Rubriche

ONCE UPON A TIME – 7X11: SECRET GARDEN

di Francesca Torre

Pubblicato il

Eccoci arrivati a questa 7×11 della nuova stagione di Once Upon a Time. Rispetto all’ultima volta in cui vi ho parlato di questa serie televisiva, abbiamo delle novità non proprio positive.

LA CONFERMA DELLA CANCELLAZIONE

OUAT è una serie che fin da quando ha fatto la sua prima comparsa ha accolto un grandissimo numero di fan. La gente era entusiasta di vedere come avrebbero potuto cavarsela i personaggi delle fiabe nel mondo reale. Purtroppo però, come può accadere, più si andava avanti più il pubblico si divideva. C’era chi continuava a sostenere la serie, e chi invece non apprezzava il percorso che la serie stava seguendo. Credo che la spaccatura iniziale possa esserci stata con la terza stagione, in cui abbiamo fatto la conoscenza di Anna ed Elsa del mondo di Frozen. Non ho mai capito se quello che non piaceva più fosse dovuto al fatto che i produttori si fossero trovati a gestire troppi personaggi, non dando magari lo spessore desiderato a quelli che le persone preferivano, oppure proprio alla trama in sé. Sicuramente una cosa che non è andata a genio è stata la dipartita di Baelfire, nei confronti della nascita di un amore tra Emma ed Hook. Io francamente l’ho sempre apprezzato.

Quindi, con i dati già in calo per aver perso dei fan per strada, e il fatto che la settima stagione abbia preso una piega così diversa dall’originale, suddividendo ancora di più il pubblico, quasi c’era da aspettarsi la brutta notizia che è presto arrivata. La settima stagione sarà l’ultima per Once Upon a Time.

Questo però non significa che non potremo godere di un finale degno di quella che è stata tutta la serie.

DOVE ERAVAMO RIMASTI

Prima della pausa invernale, nelle ultime puntate di Once Upon a Time, avevamo fatto delle scoperte interessanti che finalmente ci avevano chiarito qualche dubbio. Sicuramente la scoperta più sensazionale è stata quella di scoprire che Lady Tremaine, la matrigna cattiva di Cenerentola, conosciuta come Victoria Belfrey nel mondo reale, è in realtà Raperonzolo! Mi è piaciuto molto come hanno deciso di far evolvere questo personaggio. Alla fine Raperonzolo era una personaggio buono che per colpa delle difficoltà che la vita gli ha messo davanti, e grazie anche all’influenza negativa di Gothel, è diventato cattivo, capace di avvelenare la nuova moglie del marito piuttosto che rinunciare alla sua famiglia, e si è trasformato in Lady Tremaine. Si sa però che il destino è sempre dietro l’angolo, ed infatti abbiamo anche scoperto che la morte di Anastasia è stato un tragico incidente. Anastasia ed Ella stavano pattinando sul lago ghiacciato quando all’improvviso questo si è spezzato e Marcus è riuscito a salvare solo Ella. Raperonzolo porta quindi Anastasia da Madre Gothel che riesce ad imprigionare il suo ultimo respiro e congelarlo in modo che la ragazza viva in uno stato perenne di coma ancorata alla vita.  Ecco quindi perché Victoria sta facendo tutto questo, per salvare la sua bambina. Il motivo può anche essere giusto ma purtroppo è il modo in cui sta gestendo il tutto che è sbagliato. Infatti, pur di riportare in vita Anastasia, Victoria decide di affrontare Lucy dicendole che tutto quello in cui ha sempre creduto è vero, ma facendole credere che non avrà mai il suo lieto fine. Quindi, usando una lacrima della bambina riesce a risvegliare la figlia. La magia però sappiamo che ha sempre un prezzo, ed una vita può essere risvegliata solo in cambio di un’altra vita, in questo caso quella della povera Lucy.

Oltre alla storia di Raperonzolo e a quella della sua complicata famiglia, scopriamo anche finalmente il perché la maledizione non può venire spezzata. Mentre nel mondo delle fiabe gli eroi cercavano un modo per impedire che le streghe lanciassero la maledizione, Henry è stato catturato e avvelenato. Quando è arrivato quindi il momento di lanciare l’incantesimo, le streghe avevano bisogno della Regina cattiva per far in modo che funzionasse, e Regina dopo aver scoperto che Henry stava per morire ha deciso di aiutarle. Quindi in realtà è stata proprio Regina a lanciare il nuovo sortilegio oscuro, e lo stesso non può essere spezzato perché in quel caso Henry morirebbe.

ONCE UPON A TIME 7X11 – SECRET GARDEN

In questa nuova puntata, riprendiamo da dove ci eravamo interrotti. Regina ha svegliato Zelena e stanno tornando a Seattle. Lucy è ancora in ospedale in uno stato comatoso che non sembra essere dovuto a nulla. Anastasia è nelle mani di Madre Gothel, con Raperonzolo e Genoveffa prigioniere nel pozzo.

Ad inizio episodio ci vengono mostrati vari flashback dove vediamo una Robin incuriosita e vogliosa di imparare qualcosa sulle arti magiche di cui disponeva. Zelena però non era molto d’accordo e dopo una lite la figlia scappò e venne trovata proprio da Madre Gothel. Una Zelena ed un Hook molto arrabbiato si misero quindi alla ricerca di Robin. La trovarono proprio in compagnia di Gothel che si guadagnò la fiducia della ragazza facendole credere che l’avrebbe aiutata a far ingrandire il proprio potere magico. In realtà Gothel voleva la ragazza solo per rubarle la magia e la vita in modo da far risorgere una sua vecchia amica strega. Zelena capito l’inganno si sacrificò al posto della figlia, e quest’ultima, colpita dal sacrifico della madre, incoccò una freccia, tolse dalle mani di Gothel l’Amuleto della Resurrezione e salvò la madre. Robin capì quindi che forse il vuoto che sentiva dentro non era dovuto al fatto di non saper usare il proprio potere ma quanto al fatto che forse era ora di imparare il mestiere che faceva il padre. Zelena dopo aver recuperato la sua magia grazie all’amuleto, decise di nasconderlo da qualche parte per non farlo di nuovo finire in mani sbagliate.

E queste mani sbagliate, potrebbero proprio essere di nuovo quelle di Madre Gothel. Nel presente la situazione di Lucy non migliora e l’infermiera chiede che venga fatto un esame del

sangue ai genitori nel caso in cui servissero cure più specifiche. Anche Henry decide di farsi fare il prelievo, convinto dalle parole di Regina, tornata con Zelena, sul dimostrare e sul sapere che in realtà lui è una persona che crede.

In ospedale Gothel propone a Zelena un patto. Se gli riporta l’Amuleto della Resurrezione lei in cambio risveglierà Lucy. Le due streghe però sanno che la magia ha sempre un prezzo e non sono disposte a sacrificare nessuno al momento. Si mettono comunque alla ricerca del l’amuleto per non farlo trovare dalla strega Gothel.

Nel frattempo Lady Tremaine e Genoveffa collaborano per uscire dal pozzo in cui sono rinchiuse, Dopo essere riuscite a scappare, però, Genoveffa capisce che la volontà della madre di sotterrare l’ascia di guerra e trovare in lei una collaboratrice, è dettata solo dal fatto di voler salvare a tutti i costi la figlia Anastasia a cui ha sempre voluto più bene. Inoltre, le confessa che quando era prigioniera come Raperonzolo, l’idea delle lanterne, che servivano a darle conforto, era stata sua e non della sorella.

Zelena e Regina riescono finalmente a trovare l’amuleto, ma nello stesso momento vengono sorprese da Lady Tremaine che glielo sottrae. Decide quindi di portarlo a Gothel, pentita di aver fatto del male alla nipote Lucy. Gothel usa quindi la magia di Anastasia per riattivare l’amuleto, ed inizia a spiegare il proprio piano. Per far risvegliare Lucy, ci vuole in cambio un’altra vita, e sarà quella di Genoveffa.

Nel momento in cui la strega inizia a rubare la vita di Genoveffa, Raperonzolo/Lady Tremaine capisce che è stata tanto impegnata a risvegliare una figlia persa che non ha mai pensato alla figlia ancora viva che aveva accanto e che meritava il suo amore. Decide quindi di sacrificarsi nello stesso modo in cui Zelena lo aveva fatto con Robin, e, nel momento in cui Lucy riapre gli occhi, quelli di Raperonzolo si chiudono per sempre, in grembo ad una Genoveffa incredula dal gesto compiuto dalla madre.

Regina e Zelena arrivano in ospedale e vedono Lucy sveglia, capendo così che qualcuno doveva essere morto.

Nel frattempo i risultati delle analisi sono pronti, e mentre una dottoressa guarda i risultati incredula, dove viene confermata la paternità di Henry, qualcuno avvelena la sua bibita, ruba i risultati, e ruba anche una ciocca dei suoi capelli.

DOMANDE SUI PROSSIMI EPISODI

Vediamo quindi gli aspetti su cui si concentreranno i prossimi episodi.

–        Lucy è sveglia, e quindi un pericolo è stato scampato. Chissà se adesso si ricorderà di quello che la nonna le ha confessato prima di farla addormentare

–        Henry sta acquisendo più fiducia nella sua fede, ma non è ancora giunto il momento che ricordi perché altrimenti la maledizione verrebbe spezzata e lui morirebbe

–        Lady Tremaine/Raperonzolo è davvero morta?

–        Sicuramente Genoveffa adesso si metterà contro Madre Gothel, e probabilmente vorrà anche salvare Anastasia dalle sue grinfie

–        Qual è il vero scopo di Madre Gothel? A cosa le è servito risvegliare Lucy? Per quale motivo ha deciso di lanciare questo nuovo sortilegio?

–        Adesso che Zelena è tornata, faranno vedere anche la figlia? Robin riconoscerà Alice?

–        Hook ha capito che Eloise Gardener nasconde qualcosa di strano, e dopo aver visto il corpo senza vita di Victoria sicuramente ha capito che qualcosa di brutto sta per capitare come Tremotino cerca di fargli capire da tempo

–        Perché ancora non hanno detto chi è questo Guardiano? Potrebbe essere Anastasia?

–        Come faranno a spezzare la maledizione senza che Henry muoia?

Per avere le risposte a tutti questi quesiti dovremo aspettare i prossimi episodi. Di una cosa siamo certi però, prima della fine avremo una risposta a tutte le nostre domande visto che con questa stagione si concluderà tutta la serie e quindi non possono lasciare niente in sospeso. Non so se gli autori avevano già pensato ad un finale conclusivo o se lo stesso verrà cambiato adesso in corso d’opera vista la cancellazione della serie. Speriamo di riuscire a vedere tutti i personaggi riuniti, partendo da Emma, il vero Hook e Biancaneve fino a Henry, Jacinda e Lucy.

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: