Magazine

Il Meglio

di Redazione

Pubblicato il

collage

In questi tre anni con le nostre competenze abbiamo fatto un giornale in tema, lasciando sempre ai lettori lo spazio per non essere d’accordo.

Un sogno che si fa progetto, per abbracciare con lo sguardo strade che non sono la tua, ma che vale la pena di conoscere.

Valvola di sfogo. Palestra discorsiva. Lettori dissonanti. Trampolino di lancio – verso dove, ancora non so. La fine è solo un nuovo inizio.

Racconto i calzini degli altri e diventano parte del mio armadio. Scrivo un pezzo che sia verità e trovo che lo è solo se lo metto in un puzzle.

Soltanto una vita discorsiva vale la pena di essere vissuta, e raccontata.

Discorsivo è stato il mio primo canale di espressione sul web, la mia prima valvola organizzata di creatività e intraprendenza.

Approfondire, riflettere, condividere e sperare di lasciare uno spunto utile. Discorsivo è tempo ben speso.

Cinque rigide pareti e nessun coperchio: la scatola che ha contenuto e indirizzato la nostra esuberanza espressiva era così. A forma di nota dissonante.

È valsa la pena di cercare il filo rosso di un discorso, forse senza individuarlo mai, ma trovando sempre che l’esperienza fosse stimolante.

Un crogiolo di voci squillanti, eterogenee, colme di vitalità e di idee. Una piattaforma che ti mette alla prova, aiutandoti a condividere conoscenze, passioni e interessi.

Partecipazione, ricerca ed esplorazione. Condivisione di passioni e approfondimento della conoscenza. Un viaggio. Una scoperta. Un esercizio di fantasia.

Discorsivo è stata per me un’ottima esperienza di libera espressione delle mie sensazioni sia private che lavorative, manifestate sotto forma di articolo. Grazie!

Se fosse stato un film, avrebbe avuto una regia rigorosa, attori appassionati, una trama coraggiosa e un pizzico di avventura. Da vedere assolutamente!

È stata l’ opportunità di dar spazio a un pezzo del mio cuore: la pallacanestro. Sapendo che “puoi non essere d’ accordo”.

Da quella prima notte rapito nel vortice di un discorso ininterrotto. Dissonante fino all’ultima parola.

Dissonanze, oggi Discorsivo, è stato per me spazio-tempo di maturità: incrociato lungo la via della crescita, caduco quanto prezioso

Persone, idee, confronto. Non sentire il disagio di esprime la propria opinione consapevole del fatto che il lettore può “non essere d’accordo”.

Discorsivo per me è stato una possibilità, un varco, uno spazio in cui ho potuto raccontare un po’ di quello che sono attraverso i temi proposti.

Spazio per scrivere, tempo per leggere.

Diffondi lo spirito Millennial:

Un commento per “Il Meglio

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: