Rubriche

Spezzatino con patate e piselli

di Francesca Torre

Pubblicato il

Bentornati a tutti!

So che stiamo andando verso l’estate, ma questo continuo cambiamento di temperature crea qualche confusione oltre che nel non sapere come vestirsi, anche in cucina!

L’altra sera, avendo degli ottimi piselli freschi (dono del mio papà e del suo orto) e di patate da far andare, ho deciso di fare uno spezzatino di carne con patate e piselli, che forse è più un piatto tipico invernale, piuttosto che quasi estivo, ma che in casa mia viene sempre e comunque apprezzato molto!

veal_potato-6Lo spezzatino, è un secondo piatto tipico del Nord Italia, che in molti posti viene anche definito stufato. Lo stufato era il piatto della domenica del XIX secolo, una pietanza che si poteva trovare molto facilmente nelle locande e nelle osterie. Solitamente si preparava con carne di manzo, ma a volte veniva usata anche carne di cavallo o di asino. Il suo nome deriva dal modo in cui gli ingredienti venivano cotti e cioè posti in pentole di cottura chiuse sui ripiani delle stufe.

Lo spezzatino può essere “in rosso” e quindi condito da un sugo di pomodoro oppure in bianco, e viene solitamente accompagnato da verdure di stagione, come cipolle, patate, carote, piselli, etc.
Lo spezzatino, può essere mangiato come piatto unico, oppure con polente, crostini di pane, riso o gnocchetti tipo spaetzle. Se “in rosso”, a volte viene utilizzato anche come condimento per la pasta.

Di solito vengono utilizzati pezzi di carne poco pregiati e ricchi di grasso, in modo che questi rendano il piatto ancora più saporito ed evitando il seccarsi della carne. Io, essendo una persona molto delicata nella scelta della carne, per questa ricetta ho utilizzato della carne di manzo per tagliata. Ora, qualcuno di voi probabilmente inorridirà di fronte a questa cosa, ma io preferisco utilizzare pezzi di carne molto magri. Vi assicuro che ne viene fuori, comunque, un ottima pietanza! In ogni caso, per fare lo spezzatino, potete utilizzare la carne che più desiderate: manzo, vitello, maiale, pollo, tacchino, etc.

Vediamo insieme la ricetta che ho fatto io, le cui quantità bastano per due persone:

  • 300 gr ca di carne per tagliata di manzo
  • 4 patate medie
  • 100 gr di piselli freschi e crudi
  • Cipolla
  • Pepe, aglio
  • Brodo
  • Vino bianco
  • Salsa di pomodoro01

Per prima cosa, tagliate a listarelle una cipolla e mettetela a soffriggere a fuoco basso.

 

Prendete le patate, sbucciatele, e fatele a tocchetti non molto grandi in modo che riescano a cuocere04
velocemente. Aggiungetele al soffritto di cipolla.

 

 

Aggiungete un po’ di vino bianco prima e poi un po’ di acqua e fate 09
cuocere su fuoco basso con coperchio per circa 10 minuti.

 

Nel frattempo, tagliate a bocconcini (anche qui non molto grandi) il pezzo di carne che avete scelto.10
Aggiungetelo alle patate, versate ancora un po’ di vino bianco per sfumare il tutto, e coprite.
Dopo qualche minuto aggiungere anche i piselli.

 

Salare, pepare, aggiungere un po’ d’aglio in polvere, e poi aggiungere del brodo fino a coprire la carne. Coprite il tutto con coperchio e lasciate a cuocere su fuoco medio basso.14

Il tempo di cotture del tutto, dipende molto dal vostro gusto. Se volete patate che si sfaldano al tocco dovrete sicuramente aggiungere ancora del brodo nel momento in cui questo si sarà asciutto e ci vorrà un pochino più di tempo. Al contrario, se volete che tutto sia cotto ma integro, vi basterà una mezz’ora circa da quando aggiungete il tutto.

A fine cottura potete aggiungere un cucchiaio di salsa di pomodoro o di concentrato per insaporire e dare colore. Se vi piace con un sugo più corposo e presente, potete aggiungere più salsa, a vostro gusto.

Servite caldo e gustate il tutto con un ottima birra!

18

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: