Rubriche

RICCIARDO VA IN RENAULT: il mercato piloti si infiamma

di Andrea Vittorio

Pubblicato il

Qualche giorno fa, a sorpresa, Daniel Ricciardo rifiuta il rinnovo con Red Bull e dopo dieci anni di militanza tra le fila del team austriaco, passa alla Renault. La scelta, per certuni discutibile, sembra che sia stata dettata per ragioni prettamente economiche: il pilota australiano chiedeva di ricevere lo stesso stipendio che la Red Bull versa a Verstappen, con l’ulteriore garanzia di ricevere lo stesso trattamento in pista (secondo alcune fonti aveva altresì chiesto di firmare un contratto annuale, e non un biennale, nell’ottica di rimettersi sul mercato nel 2019).

Red Bull, dal canto suo, ha declinato le richieste di Ricciardo, forte del fatto che i sedili dei top team erano tutti occupati e che, quindi, l’australiano non aveva grandi alternative.

Tra lo stupore generale, invece, Ricciardo ha rifiutato il rinnovo, accasandosi presso Renault: lo stipendio si aggira intorno ai 22 milioni di euro, con un contratto di un anno con opzione per il secondo. Ora l’australiano si affiancherà a Nico Hulkenberg, sostituendo lo spagnolo Sainz (peraltro pilota in prestito dalla Red Bull).

Come detto, alcuni esperti del settore ritengono che Ricciardo abbia fatto un passo indietro in carriera, passando in una squadra in crescita, ma non ancora al livello dei top team come la Renault.

Tuttavia, questa mossa di Ricciardo ha scosso gli altri team, che verosimilmente si muoveranno sul mercato, scatenando una vera e propria girandola di piloti. Vediamo gli scenari più plausibili.

RED BULL: accanto a Verstappen, prima guida e pilota su cui la Red Bull targata Honda punterà per la vittoria, dovrebbe arrivare uno tra Sainz e Gasly. Apparentemente il pilota olandese avrebbe espresso un veto sul pilota spagnolo, già compagno di squadra ai tempi della Toro Rosso, periodo durante il quale il clima tra i due non era dei migliori. Gasly, tuttavia, potrebbe dire la sua dal momento che quest’anno sta conquistando risultati prestigiosi (da ultimo in Ungheria).

McLAREN: in attesa di capire il futuro di Alonso (per lui un futuro in Indy per inseguire la Triple Crown?) e sfumato il sogno Ricciardo (troppo poche le garanzie tecniche per convincerlo), la squadra inglese potrebbe ingaggiare Sainz per sostituire uno tra Vandoorne e lo stesso Alonso. Il suo arrivo, però, precluderebbe lo sbarco in Formula 1 di Lando Norris, attuale tester della McLaren e giovane promessa della scuderia inglese. Non è, però, da escludere l’arrivo di uno dei due piloti della Force India, team in profonda crisi economica.

FORCE INDIA: Ocon doveva andare in Renault e, invece, al suo posto ci va Ricciardo. In Force India, come detto in un precedente articolo, aleggia lo spettro di Lance Stroll e, quindi, per uno dei due piloti della scuderia indiana si prospetta un nuovo team. E’ difficile prevedere chi resterà e chi se ne andrà tra Perez e Ocon.

Seguiranno aggiornamenti

fonte immagini: formulapassion.it

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: