Magazine

Come il passato influisce sul presente

di Il Glicine

Pubblicato il

Il concetto del tempo che passa riguarda molto da vicino pensatori di professione e improvvisati tali, professori e studenti, dottori e pazienti, riguarda in definitiva tutti gli uomini. Il tempo è come un fiume che scorre in cui il presente incessantemente diviene il passato e ciò avviene in un intervallo così breve da renderlo una briciola piccolissima dell’ esistenza umana … una virgola infinitesimale che separa due frasi, quella appunto passata e quella futura. E l’uomo vive in questa virgola, l’uomo tiene sempre in mente gioie e scottature passate, paure e aspettative future.

Certo, il passato influisce sul presente per tutti noi qui al glicine.

Operatori e ospiti tutti quanti perché, anche se svolgiamo ruoli diversi, siamo costruiti della stessa materia: quella umana.

E la realtà dell’ uomo è un impasto in cui si mescolano passato, futuro e presente. Naturalmente per chi soffre di una malattia con una base esistenziale, come quella psichiatrica, il passato si ripercuote sul presente, ancora più chiaramente e a volte molto duramente.

Qui lo sanno tutti, perche ogni giorno (o quasi) ripensano a qualche cosa del passato che ha acceso, o scatenato, quei dolori che, nella vita, generano il blocco…  Il blocco è ciò che più di ogni altra cosa definisce le malattie della mente. È appunto il blocco del passato che determina il persistere di un dolore nel presente

Il passato influisce sul presente di tutti, ma nel presente dei malati mentali più di tutti.

La nostra Sandra ci racconta con nostalgia che una volta poteva prendere la macchina ed andare in centro da sola..è un piccolo ricordo bello del passato che la fa sognare nel presente. Lei ci dice che nel presente c’è la conseguenza del passato … anzi che il presente è la conseguenza del passato.

Luigi prende parola e dice che si è ammalato mentre faceva il servizio militare quando aveva 20 anni. Di lì, la sua vita è diventata piatta, ma poi, una donna sembrava che lo capisse, che ascoltasse quello che lui aveva da dire, così è successo che quella donna è diventata sua moglie e hanno addirittura fatto dei figli insieme… solo che poi quella donna non ha voluto più ascoltarlo e si sono separati… solo che i suoi figli esistono ancora nel suo presente…allora chi più di Luigi può dire che il passato vive nel presente… addirittura con dei figli!

Forse Michele può dirlo più di lui, perché a differenza degli altri ospiti ha delle limitazioni sulla libertà di uscire liberamente dal Glicine… queste limitazioni non le abbiamo date noi, per carità!

Le ha date il tribunale per un reato commesso anni fa…sì, Michele di certo può dire più di Luigi che per lui il passato vive e ha delle conseguenze sul presente.

Ma no, a pensarci bene vale lo stesso anche per Gabriella, Elisa, Roberto… e tutti noi…e tutti voi…

Ognuno ha la sua storia e in questa storia in un modo sempre diverso il passato rivive nel presente… a volte dolcemente….a volte dolorosamente….altre legalmente….altre ancora psichiatricamente…

Un saluto ed un abbraccio da tutti noi del Glicine

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: