Rubriche

Champions League ed Europa League: il sorteggio delle italiane

di Eugenio Petrillo

Pubblicato il

La stagione del calcio è già cominciata da ormai un mese. I maggiori campionati europei hanno avuto il via, ognuno con i propri focus di interesse.
Ciò che però unisce gli interessi di tutti gli appassionati è la Champions League. La massima competizione europea per club è il traguardo a cui ambiscono le squadre più importanti.
Giovedì pomeriggio, al Grimaldi Forum di Montecarlo, è andata in scena la cerimonia di apertura della UEFA Champions League 2018/19 con annessa premiazione dei migliori giocatori della passata stagione ed il momento più atteso di tutti: il sorteggio dei gironi, prossimi all’avvio.

Visto che la finale si disputerà al Wanda Metropolitano di Madrid, nuova dimora dell’Atletico, i due protagonisti del vernissage sono stati Kakà e Diego Forlan, campioni che hanno scritto la storia di entrambe le squadre della capitale spagnola.
Il fulcro del nostro interesse ovviamente va ai sorteggi riguardanti le quattro società italiane che proveranno l’assalto alla coppa dalle grandi orecchie: Juventus, Napoli, Roma e Inter.
I bianconeri, in quanto campioni d’Italia, vengono inseriti nella prima fascia, i partenopei ed i capitolini in seconda, mentre i nerazzurri in quarta.
Le insidie erano tante e c’erano possibilità di dover disputare una fase a girone complicata. Questo perché la Champions League, ogni anno sta via via diventando una “super lega” dove le protagoniste sono quelle dei maggiori campionati.

La Juventus dalla palline del Grimaldi Forum pesca il Manchester United, il Valencia e lo Young Boys. Guardando il valore di ciascuna compagine non è difficile notare che la Vecchia Signora parte con i favori del pronostico soprattutto alla luce del recente calcio espresso dai Red Devils di un Jose Mourinho sempre più in bilico.
Il Valencia può rappresentare un’insidia, soprattutto al Mestalla, ma come organico difficilmente farà strada, mentre gli svizzeri dello Young Boys sono la cenerentola del girone.

Al Napoli non è andata bene come alla Juventus. Possiamo dire che quello dei partonopei è il girone di ferro di questa edizione della Champions League. La squadra di Carlo Ancelotti infatti se la dovrà vedere con il Paris Saint Germain, il Liverpool e con la Stella Rossa.
Il Napoli pesca i Reds in terza fascia. La banda di Jurgen Kloop era quella che tutti volevano evitare per creare un gruppo competitivo.
Se spaventano gli attaccanti del Liverpool, non parliamo di quelli del PSG, la grande corazzata del girone. Infine non va sottovalutata la Stella Rossa che non sarà più quella di un tempo, ma in casa davanti al pubblico di Belgrado è davvero complicato giocare.

La Roma può tirare un sospiro di sollievo. I giallorossi pescano si il Real Madrid, ma trovano anche avversari abbordabilissimi come CSKA Mosca e Viktoria Plzen.
La squadra di Eusebio Di Francesco, salvo incredibili situazioni non dovrebbe aver nessun problema a qualificarsi per gli ottavi.

In ultimo l’Inter. Per i milanesi il ritorno in Champions League si prospetta veramente complicato. Dalla quarta fascia si poteva sperare poco, ma un po’ meglio di quel che è uscito dall’urna di Montecarlo si: BarcellonaTottenhamPSV Eindhoven.
I blaugrana sembrano fuori portata, mentre con gli Spurs la squadra di Spalletti se la può giocare. I londinesi comunque hanno dimostrato di essere una società in continuo miglioramento con Harry Kane in attacco che fa veramente paura.
Il PSV è l’avversario cuscinetto, ma non va assolutamente sottovalutato vista l’esperienze europea della compagine olandese.

Questi tutti i gironi della Champions League:

Gruppo A: Atletico Madrid, Borussia Dortmund, Monaco, Club Brugge
Gruppo B: Barcellona, Tottenham, Psv Eindhoven, Inter
Gruppo C: Psg, Napoli, Liverpool, Stella Rossa
Gruppo D: Lokomotiv Mosca, Porto, Schalke, Galatasaray
Gruppo E: Bayern Monaco, Benfica, Ajax, Aek Atene
Gruppo F: Manchester City, Shakhtar Donetsk, Lione, Hoffenheim
Gruppo G: Real Madrid, Roma, Cska Mosca, Viktoria Plzen
Gruppo H: Juventus, Manchester United, Valencia, Young Boys

Il giorno successivo al sorteggio dei gironi di Champions League, c’è stato anche quello di Europa League. Le italiane in gara sono solamente due: Milan e Lazio, mentre purtroppo l’Atalanta ha dovuto arrendersi al Copenaghen all’ultimo turno di preliminare.

Al Diavolo capita un girone più che abbordabile con Olympiacos, Betis Siviglia e Dudelange. Alla Lazio – nonostante la prima fascia – invece va decisamente peggio: Marsiglia, Eintracht Francoforte e Apollon Limassol.

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: