Rubriche

Le regole del delitto perfetto 5 – finalmente ci siamo!

di Luca Leardini

Pubblicato il

Dopo una quarta stagione abbomba, direi anzi una delle migliori finora, è ritornata dal 27 settembre su ABC la nostra Annalise Keating  e Le regole del delitto perfetto (per gli angofili: How to get away with murder) è una serie che può entrare tranquillamente nel nostro palinsesto invernale. Soprattutto dopo che Viola Davis, che interpreta la Keating, ha vinto un Oscar per il film Barriere, un’attrice da tenere d’occhio.

Annalise Keating

Foto: cinefilos.it

** SPOILER ALERT se non avete visto la stagione 4 non andate avanti con la lettura **

Dove eravamo rimasti con la quarta stagione

La quarta stagione è stata molto intensa, più delle altre e meglio delle altre, caso rarissimo in una serie di questo genere. Oltre alla buona trama anche il crossover con Scandal e le puntate sulla vittoria presso la Corte Suprema hanno dato una botta di adrenalina a tutti. Ma squadra che vince non si cambia quindi anche a questo giro dopo aver rovinato qualche esistenza, ucciso qualcuno, essere coinvolti in qualche scandalo e via dicendo i protagonisti sono tornati a essere tutti sereni “o quasi”.

L’incidente alla Kaplan & Gold Simon viene rimpatriato in Pakistan con una soffiata di Michaela (Aja Naomi King). Ancora non è chiaro se Laurel (Karla Souza) abbia ucciso la madre o meno, ma il padre è stato arrestato e lei può riavere il bambino. Oliver e Connor (detti i Coliver, Jack Falahee e Conrad Ricamora) si sposeranno con una cerimonia. La seconda coppia più duratura della serie, ovvero Michaela e Asher (Matt McGorry), si sono ormai definitivamente lasciati dopo il tradimento di lei.

Soprattutto la stagione si chiude con il Nate (Billy Brown) che controlla i dossier che il procuratore distrettuale Denver (Benito Martinez) aveva sui Keating Five e che aveva detto di aver distrutto, in particolare quello su Bonnie (Liza Weil). Sullo stesso si trova un test del DNA con un appunto a penna (Child Alive?) che fa supporre che il figlio creduto morto sia ancora in vita, di cui nessuno conosce l’identità.

Ma Frank, durante le immatricolazioni del nuovo anno di Giurisprudenza, nota un ragazzo di colore avvicinarsi e pronunciare il suo nome  chiama qualcuno dicendo “suo figlio è qui” (usando il pronome her). Ma l’identità dell’interlocutore e del ragazzo, e del genitore ovviamente, non è nota. È il figlio di Bonnie? di Annalise?

Foto: Thewrap.com

5 x 01

La struttura delle puntate de “le regole del delitto perfetto” anche nella quinta stagione sembra rimanere come quella collaudata precedentemente. L’intreccio di flashforward e flashback: il primo è sempre un evento catastrofico e che i flashback  mano a mano svelano.

Annalise è tornata a insegnare e ribadisce che la parola chiave di quest’anno è “confini“. Cerca di mantenere le distanze coi ragazzi e i loro casini, nonché i suoi. Ci riuscirà a questo giro? Bonnie flirta invece senza sosta col suo capo ad interim, non si sa se per usarlo e perché sia innamorata davvero. Anche i ragazzi ricominciano anch’essi l’Università e Oliver vorrebbe che vivessero tutti nella stessa casa.

Il flashforward

Immancabilmente il flashforward di questa stagione de “le regole del delitto perfetto”si presenta uno dei più catastrofici: chi è che avanza nella neve perdendo sangue fuori dal matrimonio dei Coliver? Perché il neonato di Lauren, Christopher, sta piangendo sulla neve ? Ma soprattutto che cosa ci fa Bonnie a pochi passi da questa persona  che pare in fin di vita?

Per rispondere a queste domande avete tre opzioni:

  1. guardare la serie;
  2. leggere gli aggiornamenti su Discorsivo;
  3. guardare la serie e leggere gli aggiornamenti [consigliata].

Buona visione!

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: