Rubriche

Serie A, sfida Roma-Milano

di Eugenio Petrillo

Pubblicato il

Termina la sedicesima giornata e quindi il 2014 di Serie A con non pochi fuochi d’artificio.
La Juventus allunga sulla Roma; Lazio e Napoli approfittano del passo falso delle due genovesi per agguantarle in classifica.
Si muove anche la parte bassa della griglia: il Cesena ritorna finalmente a punti e il Chievo vincendo il derby di Verona si porta a più quattro da un Cagliari in crisi.

Il primo incontro dunque si gioca al Sant’Elia tra Cagliari e Juventus.
I bianconeri dopo i due pareggi consecutivi con Fiorentina e Sampdoria trovano una bella vittoria per 3 a 1.
La squadra di Allegri parte forte e segna al 3′ con Tevez – decimo centro stagionale per l’Apache.
Il raddoppio non tarda ad arrivare: il cileno Arturo Vidal insacca in rete un gol bellissimo da fuori area.
Nella ripresa Fernando Llorente chiude definitivamente i conti siglando il tris – complice anche l’errore del giovane portiere Cragno.
Inutile invece il gol di Rossettini che serve solamente a rendere meno amara l’ennesima sconfitta della squadra di Zeman.

10850256_827163154023018_2878904917762397677_n

 

Subito dopo la sfida di Cagliari si gioca Napoli-Parma allo stadio San Paolo.
I partenopei tornano a vincere dopo la deludente prestazione di San Siro: 2 a 0 al 90′.
Entrambe le reti vengono segnate nei primi 45′: prima Duvan Zapata – quinto gol stagionale – e poi Dries Mertens su calcio di rigore.
Nel secondo tempo il Parma di Donadoni – fresco di cambio di società – prova ad uscire dal guscio colpendo un clamoroso palo con Francesco Lodi.
In attesa dei match del weekend la squadra di Benitez si trova al terzo posto in classifica mentre il Parma è sempre più in crisi di risultati.

10857733_827227287349938_8831845011072828723_n

 

Il primo dei secondi due anticipi di giornata si gioca tra il “nebbione” emiliano: Sassuolo-Cesena.
I romagnoli dopo cinque partite tornano a conquistare un punto: 1-1 al Mapei Stadium.
Il risultato si sblocca solamente nella ripresa quando viene concesso un rigore dubbio ai neroverdi.
Simone Zaza comunque non perdona e porta in vantaggio la sua squadra.
Nei minuti finali quando tutto sembrava finito arriva la beffa: il brasiliano cesenate Ze Eduardo insacca in rete il clamoroso pareggio.

41669294589bd4386e67350a60c958a3_169_l

 

Il primo dei due incroci sull’asse Roma-Milano è proprio Roma-Milan allo stadio Olimpico.
Arriva la seconda gara casalinga senza vittoria per i giallorossi: 0-0 il risultato finale.
La squadra di Garcia ha attaccato e si è procurata ottime occasioni – specialmente con Gervinho – ma l’estremo difensore rossonero Diego Lopez ha sempre chiuso la saracinesca.
Nel primo tempo i romanisti reclamano un fallo di mano in area di rigore di Nigel De Jong non assegnato dall’arbitro Rizzoli.
Il Milan ha dovuto giocare dal 70′ in dieci uomini per l’espulsione di Pablo Armeno, punito per un fallo di mano.
Ottimo punto per la squadra di Inzaghi mentre Totti e compagni ritornano a meno tre punti dalla vetta.

33e5d1deddb1cc31680f6a706700cedc_mediagallery-page

 

La domenica si apre con il derby scaligero: Hellas-Chievo.
A spuntarla è la squadra di Rolando Maran nei minuti finali: 1-0 allo stadio Bentegodi.
La rete è siglata da Alberto Paloschi ma è viziata da un fuorigioco non visto dal guardalinee.

798c93eaffdca1e5b5dbebbe94905e3a_169_l

Al Marassi di Genova va in scena Sampdoria-Udinese: una sfida che si prospetta interessante ed emozionante.
I blucerchiati sprecano la possibilità di portarsi al terzo posto da soli in attesa del match serale della Lazio: termina 2-2.
La squadra di Mihajilovic passa in vantaggio quasi subito con Pedro Obiang, ma i friulani non demordono e ribaltano completamente il risultato: prima pareggia Geijo e poi Danilo completa il sorpasso.
La Samp inizia fortissimo nel secondo tempo e riesce a trovare il gol del pareggio con Manolo Gabbiadini: potrebbe essere l’ultimo gol segnato con la maglia blucerchiata.

LAPR0504-U202182049561gSC-U100285255641lxD-620x349@Gazzetta-Web_articolo

 

L’altra genovese è impegnata all’Olimpico di Torino: Torino-Genoa.
Si può dire che questa è stata una giornata triste per le due liguri: il Genoa perde addirittura per 2 a 1.
Nonostante il gol dello spagnolo Iago Falque nel primo tempo, il capitano granata Kamil Glick ribalta il risultato con una splendida doppietta.
Torna così alla vittoria il Torino mentre per Gasperini è il secondo k.o. consecutivo.

728c09dc1199dc13877d247243a2d4d6-U202182049561fSE-U100284264988QuF-620x349@Gazzetta-Web_articolo

Allo stadio Artemio Franchi di Firenze c’è Fiorentina-Empoli: derby toscano.
La squadra di Maurizio Sarri continua a stupire ottenendo risultati che fanno ben sperare ai tifosi empolesi: 1 a 1 contro i viola.
Il peruviano Juan Manuel Vargas porta in vantaggio i padroni di casa con un bel tiro da fuori area ma è il classe ’90 Tonelli che impatta il risultato con un colpo di testa.818bb5cb1caa4630db5efa611ef2fb99_169_l

La partita più divertente – dal punto di vista del risultato finale – si gioca a Bergamo tra Atalanta e Palermo: 3 a 3 al triplice fischio.
Dopo che la squadra di Iachini si era portata sul 3 a 1 all’intervallo: gol di Rigoni, doppietta del “Mudo” Vasquez e tra il secondo e il terzo gol dei sicilani “El Tanque” Denis dal dischetto.
La ripresa è praticamente solo bergamasca ed infatti arrivano i gol del “Frasquito” Maxi Moralez e ancora Denis a pareggiare i conti.
Ora la squadra di Colantuono si trova sopra al Cagliari staccato di tre lunghezze mentre i rosanero ottengono l’ottavo risultato utile consecutivo.

f89b0a7b168abad3fceae68344ae5ef3-082-U202182049561it-U100285098922NDE-620x349@Gazzetta-Web_articolo

 

A San Siro si gioca l’ultima sfida di giornata: Inter-Lazio – secondo ed ultimo atto della sfida Milano-Roma.
Il risultato è di 2 a 2 dopo che i laziali si erano portati in vantaggio di ben due gol grazie allo show messo in scena da Felipe Anderson – doppietta segnata dal brasiliano.
Nella ripresa però la squadra del “Mancio” non ci sta e reagisce segnando due gol: prima una botta al volo bellissima da fuori area di Mateo Kovacic e poi Rodrigo Palacio che torna al gol – non segnava da maggio proprio contro la Lazio.

10429227_829125470493453_651187338912787685_n

 

 

Cagliari-Juventus 1-3 (Tevez, Vidal, Llorente, Rossettini)
Napoli-Parma 2-0 (Duvan Zapata, rig. Mertens)
Sassuolo-Cesena 1-1 (riga. Zaza, Ze Eduardo)

Roma-Milan 0-0
Hellas Verona-Chievo Verona 0-1 (Paloschi)
Sampdoria-Udinese 2-2 (Obiang, Geijo, Danilo, Gabbiadini)
Torino-Genoa 2-1 (Iago Falque, Glick x2)
Fiorentina-Empoli 1-1 (Vargas, Tonelli)
Atalanta-Palermo 3-3 (Rigoni, Vasquez, rig. Denis, Vasquez, Maxi Moralez, Denis)
Inter-Lazio 2-2 (Anderson x2, Kovacic, Palacio)

 

 

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: