Magazine

La notte

di Giada Magnani

Pubblicato il

Foto di Alessandra Valzania

Foto di Alessandra Valzania

“Buongiorno tesoro, dormito bene?”
“Non tanto…ho sognato che tutti gli uomini volevano abolire la notte dalla faccia della Terra. E cos√¨ furono accontentati: un mondo di solo giorno e luce.”
“Chiss√† che spettacolo! Niente pipistrelli o vampiri, niente prostitute sotto i lampioni e barboni sotto i ponti a bruciare vestiti per scaldarsi. Niente lenzuola bagnate di pip√¨, inquinamento visivo, nessun lupo mannaro o strega. Niente ladri e assassini intrufolati, nessun cimitero con fuochi fatui, incidenti del sabato sera, nessuna fuga con l’amante e zanzare ronzanti nelle orecchie mentre dormi. Niente turni di notte, occhi pesanti o vicoli ciechi da cui fuggire! Vuoi la brioche o i cereali?”
“No, non hai capito Ma’! All’inizio sembrava un bel sogno, ma poi √® diventato un incubo!”
“Perch√®? Poi √® tornata la notte?”
“No, perch√® non tornava pi√Ļ! Gli uomini erano tutti impazziti: senza il buio di fuori, nessuno riusciva ad ammettere o a capire di avere un lato oscuro dentro di s√© e cos√¨,,,PAF! Tutti diventavano folli!”
“Tutti ma proprio tutti?”
“No, qualcuno¬† resisteva..ma nessuno che fosse felice o che si sentisse in pace..Niente buoni propositi per il giorno successivo, l’odore del pane appena svegli, nessun bacio della buonanotte o del buongiorno, nessun amore segreto, niente romanzi fantasy sotto le lenzuola,¬†niente¬† angeli custodi, fate o folletti. Le lucciole venivano schiacciate come insetti e le candele erano usate per bruciare e non per illuminare. E poi non c’erano le stelle cadenti.
Come se tutti si fossero dimenticati di vivere in un momento illuminato, perchè non esisteva il suo opposto. Come se fosse sparito quel senso di sollievo che ti dà un faro in mezzo al mare. Di notte.
Mi sono svegliato di colpo appena ho capito che alla notte non possiamo rinunciare. Perch√® ci porta a farci domande, ci mette alla prova, aiuta a conoscerci, ci fa paura, ma ci d√† sogni da interpretare.¬† E poi dalla finestra ho visto la luna. Ho pensato che fa luce solo grazie al pezzo di sole che nasconde dietro di s√©. E ho capito che tutti, per forza, devono trascorrere la notte. Che √® illuminata grazie alla luce del giorno prima che ci teniamo dietro la schiena. Che ha senso se la interroghiamo sul sole che dovr√† arrivare il mattino dopo. Perci√≤ ognuno sceglie di viverla come crede. C’√® chi la fugge con terrore, chi si nasconde dai fantasmi nell’armadio. C’√® chi cambia identit√†, chi uccide e chi salva, chi fa progetti per il giorno dopo, chi se la balla, chi se la dorme, chi accende luci¬† per non vederla, chi la viaggia e chi si lascia ispirare dal suo fascino trovandone il lato magico. Qualcuno ne accetta ogni sfumatura e riesce a scorgerne il senso.”

Diffondi lo spirito Millennial:

Un commento per “La notte

  • Sabry ha detto:

    B√®… questa sera c’√® l’eclissi… occasione per mettersi con il naso all’ins√Ļ e vedere la luce che abbiamo dentro. Continuate cos√¨ ragazzi… bella scrittura, bei spunti… Sabry

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: