Rubriche

Il borsone del rododendro ha gli steli a tracolla di stelle

di Paolo Meneghetti

Pubblicato il

Helvi Hamalainen immagina che gli zingari del tramonto guidano nel cielo, avendo le roulottes cariche di rose bianche e verdi. I capelli delle donne sarebbero assai brillanti. Soprattutto, le gonne verdi danzeranno verso una pioggia d’oro, oltre l’orlo d’un rosso “sanguigno” tramite le stelle. Simbolicamente, si percepirà il momento della vegetazione che sbocci (dai pistilli). Il tramonto rappresenta un “orlo”, per la vitalità del Sole. Helvi Hamalainen conclude che le gonne si spalmeranno fra i cespugli di rose. In cielo, esistono le nuvole. Fra quelle le trecce come petali si slaccerebbero, forse dai pistilli, sotto il tono blu e nero della sera imminente. Vanessa è stata inquadrata mentre passeggia, lungo un viottolo. Si vede principalmente la siepe di rododendri. Vanessa posa avendo la gamba sinistra che, ove non trainasse quella destra, almeno se la caricherebbe… “sulle spalle” dell’inguine. Forse è più facile percepire la borsa nella sua “roulotte”. Qui le gambe si triangolano. Lo stesso accade nel gancio d’un carrello per autovetture. La borsa ha una tracolla che, slacciata (dalle spalle) a pendere nel vuoto, si percepirebbe in via orbitante. Il rododendro fa sbocciare il colore rosso. Vanessa è bionda, ma il chiarore del suo abito pare “spalmato” sulla cintura, più scura. La borsa ha un pendente, di tono anche blu e nero.

 

Helvi Hamalainen isi imagineaza ca tiganii apusului conduc prin cer, avand rulotele pline de trandafiri albi si verzi. Parul femeilor ar trebui sa fie nemaipomenit de stralucitor. Dar mai ales, fustele verzi vor dansa catre o ploaie de aur, peste linia de un rosu ‘insangerat’ printre stele. In mod simbolic, se va percepe momentul vegetatiei care infloreste din pistiluri. Apusul reprezinta o “margine” pentru energia Soarelui. Helvi Hamalainen termina asa fustele se vor confunda cu tufisurile de trandafiri. In cer, exista norii. Printre acestia cozile impletite ca si petalele s-ar desface, poate din pistiluri, sub murmurul albastru si negru a serii ce va veni de curand. Vanessa a fost surprinsa in timp ce se plimba, pe o straduta. Se vede mai ales gardul viu de rododendron. Vanessa pozeaza avand piciorul stang care, daca nu l’ar trage pe cel drept, macar l-ar purta… “pe spatele” vintrelui. Poate ca e mai usor de remarcat geanta in rulota sa. Aici picioarele formeaza un triunghi. Acelasi lucru se intampla la carligul unui atasament pentru automobile. Geanta are o bretea care, detasata (de spate) atarna in gol, s-ar observa in forma de cerc. Rododendronul face sa infloreasca culoarea rosie. Vanessa este blonda, dar stralucirea rochiei sale pare pictata pe cureaua de culoare inchisa. Sacosa are un pandativ de tonalite si albastra si neagra.

Vanessa Iulia Parastie & Mirella Lazar

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bibliografia consultata:

H. HAMALAINEN, Sukupolveni unta, WSOY, Helsinki 1987

 

 

 

Nota biografica sugli artisti recensiti:

 

La modella Vanessa Parastie nasce a Cluj-Napoca (Romania). Lei vive in Italia da anni, ed è laureata in Giurisprudenza, presso l’Università “Cattolica” di Milano. Vanessa ama molto l’arte, e fa anche la pittrice (soprattutto ad acrilico su pelle di borse o scarpe). A fine anno, lei potrà esporre i suoi lavori, nella natia Romania. Vanessa ha anche aperto un fashion blog, per hobby.

www.vanessaparastie.com

La rumena Mirella Lazar qui ha inquadrato la figlia, Vanessa Parastie.

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: