Rubriche

Baci di dama: la ricetta originale

di Francesca Torre

Pubblicato il

E’ da poco passato San Valentino. Durante questa giornata c’è chi si sarà regalato fiori, chi cioccolatini, chi enormi peluche a forma di cuore o di orso con scritto TI AMO. Ma se davvero volete sorprendere il vostro partner, potete leggere questo articolo e seguire i miei consigli per la ricetta dei buonissimi baci di dama, che verranno sempre e comunque apprezzati, anche se non ci sarà nessuna occasione particolare da festeggiare! 

I baci di dama, sono dei biscottini formati da due semisfere, con al centro uno strato di cioccolato. Essi sono nati nella città di Tortona, nel basso Piemonte, nell’ottocento.  

I biscotti originari erano prodotti con le nocciole, meno costose rispetto alle mandorle, e più reperibili. Solo verso la fine del 1810, il cavalier Stefano Vercesi sostituì le nocciole con le mandorle, e creò così i così detti baci dorati. 

La mandorla, è il seme del Mandorlo. Il luogo di origine delle mandorle è la Sicilia. Qui vengono raccolte nel periodo estivo, tra agosto e settembre, a mano e con delle verghe, per poi essere utilizzate in cucina e in pasticceria. Dalle mandorle, inoltre, si ricava anche il latte di mandorla. Una bibita molto energetica, a base di mandorle e zucchero, che viene allungata con acqua e bevuta nei mesi più caldi dell’anno.  

La nocciola, invece, è il frutto del Nocciolo. I maggior produttori di questo frutto sono la Turchia, l’Italia, gli Stati Uniti e la Spagna. E’ uno dei frutti più ricchi di vitamina E, e grazie ai suoi grassi monoinsaturi riesce ad aiutare l’abbassamento del colesterolo. Anche la nocciola viene usata in cucina e nel campo della pasticceria. Esiste la farina di nocciola, o anche l’olio di nocciola. Inoltre, è un ingrediente base per la creazione del frangelico, un infuso liquoroso. 

Questa che andiamo a vedere noi, è la ricetta originale, con le mandorle.

Vediamo quindi gli ingredienti: 

        150 gr di mandorle pelate
        110 gr di zucchero
        150 gr di burro
        150 gr di farina
        Qualche goccia di estratto di vaniglia
        1 grosso pizzico di sale fino
        150 gr di cioccolato fondente 

Iniziamo con mettere nel mixer le nostre mandorle pelate e lo zucchero. Lo zucchero servirà ad assorbire l’olio che uscirà dalle mandorle.

 

Facciamo girare il mixer alla massima velocità fino a trasformare tutto in una specie di farina. 

 

 

 

Adesso in un contenitore mettiamo le mandorle tritate, il burro morbido ma non molle, e la farina.

 

 

Iniziate ad amalgamare bene il tutto aiutandovi con le mani. Aggiungete adesso il grosso pizzico di sale fino e qualche goccia di estratto di vaniglia.

 

 

Impastate tutto fino a creare un panetto che avvolgerete nella pellicola e metterete a riposare in frigo almeno un’ora. 

 

 

 

 

Passato il tempo necessario tirate fuori dal frigo il panetto, e aiutandovi con due fogli di carta forno stendetelo su un piano di lavoro fino a creare uno strato alto circa 1.5 cm. 

 

 

 

Aiutandovi adesso con una formina rotonda, con circa 2 cm di diametro, fate dei cerchi su tutta la superficie. Quando vedete che non c’è più spazio, potete rimodellare la pasta che vi è rimasta, stenderla di nuovo ed usare nuovamente la formina rotonda. Questo potete farlo fino a che non vi rimarrà più pasta utilizzabile. Cercate di fare dei cerchi con la forma più similare possibile. Questo vi servirà per avere dei baci di dama tutti di forma uguale. 

 

 

 

 

Adesso potete procedere a formare delle palline con i dischetti che avete ricavato. Fateli rotolare tra i palmi delle mani, fino a creare delle sfere, dopo di che adagiateli su una teglia rivestita di carta forno. Metteteli ad una certa distanza l’uno dall’altro altrimenti mentre cuoceranno si andranno a toccare. 

Poneteli di nuovo in frigo per circa 30 minuti. 

Passato il tempo necessario, riscaldate il forno a 160°, tirate fuori la teglia dal frigo e cuocete per circa 20 minuti a 160° in forno statico. Se decidete di usare il ventilato la temperatura dovrà essere di circa 135°. 

Una volta cotti, togliete la teglia dal forno e lasciateli raffreddare senza toccarli. Vedrete che saranno morbidi, ma non preoccupatevi perché di induriranno mentre si raffredderanno.  

Nel frattempo sciogliete a bagnomaria il cioccolato fondente, dopo di che fatelo raffreddare in un modo che si addensi abbastanza. 

 

 

 

Adesso potete prendere una delle semi sfere di biscotto, aiutandovi con un cucchiaino metterci uno strato di cioccolato fuso, e appoggiargli sopra un’altra semi sfera. In questo modo avrete creato il vostro bacio di dama. Appoggiatelo su un ripiano e fatelo raffreddare in modo che il cioccolato si solidifichi. 

Servite i vostri baci di dama, e conservateli in un contenitore chiuso ermeticamente per non più di 4-5 giorni.

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: