Rubriche

Once Upon a Time 7 – il nuovo “C’era una volta…”

di Francesca Torre

Pubblicato il

Once Upon a Time è ormai ricominciato ormai da alcune settimane, i primi indizi sono stati buttati già da un po’ ed hanno anche iniziato a dare le prime risposte. Ma, proprio come in classico stile OUAT, a volte più risposte ci forniscono più domande tendiamo a farci!

LA SERIE IN GENERALE

Once Upon a Time (C’era una volta in italiano) è una serie televisiva americana, di genere fantasy, andata in onda per la prima volta nel 2011. La serie è ispirata alle storie ed alle leggende del mondo delle favole, dalle più classiche a quelle meno conosciute.

Nel 2013 ne è stato tratto uno spin-off: Once Upon a Time in Wonderland.

La serie inizia con presentarci il personaggio di Emma Swan, la protagonista, una donna adulta che si guadagna da vivere sfruttando il suo “intuito”, e smascherando quindi le piccole bugie delle persone con cui si trova ad avere a che fare. La sera del suo 28esimo compleanno, proprio mentre spegne una solitaria candelina, bussa alla sua porta un bambino, che afferma di essere suo figlio Henry, che lei è la figlia di Biancaneve, e che lui è stato adottato dalla Regina Cattiva, che ora è diventata il sindaco di una cittadina nel Maine di nome Storybrooke.

Negli episodi successivi, dopo l’arrivo a Storybrooke di Emma, iniziamo a conoscere tutti i personaggi delle classiche fiabe che in qualche modo si sono ritrovati a vivere nel mondo reale. Alla fine della prima stagione tutti i piani della Regina Cattiva vengono a galla, e distrutti.

Nel corso delle varie stagioni, incontriamo sempre di più nuovi personaggi, e scopriamo che in realtà le storie sono molto collegate tra loro: Cappuccetto Rosso, Frozen, Cenerentola, Mulan, etc. Le dinamiche inoltre le cambiano molto, fino a per esempio far diventare buona la Regina Cattiva.

Nella sesta stagione infine, il tutto era finito con un bel “e vissero felice e contenti” per tutti. Come far continuare quindi la serie?

IL PASSAGGIO TRA OUAT 6 E OUAT 7

Chi ha seguito la serie, sa che in OUAT 6 era stato lanciato un nuovo sortilegio, e che oltre alla scene con i nostri protagonisti avevamo visto anche delle scene “nuove” dove un papà di una favola (al momento sconosciuto) cerca di salvare la propria figlia dal sortilegio oscuro dandogli un nuovo libro delle fiabe da custodire. Alla fine della stagione, ritroviamo la stessa bambina su un autobus, con il libro delle fiabe in mano, che va a bussare alla porta di un uomo chiedendo se si tratti di Henry Mills. Alla sua risposta affermativa rivela quindi di essere sua figlia!

La stagione era finita così, con un piccolo indizio su quello che sarebbe successo in OUAT 7, e lasciando molti dubbi circa l’originalità del prodotto. Infatti erano uscite notizie circa la fine del contratto di parecchi protagonisti delle passate stagioni. In primis Emma! Di confermati c’erano solo: Lana Parilla (Regina), Robert Carlyle (Tremotino) e Colin O’Donoghue (Capitan Uncino). Immaginate quindi la reazione di molti fan, che si chiedevano come il loro telefilm preferito potesse continuare senza i loro attori preferiti!! E poi, perché è presente Capitan Uncino ma non Emma? Che destino dovevamo aspettarci per la Salvatrice?

Oltre alle notizie di fine contratto, trasparivano voci circa il fatto che avremo conosciuto una nuova Biancaneve, una nuova Cenerentola, una nuova Alice etc. Perché si chiedevano i fan? Come possiamo sostituire un viso a noi familiare con uno nuovo che va ad interpretare lo stesso personaggio? Per fortuna i dubbi sono stati subito chiariti…

ONCE UPON A TIME 7

La nuova stagione è ambientata circa 10 anni dopo la fine della sesta stagione. Henry ormai adulto, dopo aver dato a tutti un lieto fine in qualità di scrittore, è partito alla ricerca di nuove storie da scrivere e perché no, anche della sua. Si ritrova quindi in un mondo parallelo rispetto a quello in cui è cresciuto, dove trova delle nuove storie (come per esempio quella della Principessa e il ranocchio) e ritrova della favole che abbiamo già visto ma con nuovi protagonisti. Da qui infatti capiamo, che oltre alla Biancaneve o alla Alice che conoscevamo già, esistono più Biancaneve, Cenerentola, Alice e Regine Cattive, diverse tra loro, una per ogni mondo. Ed ognuna di loro, pur seguendo una trama simile, sviluppa la propria storia in un modo diverso. Un po’ come quando Emma e Regina si erano ritrovate nel desiderio di Emma. Da quel desiderio era nato un nuovo mondo delle favole, e proprio da lì infatti arriva un nostro “nuovo” protagonista che risolve uno dei primi dubbi di questa nuova stagione. Infatti, il Capitan Uncino che noi vediamo, non è il Capitan Uncino sposato con Emma Swan, ma bensì la versione ubriacona di quest’ultimo che era stata creata quando Emma si era ritrovata nel mondo del desiderio.

In parallelo a questa narrazione, ritroviamo anche la scena finale della sesta stagione, con la bambina che si chiama Lucy, che bussa alla porta di un Henry adulto, nel mondo reale, e dichiara di essere sua figlia. Questa volta, al contrario della prima, noi sappiamo che è vero, ma Henry non ricorda assolutamente nulla.

Scopriamo così che ci troviamo a Seattle, nel quartiere di Hyperion Heigts. Henry non ricorda nulla, né della figlia né tantomeno dell’esistenza di un mondo delle favole. Henry è uno scrittore, ed ha scritto un libro dal titolo Once Upon a Time che gli ha portato molto successo. Ma non ricorda assolutamente che in realtà quelle storie lui le ha vissute in prima persona e che hanno come protagonisti delle persone a lui care. Lucy tenta di convincerlo a tutti i costi che in realtà tutte le storie sono vere, e che lui deve tornare a credere per spezzare il nuovo sortilegio lanciato da sua nonna e per tornare da lei e sua madre. Ma chi è la madre della piccola Lucy, e moglie di Henry? Jacinda, la nuova versione di Cenerentola con cui Henry si incontra/scontra in uno dei nuovi mondi che era andato a visitare. Capiamo così che quindi la nonna di Lucy non è altro che la matrigna di Cenerentola.

Nelle prime puntate incontriamo anche Regina, nelle vesti di Roni, una barista, Tremotino e Capitan Uncino, nelle vesti del Detective Weaver e del Detective Rogers, e tanti altri personaggi che non ricordano più nulla della loro vita precedente per colpa del sortilegio.

Proprio come nella prima stagione, le puntate mischiano il presente con il passato, per darci modo di capire meglio gli sviluppi delle storie e come si è arrivati a questa nuova situazione. Scopriamo che in realtà, non tutti i personaggi sono “addormentati”, che il cattivo di turno non è quello che ci si aspetta, e che a volte bisogna prendere decisioni difficili per salvaguardare la propria famiglia.

IL FUTURO DELLA SERIE

Siamo arrivati circa a metà stagione, qualche indovinello è stato risolto, qualche personaggio è uscito allo scoperto, molte scoperte sono state fatte e qualche mistero è stato svelato. Ma rimangono ancora molti dubbi che devono essere chiariti e domande aperte. Non vedo davvero l’ora di vedere le prossime puntate, per capire dove vogliono portarci gli autori. Quello che mi piace di più di questa nuova stagione, è, che pur essendo le due trame molto simili, sono riusciti comunque a dare l’originalità che gli spetta, senza cadere nel banale o in un doppione.

Sono curiosa di scoprire come mai i vecchi personaggi non possono mettersi in contatto con Storybrooke, chi è il Guardiano, cosa ha intenzione di fare Genoveffa, qual è il motivo per cui Regina non può far spezzare l’incantesimo e tutte le altre teorie!

Per il momento dobbiamo solo aspettare, e presto tutti i misteri ci saranno svelati! Continuate a seguirci perché tornerò a scrivere presto di questa serie televisiva che io adoro che è riuscita a rendere concreto un mondo fatto solo di fantasia, senza buttare lì storie strampalate e senza senso. Sono riusciti a far incarnare perfettamente le tipologie di donne e uomini reali che i personaggi delle fiabe potevano interpretare. E come sempre, un super complimento va fatto agli attori ed alle loro magnifiche interpretazioni!

 

Mi piacerebbe sapere chi sono i vostri personaggi preferiti, ed a quali teorie avete pensato. Commentate qui sotto! Risponderò a tutti voi 🙂

 

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: