Rubriche

Codice a “Punto Sims” – Code to “Sims Point”

di Paolo Meneghetti

Pubblicato il

Per il filosofo Barthes, esteticamente la fotografia avrà il caratteristico punctum. Un elemento figurativo che come una freccia, trafigga l’osservatore esterno. Il punctum dunque permetterà alla fotografia d’entrare nella realtà. Storicamente, la pittura ritrattistica ci mostra una figurazione nel suo quadro d’insieme, senza che un solo dettaglio possa emergere. Ma le fotografie già si pongono verso la realtà. Quelle non devono ricostruire nulla. Le fotografie quindi accetteranno che un solo dettaglio (il punctum) possa emergere. Esse devono farci entrare nella realtà. Per Barthes, il punctum “trafiggerà” il nostro sguardo, ma per espanderlo su tutta la raffigurazione. Entrati nella realtà, noi dovremmo subito abituarcene. Nella densità figurativa del punctum, il nostro sguardo cercherà di… “respirare”. Nella fotografia di Lynsey, è importante il riflesso di luce, sulla finestra. Qualcosa che funga da punctum. Il riflesso di luce sarebbe quasi lanciato dalla mano. Il braccio trafiggerà l’abito, lasciando una “scia d’attrito”: sullo spacco. Il riflesso di luce si vede nella triangolazione con la mano e la testa. Il volto è inquadrato frontalmente, ma i capelli lo faranno ruotare. Lynsey lancerà il riflesso di luce, da una “pedana circolare”: nella gonna. Il nostro sguardo entrerà dentro l’inquadratura, ma nell’espansione di se stessa. Il punctum del riflesso luminoso “boccheggerà” fra il giro della gonna e dei capelli.

According to philosopher Barthes, aesthetically the photography will have the typical punctum. That’s a detail of the configuration similar to an arrow in piercing the outside observer. So a punctum will allow the photography to enter into the reality. Historically, the paintings of portraits show us all the figures in their whole spectrum, avoiding that only one detail could emerge. But the photographs are already put into the reality. Those have no use for the reconstruction of something. So the photographs will accept that only one detail (the punctum) could emerge. Those have to let us into the reality. According to Barthes, the punctum will “pierce” our look, but to expand that on all the configuration. Entering in the reality, we should immediately get used to that. In the figurative density of a punctum, our look will try to… “breathe”. In Lynsey’s photography, the reflection of light on the window has an importance. Something that functions as a punctum. The reflection of light would be almost thrown by the hand. The arm will pierce the dress, leaving a “contrail for friction”: on the tear. The reflection of light is observed in the triangulation between the hand and the head. The face is framed head on, but hair will cause its rotation. Lynsey will throw the reflection of light, from a circular platform: in the skirt. Our look will enter into the framing, but in expansion of itself. A punctum in the reflection of light “will gasp” between the rotations in skirt and hair.

Zoeter - Sims

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bibliografia consultata – Annotated bibliography:

R. BARTHES, La camera chiara, Einaudi, Torino 2003, pp. 43-48

 

 

Nota biografica sugli artisti recensiti – Biographical sketch about the two artists:

The Dutch photographer Michel Zoeter was born in Eibergen. Now he lives in Dieren, where his professional studio is located. Zoeter has been in photography business for almost twenty years. He started to shoot for advertisements, products and food. Especially, Zoeter’s photography concerned some books of famous cooks. He has worked for almost two hundred magazines. Since five years, Zoeter has been more focused on fashion photography, which is now his main business. He has also an agent, in Paris. Zoeter works as photographer in fashion shows of designer Iris Van Herpen. He however can shoot for several brands.

Il fotografo olandese Michel Zoeter nasce ad Eibergen. Ora egli vive a Dieren, dove è ubicato il suo studio, da professionista. Zoeter conosce il “mondo” della fotografia da quasi vent’anni. Egli cominciò a scattare per le pubblicità, gli articoli da vendere e l’alimentazione. Specialmente, la fotografia di Zoeter concerneva vari libri di famosi cuochi. Egli ha lavorato per quasi duecento riviste. Da cinque anni, Zoeter s’è focalizzato maggiormente sulla fotografia fashion, che adesso resta la sua principale fonte di guadagno. Egli ha pure un agente, a Parigi. Zoeter lavora come fotografo durante gli spettacoli fashion della stilista Iris Van Herpen. Egli comunque può scattare per parecchi marchi.

www.photomicz.nl

 

The Dutch model Lynsey Sims was born in Amsterdam, having however the British nationality. She lived in Curacao for several years, as a child. Then, Lynsey returned in Amsterdam. She studied business and performing arts in British city of York. Lynsey started the modelling at a young age. She has worked in Netherlands, Belgium, France, United Kingdom, Turkey. Lynsey is become the model for several brands, also international. Her shoots are published in many magazines. In the last couple of years, Lynsey principally travelled. Actually, she is the owner of a model management company.

La modella olandese Lynsey Sims nasce ad Amsterdam, avendo però la nazionalità britannica. Lei visse a Curacao per parecchi anni, da bambina. Poi, Lynsey tornò ad Amsterdam. Lei ha studiato economia ed arti performative, nella città britannica di York. Lynsey cominciò a posare in giovane età. Lei ha lavorato in Olanda, Belgio, Francia, Regno Unito, Turchia. Lynsey è divenuta la modella di vari marchi, anche internazionali. I suoi scatti sono stati pubblicati in molte riviste. Nell’ultimo paio d’anni, Lynsey per la maggiore ha viaggiato. Attualmente, lei dirige un’agenzia di modelle professioniste.

www.simsmodelmanagement.com

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: