Blog

Cinema aperti – Come funziona, che film vedremo e… ci sarà Tenet?

di Marco Frongia

Pubblicato il

Ci siamo quasi: per ritrovare i cinema aperti sarà sufficiente aspettare questo lunedì, quando riprenderà la programmazione nelle sale che sono in grado di rispettare le regole anticontagio.

Una spettatrice approfitta dei cinema aperti per godersi un film in sala

(Credits: Karen Zhao, Unsplash; rielaborazione: Marco Frongia)

Regole, quelle previste dall’ultimo decreto della presidenza del Consiglio dei ministri, che tuttavia sono state piuttosto discusse dagli esercenti. Nella notte tra giovedì e venerdì, però, sono arrivate alcune novità.

Scopriamo insieme quali sono e quali film sarà possibile vedere nelle prossime settimane.

Ma non aspettatevi titoli imperdibili…

Cinema aperti: sì, ma con cautela!

Il Dpcm del 17 maggio scorso, dicevamo, fissava i criteri non solo per riavere cinema aperti al pubblico, ma anche teatri, sale per concerti e ogni spazio analogo, anche all’aperto.

Per quanto riguarda il pubblico, le indicazioni sono praticamente identiche a quelle che vengono già adottate in altri luoghi chiusi: mascherine obbligatorie, misurazione della temperatura corporea prima di entrare e mantenimento della distanza interpersonale di almeno un metro, sia in fila che tra i seggiolini.

Nell’improbabile caso che il cinema abbia deciso di proiettare Artemis Fowl, invece, è consigliabile regolarsi su una distanza minima di circa 120 metri dalla sala.

Per gli esercenti, le regole sono un po’ più complesse: per dirne qualcuna, si va dall’igienizzazione frequente degli spazi all’obbligo di rendere disponibili al pubblico sistemi per disinfettarsi le mani, passando per segnaletica di varia natura e un’adeguata protezione dei propri dipendenti dal rischio di un contagio.

Dal decreto del 17 maggio al Dpcm 11 giugno 2020

Il Dpcm uscito qualche giorno fa, l’11 giugno, ha corretto il tiro del suo predecessore su alcuni punti, per esempio permettendo agli spettatori di togliere la mascherina una volta seduti in sala. Un aggiornamento che ha permesso alle misure del Governo di superare molte delle obiezioni degli esercenti.

Quello compiuto dall’esecutivo Conte è “un passo importante per consentire la ripartenza del settore dello spettacolo – scrive l’Associazione nazionale esercenti cinematografici in un comunicato – fermo da quasi 4 mesi con oltre 30 milioni di presenze perdute”. Il percorso di ripartenza, prosegue l’Anec, “sarà graduale e porterà entro poche settimane ad un ritorno a regime con nuovi titoli in arrivo nelle sale”.

Già: i titoli.

Cosa potremo vedere quando finalmente prenderemo posto nei primi cinema aperti nella cosiddetta fase 3?

I film in sala: delusione in arrivo?

Una delle catene di multisala più importanti, l’Uci cinemas, ha pubblicato sul proprio sito le risposte ad alcune delle domande più frequenti sulla riapertura.

Tra queste, inevitabilmente, c’è quella riguardante i film che sarà possibile vedere nei cinema aperti. A leggere la lista, è difficile non trattenere un po’ di delusione: si tratta perlopiù di ritorni in sala di alcune pellicole uscite lo scorso inverno, unite a qualche titolo che non è stato sfruttato appieno a causa del lockdown.

Niente di particolarmente nuovo o atteso, insomma: tra un Tolo Tolo di Checco Zalone e un Knives out (o Cena con delitto, se preferite), c’è spazio anche per un ritorno del trionfatore assoluto degli ultimi Oscar – serve precisare che stiamo parlando di Parasite? – e per altri grandi film che si sono distinti agli Academy awards, come 1917 e il Joker con Joaquin Phoenix.

Con i cinema aperti, sarà possibile vedere Playmobil - The movie. Lo sappiamo che non aspettavate altro

Sì: quando abbiamo visto la programmazione dei cinema aperti abbiamo fatto questa faccia (Credits: Method Animation)

Ci saranno anche blockbuster usciti nelle prime fasi della pandemia – come Sonic e il remake di The grudge, che erano nei cinema a febbraio – e il megaflop invernale Playmobil – The movie: costato oltre 70 milioni di dollari, ne ha riportati a casa poco più di 16.

Ma il premio Così, de botto, senza senso 2020 va però a un’inaspettata risurrezione di Doctor Strange: lo stand alone sullo Stregone supremo del Marvel cinematic universe risale addirittura al 2016!

Una programmazione un po’ bizzarra, diciamo. Sarà sufficiente a riportare il pubblico negli Uci cinemas dopo il lockdown?

Cinema aperti, film vecchi e prove generali

Insomma, si prospetta un po’ di delusione per chi sperava di andarsi a godere un film in sala dopo tutti questi mesi.

I cinema aperti in questo periodo saranno utili per recuperare qualche grande prodotto uscito in inverno, certo, ma i dubbi restano: quanti vorranno a pagare di nuovo il biglietto per guardare Joker o il secondo Maleficent, che sono già stati visti e stravisti alla loro prima uscita? Ricordiamo che si tratta rispettivamente del terzo e del settimo miglior incasso in Italia nel 2019. Chi voleva vederli, insomma, probabilmente li ha già visti.

Altra domanda: quanto potrà beneficiare del ritorno in sala il sorprendente Parasite di Bong Joon-ho dopo aver sbancato gli Oscar? Normalmente un film che vince qualche statuetta aumenta il proprio appeal sul pubblico, ma varrà lo stesso se sono trascorsi ben quattro mesi dalla cerimonia?

L’impressione è che si siano scelti dei film tutto sommato “sacrificabili”, giusto per permettere a pubblico ed esercenti di prendere un po’ la mano con le nuove misure del Governo.

Prove generali, insomma. Anche perché nei prossimi mesi sono previsti alcuni titoli stavolta davvero attesi: Wonder Woman 1984 e Mulan, di cui vi abbiamo già parlato, e soprattutto l’ultimo film di Christopher Nolan, Tenet.

E per quando arriveranno, bisogna farsi trovare pronti.

Ma quando esce Tenet in Italia?

A questo proposito, c’è una vicenda un po’ particolare legata alla data di uscita di Tenet.

Le già citate faq del sito Uci cinemas lo danno in uscita già a luglio nel nostro Paese, così come Mulan e il sequel di Wonder Woman. Poter tenere i cinema aperti, spiega la catena di multisala, “dipende molto dalla disponibilità di film forti. Al momento questo avrà inizio con Tenet e Mulan a luglio, e non abbiamo ragione di credere che questo debba cambiare”.

Eppure, per quanto ne sappiamo oggi, qui in Italia Tenet uscirà a settembre, e Mulan non ha ancora una data di uscita ufficiale nel nostro Paese. Quindi, qual è la verità?

Se avete notato la costruzione un po’ insolita della frase precedente, avrete già intuito: il mistero è presto risolto confrontando il testo delle faq italiane con quelle presenti sugli altri siti legati alla galassia Uci cinemas. È probabile, in sostanza, che si tratti solo di un mancato adattamento di un testo scritto (evidentemente allo stesso modo) per tutti i cinema della catena in Europa.

Il confronto tra il testo del sito italiano e quello spagnolo della catena Uci cinemas

Il confronto tra il testo del sito italiano e quello spagnolo della catena Uci cinemas

Una traduzione troppo letterale, insomma.

E dire che, dopo gli adattamenti Ghibli a cura di Gualtiero Cannarsi, pensavamo di aver imparato la lezione.

Con i cinema aperti, potremmo anche sognare un ritorno dei film dello studio Ghibli

Uno degli adattamenti leggermente letterali di Gualtiero Cannarsi, raccolti da una celebre pagina Facebook ben prima del caso Evangelion (Credits: Gli sconcertanti adattamenti italiani dei film Ghibli)

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: