Rubriche

Vita da crociera: il massimo spendendo il minimo

di Ilaria Agazzone

Pubblicato il

Avete scelto la vostra tipologia di crociera? Avete scelto una tratta breve di pochi giorni o siete tra i fortunati che hanno il tempo (e il portafoglio) per un lungo viaggio intorno al mondo? Qualunque sia la vostra scelta, vediamo come organizzare una crociera indimenticabile e soprattutto low-cost.

san-juan-puerto-ricoCome già accennato nell’articolo precedente, anche le crociere sono soggette a stagionalità, e ovviamente i viaggi in bassa stagione hanno prezzi più contenuti rispetto all’alta stagione. Dato che l’alta e la bassa stagione sono legati non solo a fattori temporali, ma anche geografici, il suggerimento è molto semplice: prediligete il Mediterraneo nel periodo autunnale/invernale, non farete il bagno al mare ma potrete visitare delle splendide città senza soffrire troppo il caldo, come ad esempio Barcellona, Valencia, Palermo, Atene o Istanbul;  prediligete, invece, mete lontane, come ad esempio i Caraibi, nel periodo estivo: la stagione è più umida ma comunque calda e, nonostante il maggiore rischio di pioggia, la zona si presta ugualmente alla visita delle splendide isole a delle loro incantevoli spiagge.

La crociera, inoltre, è una tipologia di vacanza che si adatta bene alle famiglie. Per coloro che non se la sentono di affrontare in autonomia lunghi viaggi a più tappe con dei bambini, la crociera offre un ottimo compromesso, mettendo a disposizione dei più piccoli giochi e intrattenimenti. Inoltre, sulle navi delle principali compagnie i bambini e i ragazzi fino ai 18 anni viaggiano gratuitamente se accompagnati da due adulti. Ovviamente esistono delle limitazioni:

  • per ogni coppia di genitori sono ammessi fino a due bambini a titolo gratuito a patto che alloggino nella stessa cabina
  • per ogni bambino è necessario pagare le tasse portuali e tutti gli eventuali extra a bordo della nave

Facciamo un esempio pratico: una famiglia di 4 persone, con 2 figli adolescenti pagherà solamente la quota dei due genitori e le tasse portuali per i due ragazzi.

barcellonaAvete scelto una crociera il cui porto di partenza è lontano da casa o addirittura in un altro paese? Le compagnie di crociera offrono dei pacchetti che includono anche il volo aereo. Questi pacchetti solitamente includono anche il trasporto dall’aeroporto al porto. Se volete risparmiare qualche centinaio di euro, potete prenotare autonomamente il viaggio verso il porto di partenza. Rileggete quest’articolo con alcuni suggerimenti su come prenotare voli low-cost. In questo caso potete scegliere di raggiungere autonomamente il porto d’imbarco o prenotare il servizio di trasferimento direttamente con la compagnia. Organizzare autonomamente il volo aereo vi darà la possibilità, inoltre, di trascorrere qualche giorno in più nel porto di partenza e allungare così la vostra vacanza.

Per risparmiare ulteriormente scegliete una cabina interna. Queste cabine non hanno nessuno sfogo esterno, ma hanno le stesse dimensioni di quelle con l’oblò. Con le decine di attività offerte ogni giorno non trascorrerete molto tempo in cabina, quindi questa soluzione è più economica e sicuramente non penalizzerà la vostra esperienza.

istanbulNavigando in internet e sfogliando i cataloghi online noterete come esistono crociere molto diverse e adatte a tutte le tasche, ma prestate molta attenzione al prezzo indicato. Verificate cosa include la tariffa e quali sono i servizi extra a pagamento. In generale sono inclusi tutti i pasti e alcune bevande self service, mentre le escursioni, le bevande al bar o al ristorante principale, i servizi spa, i trasporti, gli acquisti a bordo e le mance non sono inclusi. Ricordate che le mance sono obbligatorie, e ogni ospite deve versare una quota giornaliera fissa che verrà addebitata automaticamente sul conto finale. Per intenderci, ultimamente il costo delle mance si aggira su circa € 10 al giorno a ospite. Questa è una cifra indicativa, in quanto ogni compagnia applica la propria tariffa. In pratica, attraverso le mance viene pagato il servizio al personale di bordo che si occupa delle pulizie e della ristorazione.

La parte più corposa degli extra è rappresentata dalle escursioni. Vi darò maggiori dettagli su come risparmiare su questa voce di spesa nel prossimo articolo.

stoccolmaUna volta imbarcati, le occasioni per spendere non mancheranno. Come già anticipato, non è impossibile trasformare la crociera in una vacanza low-cost, ma è necessario un po’ di autocontrollo. Ad ogni attività organizzata saranno presenti dei fotografi professionisti che vi scatteranno bellissime foto, che verranno stampate e vendute. Ogni sera le foto sono appese in una bacheca apposita e potete sceglierle se acquistarle o meno. Il costo delle foto dipende da tipologia e formato, ma in generale non si trova nulla sotto i 10€ – 15€. Sicuramente si tratta di ritratti molto belli e sono dei souvenir preziosi, il segreto è non cedere alla tentazione di acquistarle tutte.

Il costo delle bevande non incluse è solitamente abbastanza alto, soprattutto se volete consumare alcolici o cocktails. Anche in questo caso il segreto è non lasciarsi troppo andare, ossia, godersi la vacanza senza esagerare.  Per quanto riguarda le consumazioni al ristorante principale durante la cena, agli ospiti sono offerti dei pacchetti a prezzi fissi con diverse tipologie di vino. Ogni pacchetto ha un prezzo differente a seconda della qualità e della quantità delle bevande previste. In questo caso è necessario valutare caso per caso la convenienza dell’offerta prima di decidere di acquistarlo.

san-pietroburgoL’attenzione al risparmio può venire meno in un contesto del genere in quanto sulle navi da crociera non viene utilizzato il denaro. Al check-in, infatti, vi verrà data una tessera magnetica ad ogni componente della famiglia. La tessera è la chiave della cabina, nonché la carta di credito utilizzata per pagare tutte le spese a bordo. Al termine della vacanza, la sera prima di scendere dalla nave vi sarà presentato il conto con l’elenco puntuale delle voci di spesa.

Tutti gli acquisti (sulla nave sono presenti anche dei negozi), i servizi e le bevande vengono pagate attraverso la vostra carta personale ad eccezione delle giocate al casinò. Ogni compagnia decide autonomamente come gestire le giocate ai casinò, ma solitamente è l’unico luogo sulla nave dove vengono accettati contanti o carte di credito.

Ora sapete come godervi la vita in nave senza spendere una fortuna. Ancora un po’ di pazienza e ne prossimo articolo vedremo come organizzare le vostre escursioni low-cost. Stay tuned!

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: