Rubriche

Trentunesima giornata di Serie A: lotte pazze per l’Europa e la salvezza

di Eugenio Petrillo

Pubblicato il

La trentunesima giornata del campionato di Serie A è stata molto importante in quanto ha riaperto alcune lotte che sembravano da tempo già ampiamente concluse: una su tutte è quella della salvezza.
Anche quella per la conquista dell’Europa League ogni settimana ci regala emozioni ed esiti che scardinano gli equilibri del weekend precedente.
Andiamo a vedere nel dettaglio.

SUPER NAPOLI  Prestazione maiuscola del Napoli allo stadio Olimpico contro la Lazio.
I partenopei infatti approfittano della serata negativa e la preparazione sbagliata dei biancocelesti imponendosi per 3 a 0.
Una doppietta di Lorenzo Insigne e un gol di Callejon permettono al Napoli di allungare proprio sui laziali scacciando così ogni paura proveniente dal quarto posto.
La squadra di Sarri ha dominato l’incontro e ha blindato, per lo meno, i preliminari di Champions League.

SCUDETTO IN TASCA?  La Juventus si lascia alle spalle il doppio impegno a Napoli e non si fa spaventare da quello imminente con il Barcellona.
È una Vecchia Signora in versione HD: il duo Higuain-Dybala quando è in serata lascia davvero poche speranze agli avversari.
Il Pipita, con una doppietta, regala alla Juventus tre punti che accorciano ulteriormente la quota per raggiungere il sesto scudetto consecutivo.
Dunque bianconeri in tango argentino. I paragoni con le coppie d’attacco del passato si sprecano (Charles e Sivori? Trezeguet e Del Piero?) ma loro due insieme sembrano proprio essere in vera sintonia.

Nulla da fare per il Bologna che nonostante la buona prestazione, non è riuscito a tener testa allo strapotere della Roma: 3-0 finale nettissimo.
Fazio, Salah e Dzeko permettono ai giallorossi di restare a sei punti dalla Juventus e tenerne quattro sul Napoli terzo.
Cosa farà la Roma? Forse un ultimo disperato tentativo per il primo posto o si accontenterà di difendere il secondo?

SORPRESE PER L’EUROPA LEAGUE  Incredibile l’esito del match dello Scida tra Crotone e Inter.
I calabresi, contro ogni pronostico, vincono 2-1 e ritornano in corsa per la salvezza.
Diego Falcinelli con due gol in quattro minuti, mette un bel mattone sulla partita, tanto che il sigillo di D’Ambrosio nella ripresa è risultato inutile.
Brutto passo falso per l’Inter alla sua seconda sconfitta consecutiva: l’Europa League ora inizia ad allontanarsi seriamente.

L’Atalanta nell’anticipo del sabato pomeriggio non va oltre il pari in casa contro il Sassuolo.
È stata una partita molto sfortunata per i ragazzi di Gasperini che cedono un punto agli emiliani.
Gli ospiti passano in vantaggio con Pellegrini che sfrutta un raro errore di Caldara, ma si fanno pareggiare da Cristante su corner.
L’ex Consigli, con parate straordinarie, regala il pareggio ad Eusebio Di Francesco.

A sorridere di tutto ciò è il Milan che a San Siro batte il Palermo 4-0.
I rossoneri grazie a Suso, Pasalic, Bacca e Deulofeu superano in classifica i cugini milanesi e rientrano seriamente in zona europea: chi se lo sarebbe aspettato fino a qualche giornata fa?

Poteva rientrare anche la Fiorentina, ma a Marassi impatta con la Sampdoria sul 2-2.
Prosegue così il buon momento dei blucerchiati che se avessero tenuto questo rendimento durante tutto l’anno, avrebbero potuto lottare per qualcosa di davvero importante.

LOTTA SALVEZZA RIAPERTA  La lotta salvezza è ufficialmente riaperta.
Le ultime due vittorie del Crotone assieme ai risultati negativi dell’Empoli (l’ultimo è il pari contro il Pescara) fan si che i pitagorici arrivino a -3 sui toscani.
L’Empoli ora non può più sgarrare.

Gli ultimi risultati in questa trentunesima giornata, sono la vittoria dell’Udinese sul Genoa per 3-0 (dure contestazioni dei tifosi del Grifone) e la vittoria in terra sarda del Torino contro il Cagliari per 3-2.
Il secondo gol dei padroni di casa, lo sigla Han Kwang Song: primo nordcoreano della storia a fare centro in Serie A.

 

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: