Blog

Hamburger di ceci e impasti golosi – Ricette e curiosità

di Alessia Tupputi

Pubblicato il

Hamburger di ceci, farina di ceci, gnocchi di ceci: questi legumi oggi vengono reinventati in tantissime ricette.

A me i ceci proprio non piacevano. Mangiati cotti bolliti hanno una consistenza sabbiosa che mi dà la sensazione di avere la bocca impastata. Stessa cosa vale per i fagioli o per i piselli di dimensione media o grande.

Mia mamma doveva passare tutte le preparazioni con il passaverdure oppure con il frullatore per far sì che venissero mangiate anche da me. Non vi dico quando è arrivata mia sorella: in due facevamo disperare tutta la famiglia per farci mangiare legumi e verdure.

Solo le lenticchie facevano eccezione; quelle le ho sempre mangiate con gola, solitamente in umido con il pomodoro.

Poi sono cresciuta e finalmente i miei gusti sono cambiati: ho iniziato a capire quanti sapori mi stavo perdendo. Ho scoperto anche che con i legumi si possono fare tantissime ricette, anche trasformandoli radicalmente.

Hamburger di ceci e impasti golosi

Hamburger di ceci e impasti golosi

Legumi e altre curiosità

Vi dice qualcosa il 10 febbraio? L’Istituto superiore per la protezione e la ricerca agricola l’ha dichiarato Giornata mondiale dei legumi. L’idea alla base di questa iniziativa è quella di promuovere un’agricoltura sostenibile per contribuire al raggiungimento degli obiettivi per lo sviluppo sostenuti delle Nazioni unite.

Per continuare con le curiosità, vi pongo un’altra domanda: sapete quanti sono i legumi?

Intanto bisogna sottolineare che i legumi non sono altro che i semi commestibili delle leguminose. I semi sono contenuti dal frutto che si presenta quasi sempre come un baccello.

Torniamo alle tipologie di legumi: come sappiamo ne fanno parte i ceci, le lenticchie, i fagioli, le fave, la soia, i piselli… e le arachidi! Ebbene sì: le arachidi sono legumi. Se vi state chiedendo come cucinarle, eccovi qualche dritta in questo nostro articolo.

Ceci

Ceci

Dal primo cece all’hamburger di ceci

Come abbiamo raccontato in un nostro articolo qui su Discorsivo, i legumi sono stati tra i primi semi a venire coltivati attivamente dall’uomo. I romani consideravano i ceci un cibo regale e prezioso, tanto che lo stesso cognome di Cicerone sembra discendere da una caratteristica verruca a forma di cece sul naso di un suo antenato.

In particolare sappiamo che i Romani amavano i ceci e che li mangiavano già all’epoca sotto forma di focacce, di farinata o fritti.

Solo nel XVI secolo, con le conquiste europee nel nuovo Continente, la coltivazione dei ceci si è estesa nelle Americhe; in tempi più recenti questa coltivazione è arrivata anche su territorio australiano.

Come accennato qualche riga fa, la tendenza degli ultimi anni è quella di utilizzare i ceci non solo nella loro forma originaria bensì di trasformarli per creare qualcosa di totalmente innovativo. Gli hamburger di ceci, gli gnocchi, i tartufini dolci, le polpette sono solo alcune delle ricette che è possibile realizzare. Analizziamone qualcuna nel dettaglio.

Hamburger di ceci e altre ricette

Ed eccoci al momento clou: se magna! Abbiamo tanto parlato di hamburger di ceci e gnocchi di ceci, ora finalmente vi sveleremo le ricette. Ce ne sono molte varianti, io vi esporrò quelle che in questi anni mi hanno dato più soddisfazioni.

Hamburger di ceci – ingredienti e preparazione

Ecco gli ingredienti per due hamburger:

  • 400g di ceci precotti
    (se come me preferite usare quelli secchi, ricordatevi di tenerli in ammollo per una notte prima di cuocerli)
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai di pangrattato
  • 1 scalogno
  • Sale qb
  • Pepe qb
  • Olio extravergine qb

Dopo aver scolato bene i ceci e averli riposti in una ciotola, prendetene la metà e tritateli con un frullatore. Quando saranno cremosi unite il composto ai ceci interi, poi aggiungete lo scalogno, un filo d’olio, l’uovo, il pangrattato.

A questo punto è necessario aggiungere il sale e il pepe a piacimento (direttamente nel frullatore) e, come chicca, se vi piace, potete aggiungere anche un cucchiaio di senape. Questa aggiunta la trovo proprio sfiziosa!

Ora la parte divertente: potete lavorare il composto con le mani oppure (se le avete) utilizzare delle formine o un coppa pasta.

A questo punto gli hamburger di ceci sono pronti per essere cotti in padella con un filo d’olio, oppure nel forno a 180° per 30 minuti circa. Possono anche essere surgelati crudi se volete consumarli più avanti.

Gnocchi di ceci – ingredienti e preparazione

Questa è in assoluto la mia ricetta preferita da fare con i ceci, ma mi raccomando: iniziate a preparala solo quando siete sicuri di mangiarli immediatamente. Vi do questo consiglio perchè purtroppo se preparati il giorno precedente, perdono la loro consistenza morbida e cremosa per diventare più duri.

Gli ingredienti, per due porzioni, sono pochissimi:

  • 450g di ceci precotti
    (anche qui: se preferite usare quelli secchi, ricordatevi di tenerli in ammollo per una notte prima di cuocerli)
  • 50g di farina + qb da usare sul piano di lavoro mentre impastate
  • 1 uovo
  • Sale qb

La base è la stessa degli hamburger di ceci, quindi si parte frullando i legumi; questa volta però vanno frullati tutti.

Una volta fatto infarinate il piano di lavoro, mescolate ceci tritati e farina creando la classica fontanella. Ponete al centro l’uovo, aggiungete un pizzico di sale e iniziate a impastare fino a ottenere un impasto omogeneo formando una pallina.

Ora dividete l’impasto in quattro pezzi, e per ognuno di essi formate dei rotoli, lavorandoli con le mani. Tagliate poi ogni rotolo a pezzetti della grandezza preferite e, se desiderate, dategli con delicatezza la classica forma dello gnocco aiutandovi con una forchetta.

Infine, cuoceteli in acqua salata. Quando verranno a galla, saranno pronti.

Come condirli? Io faccio sempre un sugo di pomodoro fresco con un soffritto di sedano, carote e cipolla oppure semplicemente con uno spicchio d’aglio per insaporire l’olio.

Et voilà, queste sono le nostre ricette preferite a base di ceci. Speriamo vi piacciano!

Gnocchi di ceci

Gnocchi di ceci

Diffondi lo spirito Millennial:

Lascia un commento

Lasciaci un commento

*

error: