Rubriche

Il mercato piloti catalizza l’attenzione: in Williams arriva Russell

di Andrea Vittorio

Pubblicato il

Il campionato di Formula 1 si avvia alla conclusione, dato che mancano soltanto quattro gare: Usa, Messico, Brasile, Abu Dhabi.

L’anno scorso questi gran premi erano stati appannaggio della Mercedes, con due vittorie per Hamilton (Usa e Messico) e una per Bottas ad Abu Dhabi. A Vettel la magra consolazione della vittoria in Brasile.

Solo la pista potrà veramente dirci se assisteremo alla vittoria di Hamilton già ad Austin, Texas, oppure se sarà necessario aspettare, come l’anno scorso, il gran premio del Messico.

Dal punto di vista del mercato piloti si registrano alcune novità.

In Williams si accasa George Russell, pilota del vivaio Mercedes, protagonista assoluto del campionato di Formula 2, probabile campione dello stesso (come Charles Leclerc, all’esordio in categoria). Con buona pace di Esteban Ocon che probabilmente rimarrà “in panchina” un anno come terzo pilota Mercedes nella speranza che si liberi qualcosa nel 2020. Ricordiamo che Ocon è pilota del vivaio Mercedes, ma è rimasto incastrato dalla girandola di sedili innescati dall’acquisizione della Force India da parte della famiglia Stroll.

Tuttavia non è ancora chiaro chi siederà accanto al pilota inglese: voci dai box indicano come altamente probabile il ritorno in Formula 1 di Robert Kubica, grazie alla sponsorizzazione della società Lotos che gli fornirebbe una valigia di circa dieci milioni di dollari; al tempo stesso, altre voci dicono che potrebbe rimanere Sirotkin, forte degli sponsor russi che hanno fin qui appoggiato la sua carriera. Al momento è quantomeno “sospesa” la candidatura di Artem Markelov, dato che il ricco padre è stato arrestato a Sochi per tangenti miliardarie.

In realtà, ciò che è interessante osservare è la collaborazione che nascerà tra Williams e Mercedes, che potrebbe ricalcare quella tra Sauber e Ferrari. La storica scuderia di Grove monterà non solo le power unit di Stoccarda, ma darà anche spazio ad un pilota talentuoso di scuola Mercedes, così come accaduto con il team elvetico che ha montato motori Ferrari e dato un sedile a Charles Leclerc.

In conclusione, nulla si sa sul nome del pilota che affiancherà Kvyat in Toro Rosso l’anno prossimo. Alcuni dicono che al posto di Hartley possa arrivare Pascal Wehrlein (altro pilota ex Mercedes che quest’anno ha corso in DTM), ma secondo alcuni il sogno “proibito” di Helmut Marko, manager che gestisce il vivaio di piloti Red Bull, sarebbe nientemeno che Mick Schumacher, fresco vincitore della Formula 3.

Il figlio di Michael, però, ha già fatto sapere di voler fare un passo alla volta e di non voler arrivare troppo presto in Formula 1…

Fonte immagini:

https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/stroll-non-esclude-che-mick-schumacher-possa-imitarlo-404368.

https://www.formulapassion.it/motorsport/formula-1/russell-e-lapprodo-in-williams-sono-onorato-404460.

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: