFERENZE TRA LE DUE SERIE

–        Le sorelle

Nella serie originale le tre sorelle hanno tutte il nome che inizia con la lettera P: Phoebe, Piper e Prue. Anche Paige, la sorellastra che conosceremo successivamente, ha la stessa consonante come iniziale del nome. Nel nuovo Charmed invece, le tre sorelle hanno la lettera M come iniziale del nome, Maggie, Mel e Macy. Sia Prue che Macy, i due personaggi che interpretano le sorelle maggiori, hanno il potere della telecinesi, ma mentre Prue aveva un grande interesse per l’arte, Macy invece è più interessata alla scienza.

Anche le due sorelle di mezzo hanno uguaglianze e differenze. Nel vecchio Charmed la sorella era Piper, mentre in questo nuovo è Mel. Entrambe hanno il dono di fermare il tempo, ma mentre Piper era sposata con Leo, l’angelo bianco delle sorelle, Mel è invece fidanzata con una donna poliziotto: Niko.

Infine le sorelle più piccole. Per il Charmed originale troviamo Phoebe, mentre per il nuovo abbiamo Maggie. Qui abbiamo dei poteri piuttosto diversi. Mentre Phoebe aveva il potere della premonizione, Maggie invece riesce a leggere nel pensiero.

–        La casa

Uno dei luoghi più caratteristici della serie tv Streghe è sempre stata la casa in cui hanno vissuto le sorelle Halliwell: una grande casa vittoriana ereditata dalla nonna in cui le tre sorelle scoprono la loro vera natura. Per l’ambientazione della nuova serie della The CW, invece, è stato scelto un luogo molto particolare: il vecchio maniero della serie tv Le Streghe dell’East End

CONSIDERAZIONI GENERALI

Questa prima puntata ha regalato qualche risata, soprattutto nella parte più comica della serie piuttosto che nella drammatica. Quello che lascia un po’ perplesso, è il fatto che dal momento in cui la terza sorella

entra in scena, non vedremo mai un momento di confronto tra le tre sorelle. Macy non spiega la sua storia di origine, da dove viene, chi sia suo padre, il perché nessuno la conosca etc. E tutto questo, vista l’importanza del personaggio è un passaggio che avrebbe dovuto essere importante e necessario nella storia. Speriamo che riescano a colmare queste lacune nel giro del prossimo episodio.

In ogni caso la personalità che emerge dalle protagoniste è ben distinta da quelle originali. Pur tenendo conto che l’attenzione al tema della diversità piuttosto che alla comunità LGBT, non sembrano essere sufficienti a rendere questo reboot diverso dal precedente, né accattivante o necessario.

 

Ecco il trailer della prossima puntata

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: