Rubriche

L’allodola il cui canto celeste “ara” il lavoro grigio

di Paolo Meneghetti

Pubblicato il

Il filosofo Bachelard ci ricorda che l’allodola è poveramente vestita, ma ricca per il cuore. Essa infatti ha un canto bello, che “ci prende”. Precisamente l’allodola indossa il grigio, per la “triste divisa” da lavoro nei campi. Qualcosa da percepire con molta umiltà. Per lo scrittore Borel, l’allodola sarebbe figlia del campo arato, o compagna del contadino. Citando un aforisma di Renard, quella pare l’unico uccello il cui canto si faccia ascoltare sulla terra rimanendo sempre in cielo. Chiara indossa completamente il grigio-celeste. E’ la percezione d’una serenità all’umiltà d’un lavoro? In realtà Chiara ci toglie il saluto (tramite gli occhiali, neri e “pesanti”), mentre il suo abbigliamento le dà “molta” eleganza… Curiosamente, noi percepiamo il “becco” aperto della borsa. Quello forse “canterebbe”, e di certo mentre la giacca lunga dispiegherebbe le sue “ali”. Alla nostra destra, i due parapetti di metallo si percepiscono facendo “arare” il corpo di Chiara. In fondo, c’è sempre il “laccio” del lavoro, nella vita umana, ed a prescindere dal gusto per il bello.

Bibliografia consultata:

G. BACHELARD, Psicanalisi dell’aria, Red Edizioni, Milano 2007, p. 79

 

 

 

 

Nota biografica sugli artisti recensiti:

 

 

La modella e conosciuta fashion-blogger Chiara Pastori nasce a Milano. Lei è una studentessa d’Economia, presso l’Università Cattolica. Esteticamente, a Chiara interessa chi sappia raccontare il proprio stile, anche cambiandolo a seconda delle situazioni vissute (vestendo lo sportivo, l’urban, l’elegante ecc…). Lei ha fondato il negozio online dal titolo Sheperds.

www.chiarashepherds.com

 

Il fotografo professionista Manuel Bifari, nato nel 1994, viene da Penne (PE). Oggi egli lavora a Milano. Manuel aveva studiato presso l’Istituto Italiano di Fotografia. Egli è molto interessato al campo del fashion, e promuovendo tramite quello anche le bellezze naturalistiche.

www.manuelbifari.it

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: